4 giorni a Varsavia

Messaggio
Autore
fontanamarco
Esordiente - Debiutant
Esordiente - Debiutant
Messaggi: 6
Iscritto il: lunedì 12 ottobre 2009, 8:28

4 giorni a Varsavia

#1 Messaggio da fontanamarco » venerdì 11 dicembre 2009, 13:42

Ciao a tutti,
sono appena tornato da 4 giorni di vacanza a Varsavia e devo dire che un po' mi manca già...
Sono partito con 3 amici la mattina di sabato 5 dicembre. Arrivati all'aeroporto di Varsavia aspettiamo un taxi (prenotato) che ci deve portare al nostro appartamento, in via Chmielna.
Dopo un quarto d'ora di attesa e qualche telefonata scopriamo che il taxi ci sta aspettando ad un altro terminal...:-). L'autista del taxi è una ragazza piuttosto carina e altrettanto spericolata che, sfrecciando tra le auto ci conduce velocemente al nostro appartamento.
L'impatto è molto positivo: l'appartamento è di circa 70 metri quadri, è pulito ed ha tutti i comfort che ci servono; in più è in centro, cosa che non ci dispiace affatto.
Dopo essere usciti per comprare alcune cose necessarie alla permanenza, iniziamo l'esplorazione di Vasavia, visitando via Chmielna. Dopo un ora circa di camminata decidiamo di entrare in un ristorante-fast food della catena Sphinx. Putroppo ci accorgiamo che non è proprio un ristorante tipico polacco...Infatti servono piatti della cultura araba, come il Kebab. Una cosa che ci stupisce è che non servono birra, probabilmente perchè è una catena musulmana.
Usciti dal ristorante girovaghiamo ancora un po' prima di tornare a casa a riposare un paio d'ore (la sveglia quella mattina è suonata alle 4.30...) per poi andare in cerca di un supermarket dove comprare un po' di cibo e di alcolici :-). Il negozio nel quale entriamo espone molti prodotti italiani, tra cui le pizze che, scopriremo poi, sono in realtà più piccole di quelle italiane! Fatta una scorta di birra, torniamo a casa.
La prima sera andiamo verso la città vecchia e ci fermiamo in un tipico ristorante polacco, di fronte ad una birreria artigianale (Browarmia). Il ristorante è molto elegante ma ciononostante i prezzi (per noi italiani) sono abbordabilissimi. Ordiniamo i piatti tipici polacchi come lo zurek (in questo locale è davvero fantastico; la cosa più buona che abbia mangiato a Varsavia) e qualche piatto 'internazionale' come il salmone. Il vino qui, come negli altri ristoranti è molto caro rispetto all'italia; ad esempio un vino toscano (sangiovese) ci è costato 20 euro, ed era quello più economico! Ordiniamo il caffè dimenticandoci di dire la parola magica 'espresso', e quindi ci viene portata una enorme tazza piena di caffè tipo americano che per noi italiani forse va meglio per una colazione piuttosto che per un dopo cena :-). Il prezzo alla fine è davvero conveniente e lasciamo una lauta mancia al cameriere (che bello fare i signori hahaha). Usciti dal locale ci spostiamo nella birreria di fianco dove ordiniamo una 'torre' da cinque litri per la modica cifra di 120 zloty (circa 30 euro). Devo ammettere però che la birra non ci ha sodisfatti più di tanto.
Poco prima della chiusura torniamo verso casa e ci imbattiamo in un locale 'sotterraneo' in zona università: l'Indeks. Attratti dalla musica entriamo e ordiniamo subito due o tre Vodka, mentre ci rilassiamo sui divanetti del locale. Le ragazze polacche sono fisicamente stupende, sia le bionde (la grande maggioranza) che le more. In particolare hanno degli occhi bellissimi, con dei colori verdi e azzurri davvero da togliere il fiato. Purtroppo in quel locale pare che siano i maschi a voler attaccar bottone e prima un gruppo di polacchi, poi un paio di Ucraini straubriachi chiacchierano con noi. Finita la serata, torniamo a casa, stanchissimi. Nonostante tutta la birra e le vodka bevute, siamo sobri e questo ci sorprende...probabilmente gli alcolici sono più leggeri qui. Meglio così.
La mattina dopo mi sveglio mentre gli altri ancora dormono ed esco, camminando nel vento gelido. Arrivo fino alla piazza del castello dove hanno addobbato un enorme albero di natale. La pioggerellina è costante e fastidiosa, così come il vento. Di giorno mi accorgo di quanto la città sia bella. Novy Swiat è pulita e ricca di monumenti e la gente affolla i numerosi caffè dove la gente sorseggia delle bevande calde e naviga col proprio netbook (nei locali c'è quasi sempre la connessione wireless gratuita). Proseguo oltre il castello e giungo in una piazzetta dove c'è un mercatino con barcarelle piene di prodotti tipici polacchi: salsicce di ogni tipo, pierogi, e souvenir di ogni tipo. Arrivati i miei amici ci fermiamo in un ristorante lì vicino (pierrogeria) dove possiamo gustare sia una zuppa (Barszcz) molto buona e dei pierogi al forno altrettanto deliziosi. Il pranzo è allietato da due meravigliose cameriere (una costante in tutti i locali). Passeggiamo in direzione del fiume e poi a casa dove riposiamo prima della serata. Putroppo la stanchezza ci sorprende e il riposo dura più del previsto...
Fine parte 1

fontanamarco
Esordiente - Debiutant
Esordiente - Debiutant
Messaggi: 6
Iscritto il: lunedì 12 ottobre 2009, 8:28

4 giorni a Varsavia - Parte 2/2

#2 Messaggio da fontanamarco » venerdì 11 dicembre 2009, 13:43

Parte 2/2

...quando usciamo è quasi l'una di notte e molti locali sono chiusi. Troviamo un bar che fortunatamente ci da qualcosa da mangiare e poi usciamo in cerca dell'opera club. Nel girovagare ci imbattiamo nel monumnto al milite ignoto dove 2 soldati fanno la guardia immobili, al freddo e al gelo. Attirati dalla musica ci dirigiamo verso una discoteca li vicini dove escono, tanto per cambiare, delle bellissime ragazze. Decidiamo però di non entrare e ci incamminiamo ancora verso Nowy Swiat dove troviamo un locale ancora aperto che ci serve un paio di birre. Torniamo quindi a casa con un taxi (economico come non ci aspettiamo).
La mattina dopo visitiamo qualche altro monumento nella città vecchia e poi andiamo in zona stazione centrale dove c'è un centro commerciale. Ci fermiamo per un po' all'hard rock cafè a bere qualche birra e a chiacchierare e poi entriamo nel centro commerciale da 3 o 4 piani. Pensavo che i prezzi fossero più bassi rispetto all'italia ma devo ricredermi. Sia oggetti tecnologici che di abbigliamento costano tanto quanto qui...il che significa che per il loro reddito sono cifre davvero esagerate. Usciamo dal centro commerciale che è ormai sera e torniamo a casa per prepararci ad uscire di nuovo. Destinazione della serata, un locale molto elegante (anche troppo per noi) che si chiama Dom. I prezzi rispetto agli altri locali di Varsavia sono molto alti ma per noi italiani va ancora abbastanza bene. Torniamo verso Novy Swiat, alla città vecchia in cerca dell'Opera club che scopriamo però essere chiuso. Ci fermiamo allora in un locale lì davanti dove beviamo qualche cocktail prima di tornare a casa. La mattina del martedì lasciamo l'appartamento e andiamo a comrare qualche souvenir al mercatino di prodotti tipici. Dato che lì vicino c'è la pierrogeria, ci fermiamo a pranzo e stavolta gustiamo i pierogi bolliti. Verso sera prendiamo un taxi per l'aeroporto dove, tristi, torneremo a casa.
Tirando le somme, Varsavia mi è piaciuta molto; è pulita ed ospitale e la zona vecchia è molto bella. Le ragazze sono da applausi ma comunque socievoli e per niente 'menose'.
Prossima destinazione: Cracovia!

Avatar utente
deelaylah
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 408
Iscritto il: venerdì 7 dicembre 2007, 15:01

Re: 4 giorni a Varsavia - Parte 1/2

#3 Messaggio da deelaylah » venerdì 11 dicembre 2009, 13:51

fontanamarco ha scritto: Una cosa che ci stupisce è che non servono birra, probabilmente perchè è una catena musulmana.
Mi sembra strano, tutti i ristoranti Sphinx servono la birra (ancora l'estate scorsa servivano la Okocim e la Carlsberg), anche quelli di Varsavia. Comunque non è un locale musulmano, è una catena polacca, anche se specializzato in cucina araba (più o meno): il proprietario è lo stesso dei ristoranti tipici "Chłopskie Jadło".
Dee
-----
PRAKTYCZNY PORADNIK DLA POLAKÓW WE WŁOSZECH:

http://www.deeoswajawlochy.blogspot.com


http://www.facebook.com/deeoswajawlochy

fontanamarco
Esordiente - Debiutant
Esordiente - Debiutant
Messaggi: 6
Iscritto il: lunedì 12 ottobre 2009, 8:28

Re: 4 giorni a Varsavia - Parte 1/2

#4 Messaggio da fontanamarco » venerdì 11 dicembre 2009, 16:21

Ah, allora non so che dire...Magari era solo quel locale a non servirla.
Quando abbiamo chiesto una birra ci hanno detto che non era possibile e ci hanno proposto la pepsi. Magari ci han visto in faccia e han pensato che una birra ci avrebbe fatto male :-)

Avatar utente
Andre
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 916
Iscritto il: sabato 26 maggio 2007, 21:49

Re: 4 giorni a Varsavia - Parte 1/2

#5 Messaggio da Andre » venerdì 11 dicembre 2009, 17:13

Da Sphinx io bevo sempre birra. In alcuni di essi non si trova birra, ma solo quelli situati all'interno dei centri commerciali...strano che non tu l'abbia trovata. E' un po' che non ci vado, andrò a controllare, se l'hanno tolta dappertutto non ci torno più. :mrgreen:
Immagine
Se sei nuovo/a, leggi prima il regolamento e la netiquette.
Jeśli jesteś nowy/a, najpierw przeczytaj regulamin i netykietę.

fontanamarco
Esordiente - Debiutant
Esordiente - Debiutant
Messaggi: 6
Iscritto il: lunedì 12 ottobre 2009, 8:28

Re: 4 giorni a Varsavia - Parte 1/2

#6 Messaggio da fontanamarco » venerdì 11 dicembre 2009, 17:46

Io a prescindere non ci tornerei...mi son piaciuti troppo i piatti tipici polacchi per sentire la mancanza del kebab...

cesk
Mały Małysz
Mały Małysz
Messaggi: 192
Iscritto il: venerdì 1 agosto 2008, 17:35

Re: 4 giorni a Varsavia - Parte 1/2

#7 Messaggio da cesk » venerdì 11 dicembre 2009, 18:28

Lo sphinx è solitamente sinonimo di birra okocim e carlsberg... davvero strano tu non l'abbia trovata... comunque la particolarità della cucina rispecchia quella di molte altre catene polacche (faraon, cleopatra, sioux ecc....) pseudo turco-araba ma in realtà un miscuglio stranissimo che però incontra il favore di moltissimi giovani polacchi...

Luka78
Mały Małysz
Mały Małysz
Messaggi: 123
Iscritto il: venerdì 21 agosto 2009, 11:41

Re: 4 giorni a Varsavia - Parte 1/2

#8 Messaggio da Luka78 » venerdì 11 dicembre 2009, 20:24

Ma qual'e' il ristorante polacco migliore a Varsavia?? Kredens?? Nel caso tornassi a Varsavia e volessi provare qualche altro tipo di cucina ti consiglio the Mexican, uno dei migliori ristoranti messicani della citta'. Ce ne sono 2 uno vicino a ul. Foksal e l'altro vicino al Barbacan. Comunque secondo me quattro giorni a Varsavia sono sempre pochi. Buon divertimento a Kraków

fontanamarco
Esordiente - Debiutant
Esordiente - Debiutant
Messaggi: 6
Iscritto il: lunedì 12 ottobre 2009, 8:28

Re: 4 giorni a Varsavia - Parte 1/2

#9 Messaggio da fontanamarco » venerdì 11 dicembre 2009, 21:56

Sono assolutamente d'accordo! 4 giorni son pochi ma probabilmente se ne avessi passati di più, sarebbe stato molto più difficile tornare in italia :-).
Per quanto riguarda i ristoranti, ho preferito evitare quelli con cibo che posso trovare anche in italia e concentrarmi su quelli tipici polacchi.
Sono stato al dom Polski e ad un altro di fianco alla birrerie browarmia, in via Novy Swiat. Ottimi entrambi

Luka78
Mały Małysz
Mały Małysz
Messaggi: 123
Iscritto il: venerdì 21 agosto 2009, 11:41

Re: 4 giorni a Varsavia - Parte 1/2

#10 Messaggio da Luka78 » sabato 12 dicembre 2009, 1:15

Marco non ti offendere ma per me mangiare la cucina polacca ai ristoranti (forse non sono stato ancora in quelli eccezzionali) non mi ha per ora pienamente soddisfatto. Preferisco mangiare a casa della mia suocera o della nonna della mia ragazza quasi moglie (pierogi ruski con pancetta, cipolla e formaggio bolliti, żurek, gołąbki, gulasz con płacki ziemniaczny, kotlet skabowy, ryb po grecku). Apprezzo molto la cucina casalinga :). E' come la mia ragazza che dice che andare a mangiare l'italiano a varsavia non ha senso quando c'ha il cuoco a casa (non voglio essere modesto :) ). Comunque ti consiglio una cosa molto polacca che amo molto: i posti dove fanno la griglia. Se la prossima volta vai al parco Pole Mokotowski al Lolek (secondo me il migliore) o negli altri locali, vedrai che mi ringrazierai. Birrina, salsiccia con chrzan o senape, okórek kiszony e patata alla griglia, ma soprattutto l'atmosfera che si respira nel posto ;). Per il resto a Varsavia ho iniziato ad apprezzare anche le altre cucine (giapponese, messicano, e qualche cinese). Per me le cucine internazionali si differenziano nelle qualita' offerte in Italia e in Polonia. La qualita' e quantita' dei piatti e' differente. E' diffficile spiegarlo ma diciamo che le varie cucine vengono in un certo senso "italianizzate" e "polonizzate", cioe' si cerca di avvicinarle ai gusti richiesti nei vari paesi. Esempio stupido: in Italia vengono molto richiesti gli involtini primavera e in Polonia i sajgonki (non so se ho reso l'idea).
Ritornando alla cucina polacca ti consiglio anche in caso andassi un giorno al mare Baltico o al laghi (Mazury) di provare il pesce fritto con la birra ::ok:: (Una goduria se fatto bene ;) !!!).
Ribuon divertimento a Cracovia.
Saluti

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite