Pagina 3 di 4

Re: Il miracolo polacco

Inviato: giovedì 4 febbraio 2010, 22:38
da Kalimera
Ciao a tutti,

vorrei ringraziare l'autrice dell'articolo per aver partecipato alla discussione :)
Per curiosità, ho letto pure altri testi sul tema, e cosi ho scoperto che i dati riguardanti lo stipendio medio citati nell'articolo sono veri, solo che riguardano la meta della società polacca, come scrivono qui, citando le analisi del GUS (Ufficio Centrale di Statistica polacco).
Comunque, questo sembra un problema legato ai dati statistici in genere, che purtroppo non rispecchiano la vita reale (come aggiunge il mio capo in questi casi: "Solo statisticamente due idioti fanno un genio").
Inoltre, devo segnalare che già da qualche mese (che io sappia da autunno 2009), i stipendi più alti sono nella zona di Katowice.
Saluti,
K.

Re: Il miracolo polacco

Inviato: venerdì 5 febbraio 2010, 10:16
da Marcello_roma
Incuriosita, ho letto pure altri testi sul tema, e cosi ho scoperto che i dati riguardanti lo stipendio medio citati nell'articolo sono veri, solo che riguardano la meta della società polacca, come scrivono qui, citando le analisi del GUS (Ufficio Centrale di Statistica polacco).



Ciao Kalimera, anche se dubito che su 38 milioni di polacchi residenti 19 prenda uno stipendio pari a 800 euro, l'articolo falsa comunque dei dati; se questi si riferivano alla metà della popolazione, la giornalista avrebbo dovuto come minimo specificarlo, e non estendere il risultato alla globalità dei salari.
Chiedo scusa, ma quando si scrive un articolo, soprattutto su testate quali Panorama (e nella sezione Economia) penso sia doveroso conoscere a fondo l'argomento che si vuole illustrare.
Se ci si basasse solo su statistiche, in Italia ci sarebbero 58 milioni di giornalisti.

Re: Il miracolo polacco

Inviato: giovedì 11 febbraio 2010, 11:39
da Andre
In un anno salari cresciuti del 2,1%

http://archivio-radiocor.ilsole24ore.co ... cresciuti/

Re: Il miracolo polacco

Inviato: sabato 13 marzo 2010, 22:16
da MarcoW
Buonasera,
Non sono un esperto di economia, specialmente in Polonia, ma penso che la crescita economica e' dovita anche al flusso di fondi europei, e tutto il lavoro che ne esce fuori, sia dalle opere realizzate, che per gestire i fondi stessi. Ci sono un sacco di aziende cha aiutano gli investitori stranieri ad entrare in Polonia e prendere i fondi regionali.

Penso che quando questo flusso di fondi verra' a mancare, ed entrera' l' Euro, ci sara' un periodo un po' duro.

Io so che anche a Varsavia ci sono molte persone che guadagnano meno di 2000zl (netto). Per le altre citta' non saprei.

Buona serata a tutti.
Marco.

Re: Il miracolo polacco

Inviato: domenica 14 marzo 2010, 18:00
da dawidek
..nonostante le tante parole che econimisti e politici vanno dicendo sulla ripresa economica..mi sembra la situazione economica e' abbastanza disastrosa...anche per tutti quei paesi che sono entrati da poco nell'unione europea e che a conti fatti stanno ancora beneficiando degli enormi aiuti che la cassa della BCE ha messo a loro disposizione!!
mi sa che ne vedremo delle belle..e l'entrata dell'euro non so' quali benefici portera'!!
rimango ottimista per il futuro dell'economia europea!! :D

Re: Il miracolo polacco

Inviato: martedì 27 aprile 2010, 22:37
da Soldatini
Ciao

Qualcuno mi sa dire quale sarebbe un'offerta ragionevole per un posto da Project manager con esperienza a wroclaw?
Quanto è lecito aspettarsi e quanto è lecito chiedere? E con tale cifra come si vive?
Grazie mille a chiunque risponda...e anche a chi legge solo :-)
Soldatini

Re: Il miracolo polacco

Inviato: mercoledì 28 aprile 2010, 18:35
da bekool
Soldatini ha scritto:Ciao

Qualcuno mi sa dire quale sarebbe un'offerta ragionevole per un posto da Project manager con esperienza a wroclaw?
Quanto è lecito aspettarsi e quanto è lecito chiedere? E con tale cifra come si vive?
Grazie mille a chiunque risponda...e anche a chi legge solo :-)
Soldatini

ti consiglio il sitohttp://gazetapraca.pl/ e poi in alto a destra clicca su "Sprawdź zarobki", da qui puoi avere un idea dell'offerta.

Re: Il miracolo polacco

Inviato: mercoledì 1 novembre 2017, 17:33
da GioJos
Ecco, appunto: non rubate i meriti altrui.
L'articolo specifica bene che il conteggio parte da dopo il 2007: guarda caso, proprio l'anno dopo, il 2008, si è verificata la più grande crisi dal '29 in poi.
I meriti vostri sono questi:
http://www.italiaoggi.it/news/dettaglio ... %20a%20BBB+
Altro che chiacchiere

Re: Il miracolo polacco

Inviato: sabato 4 novembre 2017, 17:42
da GioJos
samuele192 ha scritto:
venerdì 3 novembre 2017, 18:25
Prima di tutto: S&P ha abbassato il rating della Polonia per motivi politici (a causa della vittoria di PiS) a Gennaio 2016, pochi mesi dopo la vittoria delle elezioni da parte della Destra Unita.
Appunto. Così non c'è dubbio alcuno sulle responsabilità di tale declassamento (a proposito, la stessa agenzia ha di recente promosso l'Italia...)
Ti consiglio di ascoltare il Ministro dell'Economia Morawieczki che massacra gli 8 anni di governo PO-PSL.
Eheheh, ti piace vincere facile, eh? :asdevil:
Sarebbe come ascoltare Tremonti che parla dei governi di Csx o Visco che valuta l'operato di quelli dell'armata brancaleonesca del Cdx
Comunque, le chiacchiere stanno a zero. Il thread dove stiamo scrivendo adesso si richiama al "miracolo polacco". Guarda di quand'è, poi tira le conclusioni.

...i vostri miracoli sono quelli di S&P

Re: Il miracolo polacco

Inviato: domenica 5 novembre 2017, 8:12
da Greenhouse
samuele192 ha scritto:
sabato 4 novembre 2017, 20:37
I soldi per 500+ invece ci sono e ci saranno.
I soldi per il 500+ in un paese a sovranità monetaria come la Polonia, ci sono e ci saranno, aggiungo.
Il PiS è stato lungimirante con quest'azione mettendo in cassaforte il proprio elettorato, l'opposizione non ha ancora capito che non può mettere in discussione questi soldi ma solo rivederne le modalità.
Se l'opposizione fosse all'altezza, avrebbe proposto di vincolare questi soldi a certe condizioni, tipo un periodo di disoccupazione non superiore a n mesi.
In questa maniera avrebbe attaccato l'anello debole di questa legge, cioè di lasciare i nullafacenti a casa, fomentando una crisi di manovalanza senza precedenti causata dall'irresponsabilità di questo governo.

Tornando al discorso del topic, ricordo sempre che il miracolo polacco esiste grazie ad investimenti esteri, l'industria polacca è ancora lontana anni luce dagli standard europei, nulla di confrontabile all'efficienza dell'industria italiana.
La cosa positiva dei governi precedenti è stata di aver attratto investimenti esteri con agevolazioni fiscali creando occupazione e benessere.
La cosa negativa è che hanno trascurato la crescita delle industrie polacche, non hanno creato strutture moderne e con management all'altezza, concentrandosi sull'offerta di manovalanza a basso costo per le industrie estere unito a bassi costi energetici.
Insomma, il paese si è rinnovato ma si è persa la grossa occasione di creare autosufficienza, semplicemente tutto doveva essere low-cost.
Conosco molto bene la realtà industriale polacca, le aziende veramente trainanti sono poche al cospetto dei contesti stranieri presenti in Polonia, ce ne sono molte altre rimaste al periodo socialista e in condizioni aberranti, esperienza diretta.
Se i vari investitori tedeschi, americani, italiani, giapponesi, scandinavi ecc.... decidessero di fare i bagagli per altri lidi, addio miracolo polacco.

Il governo attuale non solo non ha meriti, ma ha creato notevoli difficoltà con il 500+ di cui sopra, portando le aziende a puntare sugli ucraini, ovvero personale ancora a costo più basso, meno preparato, non disposto a rimanere a lungo in Polonia e con una barriera linguistica, che sono arrivati in massa a ricoprire i posti dei polacchi che sono emigrati all'estero o che stanno a casa a sollazzarsi facendo figli.
Inoltre, sta spingendo gli investitori esteri a stare lontano dalla Polonia con politiche suicide e conservatrici, su tutte nel settore energetico, allontanando gli investimenti sulle rinnovabili e fomentando miniere obsolete e centrali a carbone che gli altri paesi stanno dismettendo (cosa che, del resto, ha fatto anche precedente il governo Tusk).