facebook
twitter
linkedin

Città

Lwów - Leopoli - L'viv (Ucraina)

Direte: ma che c'entra una citta' dell'Ucraina su un sito dove si parla di Italia e di Polonia?
C'entra invece, perche' Leopoli e' una citta' particolare, oltre a essere bellissima e merita una menzione per il sentimento polacco ancora molto forte.
Infatti quella che i polacchi chiamano Lwów, fino alla seconda guerra mondiale, era Polonia a tutti gli effetti, solo grazie all'intelligenza di alcuni è stata spostata in Ucraina, cacciando via buona parte dei polacchi che sono andati a vivere chi in Slesia, chi a Wrocław.
Comunque la sezione riguarda la mia esperienza di viaggio, eccovela.

Leggi tutto: Lwów - Leopoli - L'viv (Ucraina)

0
0
0
s2smodern

Wrocław

Wrocław è, con in suoi 640.000 abitanti, la quarta città più grande della Polonia. E’ la capitale del Voivodato della Bassa Slesia, nonché capitale storica della Slesia. Dal 1945 al 1998 è stata capitale del Voivodato di Wrocław, oggi sostituito dal Volvodato della Bassa Slesia.
Vi trova sede una diocesi, un gran numero di scuole superiori e istituti di ricerca così come teatri e musei ed è centro culturale ed economico della regione.
Bagnata dall'Oder, si trova al centro di una ricca regione agricola; è tuttavia pure un centro importante nel settore della meccanica e dell'industria del metallo.

Leggi tutto: Wrocław

0
0
0
s2smodern

Varsavia

Nel '700 e nell' '800 Varsavia era famosa per la sua bellezza, tanto che era conosciuta con il nome di "Parigi del nord". Purtroppo durante la Seconda Guerra Mondiale la città venne quasi completamente distrutta e venne velocemente ricostruita tale e qual'era, grazie ai dipinti del pittore italiano Bernando Bellotto, che passò gli ultimi anni della sua vita nella capitale polacca, dipingendo varie panoramiche della città.

La Stare Miasto di Varsavia, cioè il centro storico (città vecchia) fa parte del patrimonio dell'Unesco. La piazza centrale è la Piazza del Mercato (Rynek Starego Miasta). D'estate è molto carina perchè tutti i bar e ristoranti mettono i tavoli fuori ed è piacevole bere un po' di wòdka o mangiarsi una pizza all'aperto. Zona caratterizzata anche da vicoli molto suggestivi come Ulica Dawna e il pittoresco ed insolito Kamienne Schodki.

Leggi tutto: Varsavia

0
0
0
s2smodern

Lublino

Lublino è la capitale dell'ononimo voivodato e, sebbene il suo centro non sia patrimonio dell'UNESCO così come Zamość, possiede un fascino stilistico e architettonico di grande evidenza.
Anche qui le sue bellezze sono concentrate nel centro storico e già nel suo ingresso si può ammirare subito il suo simbolo e orgoglio, ovvero la Porta di Cracovia (Brama Krakowska), una torre in stile gotico costruita nel XIV secolo in corrispondenza dei bastioni a difesa della città dai Tartari e dove al suo interno si può visitare il museo storico della città di Lublino.

Leggi tutto: Lublino

0
0
0
s2smodern

Katowice e GOP

 Il GOP (Górnosląśki Okręg Przemyslowy) è un agglomerato di oltre 20 città, spesso una attaccata all'altra, nel sud della Polonia, nel voivodato della Slesia.
Poco tempo fa, nel giugno del 2007, è stato registrato presso il Ministero degli Interni, il GZM, ovvero l'Unione Metropolitana dell'Alta Slesia (Górnośląśki Związek Metropolitalny), che comprende le 14 città più grandi della Slesia e dello Zagłębie.
Il cuore è Katowice, importante centro economico e commerciale, il cui simbolo di modernità e cambiamento è Spodek, ovvero un palazzetto dalla forma particolare (Spodek, in polacco, vuol dire piattino o disco volante), sede di importanti eventi sportivi, musicali, culturali e commerciali.

Leggi tutto: Katowice e GOP

0
0
0
s2smodern

Danzica

Danzica si trova nel Nord della Polonia e si affaccia sul Mar Baltico, è la più grande delle TreCittà (Trójmiasto, le altre due sono Sopot e Gdynia) ed è una delle più grandi in Polonia.
E' la città che ha cambiato il mondo: qui è iniziata la seconda guerra mondiale e qui che è nato il movimento di Solidarność, grande precursore della caduta del comunismo.
Proprio a Danzica è possibile visitare i Cantieri Navali (Stocznia Gdańska) dove avvenne lo storico "salto sul muro" di Lech Wałęsa, che diede inizio agli scioperi che, progressivamente, coinvolsero l'intera nazione e portarono alle prime libere elezioni e al riconoscimento di importanti diritti civili per i lavoratori.

Leggi tutto: Danzica

0
0
0
s2smodern
2018  italia-polonia.eu