estate calda 2003

Messaggio
Autore
Avatar utente
Eugen
Italo-Polacco ad honorem
Italo-Polacco ad honorem
Messaggi: 548
Iscritto il: martedì 21 agosto 2007, 23:00

#21 Messaggio da Eugen » mercoledì 17 ottobre 2007, 23:44

Anch'io ho fatto il bagno nel Baltico, la temperatura era piuttosto bassa, i 18 gradi di Samuele mi sanno di record
Zwiedzane kraje / Paesi visitati: A, AL, AND, BIH, CH, CZ, D, DK, E, EST, F, GB, GR, H, HR, I, IRL, LT, LV, M, MA, MNE, MNG, NO, P, PL, PRC, RSM, RUS, S, SCV, SK, SLO, TR, UA, USA.

Avatar utente
giacomoviii
Apprendista italo-polacco
Apprendista italo-polacco
Messaggi: 74
Iscritto il: sabato 1 settembre 2007, 18:10

#22 Messaggio da giacomoviii » mercoledì 17 ottobre 2007, 23:57

Beh... io quest'estate ho fatto il bagno nelle acque di Palermo. Cavolo a Mondello l'acqua era irresistibile, caldissima... la mia ragazza che viene da varsavia, si e' bollita! : ) ma anche per me era eccezionale quella temperatura. Niente a che vedere col Bałtyk... a Sopot sono stato anche una volta ma era ovviamente diverso :P
"Kiełbasa Ślaska i smak Tyskiego... są najlepsze ze wszystkiego! : D

PlaceOdeon
Apprendista italo-polacco
Apprendista italo-polacco
Messaggi: 62
Iscritto il: lunedì 24 settembre 2007, 12:27

#23 Messaggio da PlaceOdeon » giovedì 18 ottobre 2007, 20:52

Salve:)
Volevo rispondere in merito a cosa tanto affascina gli italiani della Polonia...certo le ragazze innanzitutto, anche se io la metterei più sul piano "sentimentale", visto che qui non siamo turisti sessuali ma persone che hanno appunto ragazze e mogli polacche. Lontano da ogni ipocrisia mi semra difficile che qualcuno possa interessarsi così "morbosamente" (e lo sottolineo) alla Polonia, così, tanto per interessi di natura culturale. Non concordo però sulle figure di riferimento (sono mie opinioni personali)...per me Walesa non è assolutamente un esempio di "spirito" polacco...

Avatar utente
Andre
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 916
Iscritto il: sabato 26 maggio 2007, 21:49

#24 Messaggio da Andre » giovedì 18 ottobre 2007, 20:59

PlaceOdeon ha scritto:per me Walesa non è assolutamente un esempio di "spirito" polacco...
:shock: :shock: io non sono d'accordo!!! Ma come giustamente hai scritto, sono opinioni personali.
Ma almeno lo riconosci come personaggio chiave ed importante per la storia polacca??? (niente polemica sia chiaro, solo pura curiosità :wink: ).
Ultima modifica di Andre il giovedì 18 ottobre 2007, 21:12, modificato 1 volta in totale.
Immagine
Se sei nuovo/a, leggi prima il regolamento e la netiquette.
Jeśli jesteś nowy/a, najpierw przeczytaj regulamin i netykietę.

Avatar utente
magda
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 134
Iscritto il: domenica 10 giugno 2007, 18:54

#25 Messaggio da magda » giovedì 18 ottobre 2007, 21:08

PlaceOdeon ha scritto:Salve:)
)...per me Walesa non è assolutamente un esempio di "spirito" polacco...
(ojoj:P calma, calma:P sto parlando con il mio spirito di Vesuvio :P hehe)
Per me, come polacca, assolutamente si. Pero' si puo' pensare varie cose. Ha ragione Andre :)
Ma mi potresti dire che intendi dicendo "spirito" polacco? Forse "ułani" (si puo' spiegare ulani in italiano)? Allora ułan non lo e' :P
*** "la madre degli imbecilli è sempre incinta" ***
*** kiście się we własnym sosie ***

Prof. Małgośka, che cosa facciamo stasera?

Avatar utente
odnamra
Mały Małysz
Mały Małysz
Messaggi: 169
Iscritto il: venerdì 22 giugno 2007, 17:31

#26 Messaggio da odnamra » giovedì 18 ottobre 2007, 21:21

PlaceOdeon ha scritto:Salve:)
Volevo rispondere in merito a cosa tanto affascina gli italiani della Polonia...certo le ragazze innanzitutto, anche se io la metterei più sul piano "sentimentale", visto che qui non siamo turisti sessuali ma persone che hanno appunto ragazze e mogli polacche. Lontano da ogni ipocrisia mi semra difficile che qualcuno possa interessarsi così "morbosamente" (e lo sottolineo) alla Polonia, così, tanto per interessi di natura culturale. Non concordo però sulle figure di riferimento (sono mie opinioni personali)...per me Walesa non è assolutamente un esempio di "spirito" polacco...
Sai PlaceOdeon, io penso che proprio la figura di una donna di un altro paese accresce il tuo desiderio di conoscere la sua cultura...riguardo Walesa, quanto conosci della storia polacca? E quanti polacchi conosci, esclusa la tua ragazza? Così per curiosità, senza offesa :)
Immagine

PlaceOdeon
Apprendista italo-polacco
Apprendista italo-polacco
Messaggi: 62
Iscritto il: lunedì 24 settembre 2007, 12:27

#27 Messaggio da PlaceOdeon » giovedì 18 ottobre 2007, 23:51

Infatti dici bene, proprio la figura di donna ti fa accrescere la voglia di conoscere il paese, la sua cultura...quindi ergo di meno la figura di un uomo, o mi sbaglio?
Per quanto riguarda Walesa, non lo conosco di persona, tu lo conosci? Ho solo espresso la mia opinione, non voglio scatenare dibattiti ideologici.

Avatar utente
odnamra
Mały Małysz
Mały Małysz
Messaggi: 169
Iscritto il: venerdì 22 giugno 2007, 17:31

#28 Messaggio da odnamra » venerdì 19 ottobre 2007, 0:45

PlaceOdeon ha scritto:Infatti dici bene, proprio la figura di donna ti fa accrescere la voglia di conoscere il paese, la sua cultura...quindi ergo di meno la figura di un uomo, o mi sbaglio?
Per quanto riguarda Walesa, non lo conosco di persona, tu lo conosci? Ho solo espresso la mia opinione, non voglio scatenare dibattiti ideologici.
Avere un rapporto stabile di natura sentimentale con una donna di un altro paese dovrebbe avvicinarti alla conoscenza della sua cultura. Chi non lo fa secondo me è vuoto. Su Walesa, tu non lo ritieni un valido esempio di spirito polacco: chi allora secondo te rappresenterebbe lo spirito polacco?
Immagine

Avatar utente
Andre
Moderatore
Moderatore
Messaggi: 916
Iscritto il: sabato 26 maggio 2007, 21:49

#29 Messaggio da Andre » venerdì 19 ottobre 2007, 9:04

PlaceOdeon ha scritto:Infatti dici bene, proprio la figura di donna ti fa accrescere la voglia di conoscere il paese, la sua cultura...quindi ergo di meno la figura di un uomo, o mi sbaglio?
Secondo me ti sbagli alla grande!!!! Sei proprio contro corrente!!!
La figura della propria donna polacca ti fa accrescere la voglia di conoscere il paese. la sua cultura. e la sua storia, quindi mi sembra chiaro, tanto (e non di meno :shock:) la figura di uomo, soprattutto se questo uomo è Lech Walesa. Non ha vinto il premio Nobel per la pace così a caso, non è stato presidente della Repubblica così per caso, e soprattutto ha "sconfitto" il comunismo senza spargere sangue. Chiedi un po' alla tua ragazza come si viveva in Polonia al tempo del comunismo, fai una bella chiacchierata con suo padre (che probabilmente avrà vissuto quel periodo) e sentirai cose talmente allucinanti e che non leggerai mai da nessuna parte che ti renderai conto dell'importanza e dello spirito polacco che ha Walesa.

Comunque pazienza, purtroppo anche in Polonia ci sono alcuni ragazzi che non sanno nemmeno chi sia :shock: Ma questo è un mal comune, da noi i ragazzi non sanno cosa si festeggia il 25 Aprile e il 2 Giugno :? Che vergogna!!
Immagine
Se sei nuovo/a, leggi prima il regolamento e la netiquette.
Jeśli jesteś nowy/a, najpierw przeczytaj regulamin i netykietę.

PlaceOdeon
Apprendista italo-polacco
Apprendista italo-polacco
Messaggi: 62
Iscritto il: lunedì 24 settembre 2007, 12:27

#30 Messaggio da PlaceOdeon » venerdì 19 ottobre 2007, 12:37

comunque credo di essermi espresso male o sono stato frainteso. Quando dicevo che sicuramente la figura di un uomo rappresenta di meno uno stimolo per conoscere la cultura e la storia di un paese, intendevo non Walesa ma "uomo" in genere. Per dirla in parole povere...se uno ha degli amici (uomini) in Polonia, sicuramente sarà stimolato, avrà dei buoni rapporti, amerà la Polonia. Tuttavia penso che con una donna accanto, una moglie, una fidanzata tutto è più profondo, proprio perchè (in molti casi) il rapporto va oltre una semplice amicizia e abbraccia anche una prospettiva futura.
Sul discorso Walesa concordo con te, molti la storia non la conoscono, ma questo problema è anche italiano senza dubbio. Però non sio può dire ha vinto il Nobel per la pace, quindi è intoccabile. Anche Gorbachev ha vinto il Nobel, però a livello politico non tutte le sue mosse sono state positive per il paese e la gente. Quindi se giudichiamo l'oparato in quanto condotta pacifica di un paese da una situazione di possibile guerra ad un'altra, sono d'accordo, Walesa ha fatto molto (bisogna sempre però ricordare i preziosi aiuti vaticani). Poi è giusto che si abbiano opinioni diverse e vanno rispettate...non si può dire che non si conosce la storia se uno non parla bene di questo o quell'altro politico. So come si viveva al tempo del comunismo (ovviamente dai racconti che mi sono stati fatti). Sul piano delle libertà personali e sociali tutto è cambiato...putroppo su quello economico e infrastrutturale del paese c'è ancora molto da fare. I tanti polacchi che lasciarono e lasciano il paese dal 1989 non sono certo una positiva dimostrazione del cambiamento in positivo. Certo, la democrazia è giovane, ha bisogno di tempo, anche se - a mio parere - il liberalizzare tutto, la presenza di troppe compagnie straniere, non lasciano intravedere effetti positivi, almeno per ora.

Bloccato

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite