Accoglienza dei migranti

Messaggio
Autore
samuele192
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 1165
Iscritto il: domenica 13 maggio 2007, 21:21

Re: Accoglienza dei migranti

#281 Messaggio da samuele192 » giovedì 21 dicembre 2017, 18:19

Non vuoi piu' Tusk in Italia. Peccato!

Hanno fatto un sondaggio in Polonia e quasi meta' polacchi hanno affermato che non vogliono che Tusk torni a far politica in Polonia e sempre quasi meta' polacchi hanno detto che danneggia la Polonia da Presidente del Consiglio Europeo.
E il sondaggio l'hanno fatto su WP (che e' di proprieta' tedesca) non sulla pubblica TVP.

GioJos
Italo-Polacco ad honorem
Italo-Polacco ad honorem
Messaggi: 589
Iscritto il: sabato 30 giugno 2012, 20:30

Re: Accoglienza dei migranti

#282 Messaggio da GioJos » venerdì 22 dicembre 2017, 18:02

Curioso: avevo messo la questione Tusk nel P.S: hai risposto solo a quello...
Ciò detto, non entusiasmarti troppo. Ho detto che per una volta lo critico anch'io, nulla di più.
Perché, anche se son dichiaratamente, orgogliosamente di parte, quando la mia parte fa cose che non condivido mi permetto il lusso di criticarla. Tu ce la fai a fare lo stesso?

samuele192
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 1165
Iscritto il: domenica 13 maggio 2007, 21:21

Re: Accoglienza dei migranti

#283 Messaggio da samuele192 » venerdì 22 dicembre 2017, 18:36

Sull'Autria sei piu' informato di me, mi sono sbagliato a quanto pare.
Vedremo comunque come si comportera' l'Austria in futuro avendo un governo molto piu' a destra della Polonia.
Ho criticato piu' volte il governo, anche se tutti si dimenticano, per esempio quando avendo la maggioranza al Sejm non e' passata la legge che limitava ulteriormente l'aborto.

samuele192
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 1165
Iscritto il: domenica 13 maggio 2007, 21:21

Re: Accoglienza dei migranti

#284 Messaggio da samuele192 » sabato 23 dicembre 2017, 18:31

Il ministro delle Finanze svedesi Magdalena Andersson ha detto che e' stato un errore accogliere troppi richiedenti asilo.
La sinistra svedese (socialisti e verdi) avevano deciso di accogliere 163.000 immigrati.

http://telewizjarepublika.pl/szwedzka-m ... 58401.html

Ho trovato questo articolo molto interessante riguardo la Svezia,che criticava tanto Kaczynski:
https://it.gatestoneinstitute.org/5224/svezia-stupri

Riporto solo questo pezzo, ma tutto l'articolo e' da leggere:

''Michael Hess, un politico locale del Partito dei Democratici svedesi, ha incoraggiato i giornalisti a familiarizzare con la concezione della donna nell'Islam, in relazione ai numerosi stupri commessi a piazza Tahrir, al Cairo, durante la "Primavera araba". Hess ha scritto: "Quando, voi giornalisti capirete che nella cultura islamica è profondamente radicata l'idea di violentare e brutalizzare le donne che si rifiutano di osservare gli insegnamenti islamici. Esiste un forte legame tra gli stupri commessi in Svezia e il numero di immigrati provenienti dai paesi del Medio Oriente e del Nord Africa".

Avatar utente
Baldy
Biało-czerwony
Biało-czerwony
Messaggi: 401
Iscritto il: sabato 28 giugno 2014, 12:40

Re: Accoglienza dei migranti

#285 Messaggio da Baldy » lunedì 25 dicembre 2017, 12:05

I paesi nordici sono i piu esposti alla criminalizzazione essendo poco avezzi ad avere a che fare con criminali veri. Però sono quelli piu pragmatici riuscendo ad affrontare i problemi senza la,benda ideologica. Di certo aver lasciato la porta aperta non è stata una grande idea e ora se ne stanno accorgendo un po tutti.
„Za wolność waszą i nasza”

Avatar utente
alekosds
Biało-czerwony
Biało-czerwony
Messaggi: 318
Iscritto il: martedì 13 marzo 2012, 13:57

Re: Accoglienza dei migranti

#286 Messaggio da alekosds » martedì 26 dicembre 2017, 10:16

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Anders_Breivik
https://it.m.wikipedia.org/wiki/Attenta ... n_Norvegia

I criminali sono criminali, la religione, l'etnia, il credo politico o qualsiasi altra etichetta non influisce piú di tanto. O sei un criminale o non lo sei.

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Strage_di_Nizza

A Nizza sono morte 9 persone in più rispetto alla Norvegia... visto che il cristiano Norvegiese ha fatto meno vittime dell'arabo musulmano é meglio?

https://it.m.wikipedia.org/wiki/Omicidi ... _Di_Matteo
La gente che ha ucciso e sciolto nell'acido questo bambino é italiana... come noi... questi sono meglio perché italiani e cattolici?
"Se la gente dovesse scegliere tra la libertà e i sandwiches, sceglierebbe i sandwiches” John Boyd Orr

Avatar utente
Baldy
Biało-czerwony
Biało-czerwony
Messaggi: 401
Iscritto il: sabato 28 giugno 2014, 12:40

Re: Accoglienza dei migranti

#287 Messaggio da Baldy » mercoledì 27 dicembre 2017, 12:07

ci sono dati che nessuno raccoglierà mai, perchè difficilmente confutabili. La religione, l'etnia e la provenienza influiscono e tanto nei comportamenti delle persone, ciò che per te un determinato comportamento è inaccettabile per un'altra etnia, religione, provenienza è assolutamente normale. Non riconoscere questo vuol dire non essere imparziali nei propri giudizi. Se c'è qualcuno che ti scioglie nell'acido probabilmente appartiene a qualche associazione mafiosa non certo ad una gang giovanile che per affermarsi ha bisogno di notorietà e non di silenzio. Ci sono dinamiche universalmente note ma tendenzialmente poco attenzionate da chi pretende di fare informazione. Di certo l'immissione incontrollata e quindi non gestita di una quantità considerevole di persone di estrazione sociale provenienza e cultura profondamente diversa non può non avere un impatto in una società consolidata e fondata per la sua gran parte sul rispetto atavico delle regole. Anche questo fatto non riconoscerlo denota poca imparzialità. Probabilmente chiunque in determinate condizioni di vita arriverebbe a compiere reati pur di sopravvivere e non è questione di colore della pelle o di etnia o di religione ma solo questione di necessità a cui far fronte. Vivendo poi in una società apparentemente opulenta e di non facile comprensione per uno che non ci è mai vissuto ed è cresciuto lontano da tutto, la frustrazione aumenta in modo esponenziale. Poi si i reati li compie chiunque è vero ma a determinate condizioni diventa solo una scusa su cui trincerarsi per non affrontare i problemi e lasciare agli altri gli effetti, con sano egoismo di chi critica e giudica dalla propria torre d'avorio.
„Za wolność waszą i nasza”

Avatar utente
alekosds
Biało-czerwony
Biało-czerwony
Messaggi: 318
Iscritto il: martedì 13 marzo 2012, 13:57

Re: Accoglienza dei migranti

#288 Messaggio da alekosds » giovedì 28 dicembre 2017, 11:41

Baldy ha scritto:
mercoledì 27 dicembre 2017, 12:07
Ci sono dati che nessuno raccoglierà mai, perchè difficilmente confutabili. La religione, l'etnia e la provenienza influiscono e tanto nei comportamenti delle persone, ciò che per te un determinato comportamento è inaccettabile per un'altra etnia, religione, provenienza è assolutamente normale. Non riconoscere questo vuol dire non essere imparziali nei propri giudizi.
Non ho detto di essere imparziale... anzi ammetto di non esserlo, anch'io nel mio piccolo ho trovato molte differenze culturali da quando sono immigrato cio' non significa che io sia uguale a tutti gli altri italiani presenti in Polonia.
Sai quali sono le nomee che abbiamo qui? A me non lusinga affatto essere paragonato a tanti altri italiani (come ad altri potrebbe non lusingare il fatto di essere paragonati a me).
A me non fa piacere essere il "siciliano quindi mafioso". Io non ho nulla da spartire con quelle bestie e sentire di queste equazioni mi da fastidio.
Baldy ha scritto:
mercoledì 27 dicembre 2017, 12:07
Se c'è qualcuno che ti scioglie nell'acido probabilmente appartiene a qualche associazione mafiosa non certo ad una gang giovanile che per affermarsi ha bisogno di notorietà e non di silenzio. Ci sono dinamiche universalmente note ma tendenzialmente poco attenzionate da chi pretende di fare informazione.
Cosa centra? Qui non stiamo parlando di sociologia criminale. I miei riferimenti sono stati postati sulla questione luoghi comuni legati alla provenienza.
Baldy ha scritto:
mercoledì 27 dicembre 2017, 12:07
Di certo l'immissione incontrollata e quindi non gestita di una quantità considerevole di persone di estrazione sociale provenienza e cultura profondamente diversa non può non avere un impatto in una società consolidata e fondata per la sua gran parte sul rispetto atavico delle regole. Anche questo fatto non riconoscerlo denota poca imparzialità.
Rispetto atavico delle regole?!?!?!
Baldy ha scritto:
mercoledì 27 dicembre 2017, 12:07
Probabilmente chiunque in determinate condizioni di vita arriverebbe a compiere reati pur di sopravvivere e non è questione di colore della pelle o di etnia o di religione ma solo questione di necessità a cui far fronte. Vivendo poi in una società apparentemente opulenta e di non facile comprensione per uno che non ci è mai vissuto ed è cresciuto lontano da tutto, la frustrazione aumenta in modo esponenziale. Poi si i reati li compie chiunque è vero ma a determinate condizioni diventa solo una scusa su cui trincerarsi per non affrontare i problemi e lasciare agli altri gli effetti, con sano egoismo di chi critica e giudica dalla propria torre d'avorio.
Non riesco a capire cosa intendi. La criminalita' nasce in condizioni di disagio e denigrazione ed e' ovvio che le soluzioni proposte fino ad adesso non siano sufficienti. Andrebbero implementate. La mia rabbia nasce dal fatto che questa questione e', continuamente, affrontata guardando solo i luoghi comuni.
Per esempio: parlare di "invasione islamica" o "emigrazione islamica" e' una grossa fesseria in quanto non sai di che religione sono gli immigrati che arrivano. Sarebbe come parlare di emigrazione cattolica quella degli italiani in Polonia e non mi pare che siamo tutti cattolici.
Luoghi comuni e generalizzazioni non aiutano ad affrontare il problema come non aiuta il buonismo esasperato.
"Se la gente dovesse scegliere tra la libertà e i sandwiches, sceglierebbe i sandwiches” John Boyd Orr

GioJos
Italo-Polacco ad honorem
Italo-Polacco ad honorem
Messaggi: 589
Iscritto il: sabato 30 giugno 2012, 20:30

Re: Accoglienza dei migranti

#289 Messaggio da GioJos » giovedì 28 dicembre 2017, 17:42

alekosds ha scritto:
giovedì 28 dicembre 2017, 11:41
da quando sono immigrato cio' non significa che io sia uguale a tutti gli altri italiani presenti in Polonia.
Sai quali sono le nomee che abbiamo qui? A me non lusinga affatto essere paragonato a tanti altri italiani
Sì, appunto. Con la nomea che abbiamo noi italiani, siamo gli ultimi a potersi permettere simili discorsi discriminatori
Baldy ha scritto:
mercoledì 27 dicembre 2017, 12:07
Vivendo poi in una società apparentemente opulenta e di non facile comprensione per uno che non ci è mai vissuto ed è cresciuto lontano da tutto, la frustrazione aumenta in modo esponenziale. Poi si i reati li compie chiunque è vero ma a determinate condizioni diventa solo una scusa su cui trincerarsi per non affrontare i problemi e lasciare agli altri gli effetti, con sano egoismo di chi critica e giudica dalla propria torre d'avorio.
C'è un termine che sintetizza tutto in maniera egregia. E non è egoismo.
Si chiama (senso di) umanità.
E come dice il nome, si riferisce agli esseri umani. Con i loro pregi e i loro difetti. Con tutti i pro e tutti i contro. Se ci fossero solo pro, allora si potrebbe essere altruisti anche da egoisti.
Ma siccome ci sono anche i contro...

Ciò detto, noto che sulla questione ponte umanitario qualcosa si sta muovendo
http://video.sky.it/news/cronaca/ponte- ... 389672.vid
Era ora!

Avatar utente
Baldy
Biało-czerwony
Biało-czerwony
Messaggi: 401
Iscritto il: sabato 28 giugno 2014, 12:40

Re: Accoglienza dei migranti

#290 Messaggio da Baldy » venerdì 29 dicembre 2017, 8:44

..ultime code di propaganda elettorale, goffi tentativi di cercare consensi sulla pelle delle persone. Uno dei peggiori ministri degli interni di questi ultimi anni, nominato come premio per "anzianità" dopo anni e anni di sottosegretariato. Se tu pensi che certe scelte vengano fatte per "umanità" o per "bontà" sei completamente fuori strada, siete completamente fuori strada. Ogni scelta, ogni azione, ogni qualsiasi attività cela sempre motivazioni abbiette e fini ignobili. Che poi tali scelte possano in qualche modo essere anche d'aiuto a qualcuno è un effetto secondario e assolutamente non fondamentale.
Seconda cosa vorrei essere criticato per ciò che scrivo non per ciò che uno pensa io voglia dire. La semplicità di un forum è che le parole rimangono impresse e possono essere lette e rilette, ciò che non è scritto non c'è. E' facile. Mai parlato di invasione islamica o altre banalità del genere e non mi piace vedermi continuamente affibbiare affermazioni che non penso e non scrivo, è successo più volte ed ho sorvolato. Ora non sorvolerò più. Il mio ragionamento è chiaro e senza "ismi" e su quello si può discutere, non su quello che "tu pensi io dica".
Le società nordiche, Svezia Finlandia Norvegia etc etc non mi sembra che sia la culla della criminalità al contrario l'aria che si respira è quella della legalità e del rispetto delle regole, cosi come anche in Polonia dove la stragrande maggior parte non butta neanche una carta in terra (magari poi usano carbone di pessima qualità ammorbando l'aria, ma è un altro problema) esiste un rispetto delle regole a prescindere dalle sanzioni, certamente un modo di pensare profondamente diverso anche da noi , quindi immaginiamoci come uno proveniente da un paese centro africano possa comprendere determinate regole ? E' evidente che serve del tempo e delle modalità affinchè certe dinamiche siano acquisite, ma se noi non diamo ne modo ne tempo il risultato sarà quello al quale stiamo assistendo, il populismo e le destre di tutta europa avranno terreno fertile dove far crescere le loro schifose radici. Allora mi viene pensato che il comunismo ha bisogno di avere nemici per giustificare la propria esistenza e allora ben vengano gli immigrati a infiammare le anime. Altro che umanità.
„Za wolność waszą i nasza”

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti