Pericolo di perdita della democrazia in Polonia!

Messaggio
Autore
samuele192
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 1169
Iscritto il: domenica 13 maggio 2007, 21:21

Re: Pericolo di perdita della democrazia in Polonia!

#21 Messaggio da samuele192 » mercoledì 13 gennaio 2016, 14:40

Infatti il ministro Ziobro ha detto che quando PO nella parte finale dell'ultima legislatura ha ottenuto 14 giudici su 15 non ci sono state manifestazioni per la difesa della democrazia, come ci sono state nell'ultimo periodo dopo che PIS ha nominato 5 nuovi giudici.

GioJos
Italo-Polacco ad honorem
Italo-Polacco ad honorem
Messaggi: 590
Iscritto il: sabato 30 giugno 2012, 20:30

Re: Pericolo di perdita della democrazia in Polonia!

#22 Messaggio da GioJos » mercoledì 13 gennaio 2016, 18:25

Controversa non è tanto la questione dei rapporti di forza contingenti bensì la Riforma in sé. In particolare l'innalzamento del quorum di operatività, spostato dalla maggioranza semplice ai due terzi.
Ciò blocca de facto la C. Costituzionale (la tanto discussa bocciatura sul blocco delle pensioni italiane, per esempio, è passata per un solo voto).
http://www.askanews.it/nuova-europa/pol ... 694413.htm
E nessuna democrazia costituzionale può definirsi davvero tale se viene spogliata della supervisione da parte della Suprema Corte.
Non a caso, la Ue ha avviato una procedura sullo stato di diritto. Ed è la prima volta che succede...

Nimic
Esordiente - Debiutant
Esordiente - Debiutant
Messaggi: 19
Iscritto il: venerdì 25 settembre 2015, 9:06

Re: Pericolo di perdita della democrazia in Polonia!

#23 Messaggio da Nimic » mercoledì 13 gennaio 2016, 19:37

GioJos ha scritto:
Nimic ha scritto:
GioJos ha scritto:
Nimic ha scritto: Va bene essere contro il PiS e i valori che porta avanti, ma fare questi paragoni, suvvia...
Infatti non è un mio "paragone": mi sono limitato a mettere in luce il "lato B" del medesimo.
Quanto al Pis, non c'è bisogno di essere contro. Basta aspettare un po' e vedere il male che loro stessi si faranno "contro". Anzi hanno già cominciato, come i fatti in parola dimostrano
Lato B, fatti in parola ? Non capisco cosa dici.
Sì, giusto. Ho sintetizzato e ne è uscito un linguaggio criptico.
traduco.
Infatti non è un mio "paragone": mi sono limitato a mettere in luce il "lato B"
= Il parallelo con la Germania belligerante non è mio ma di Samuele. Io mi sono limitato a far notare che, se su quel piano la si voleva mettere, la si poteva interpretare anche con l'altro lato del parallelo, detto appunto il lato B, ossia che anche loro ritenevano di fare gli interessi del popolo.
Traduzione della traduzione: la presunzione - peraltro autoreferenziale a apodittica - di operare nell'interesse del popolo non può legittimare certe nefandezze.
fatti in parola
= sono i fatti di cui stiamo discutendo. Ossia quelle nefandezze testé commesse dal tanto oscuro quanto oscurantista governo in carica che hanno suscitato - giustamente!- le preoccupazioni e rimostranze tanto della Ue quanto degli Usa. Non escludo invece che abbiano trovato il plauso dell'Ugheria, della Corea del Nord e di qualche dittatorello sparso per il mondo
Prima i paragoni con i nazisti poi con la Corea del nord. Io aggiungere Pol Pot e Amin Dada, così ti risparmio la fatica di citarli nel prossimo illuminante messaggio

A proposito di luce, ci sono governi oscuranti e oscurantisti. Poi ci sono petsone autoreferenzialmente oscurate in testa. E pure apoditticamente.

Avatar utente
Greenhouse
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 1210
Iscritto il: giovedì 19 aprile 2007, 22:18

Re: Pericolo di perdita della democrazia in Polonia!

#24 Messaggio da Greenhouse » mercoledì 13 gennaio 2016, 20:24

@Nimic, frequenti da poco il forum ed evidentemente non hai afferrato il mio modo di gestirlo.
Su questo spazio non consento nessuna offesa personale, di nessun tipo.
Se non hai argomenti con cui rispondere a GioJos, è meglio astenersi dai commenti.
Mi auguro che il topic torni nei ranghi.
Immagine
Se sei nuovo/a, leggi prima il regolamento e la netiquette.

Nimic
Esordiente - Debiutant
Esordiente - Debiutant
Messaggi: 19
Iscritto il: venerdì 25 settembre 2015, 9:06

Re: Pericolo di perdita della democrazia in Polonia!

#25 Messaggio da Nimic » mercoledì 13 gennaio 2016, 21:46

Mi scuso, in effetti di fronte ad argomenti oggettivi ed inoppugnabili quali il paragone con la Corea del Nord rimango veramente senza argomenti, anzi proprio senza parole. In seguito mi asterró volentieri dal commentare tali fatti in parola nonché i relativi Lati B.

Avatar utente
Greenhouse
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 1210
Iscritto il: giovedì 19 aprile 2007, 22:18

Re: Pericolo di perdita della democrazia in Polonia!

#26 Messaggio da Greenhouse » giovedì 14 gennaio 2016, 9:18

Si può essere d'accordo o meno, ma non si può trascendere sul personale.
Io stesso vivo da molti anni in Polonia, non ho alcuna orientazione politica (mentre su questo topic vedo fedi politiche alla stregua del tifo da stadio che personalmente non gradisco) e sto osservando con interesse e apprensione quanto sta accadendo.
Sicuramente riforme attuali e future come quella scolastica (che mi coinvolge direttamente), lo stop al finanziamento della fecondazione in vitro, quella sulla caccia e il rischio distruzione della foresta di Białowieża non mi piacciono per niente, voglio quindi vedere cosa succede.
Ciò che mi fa rabbrividire sono le dichiarazioni della premier, sin dalla campagna elettorale, è che il futuro energetico è il carbone polacco: non c'è futuro nel carbone, la Polonia è il clamoroso punto nero dell'Europa e solo un'orientazione massiccia verso energie pulite (non nucleare) può portare a un cambiamento sia ambientale che economico.
Monitorizzo tutti i giorni lo stato dell'aria nella mia zona, il superamento del livello di PM10 è la norma, in certe città in inverno l'aria è irrespirabile (chi frequenta la Polonia lo sa bene), e invece si aprono nuove miniere, si finanziano dei carrozzoni che non rendono e che andrebbero chiusi domattina e si consente ancora di scaldare le case con inquinantissimi forni a carbone.
Quest'ultimo è un problema sottovalutato sia da questo governo, sia da quello precedente che dai polacchi stessi.
Leggendo i commenti in rete spesso si parla di "ecoterroristi", quando leggo queste affermazioni sento il mio sangue salire a temperatura di ebollizione.
Insomma, se davvero questo governo fa gli "interessi dei polacchi" allora dovrebbe interessarsi anche della loro salute.
Sui 500 zl per i figli sto cercando di farmi un'idea, da un lato trovo lo stato sociale polacco disastroso (niente TFR, niente assegni nucleo familiare, nientre 13esima e 14esima, pensioni future da fame ecc...) e potrebbe essere ritenuto questo contributo alla stregua dell'assegno per il nucleo familiare, dall'altro lato però non vorrei che questo finanziamento spinga certa gente a rimanere a casa facendo figli come conigli, staremo a vedere.
Stessa cosa per le riforme sul TK e per le telecomunicazioni, qui non vedo particolari novità rispetto a quanto è accaduto e accade in italia, tutti i governi vogliono controllare i media e lo fanno.
Invece non ho ancora capito la loro posizione sull'euro, questo è un film che voglio assolutamente vedere.
Comunque una cosa è certa, a differenza di quanto è avvenuto recentemente in Italia, può piacere o non piacere ma il governo PiS è stato democraticamente eletto e ha il diritto di governare.
Se ciò renderà la Polonia un paese migliore, allora ben venga, altrimenti saranno i polacchi stessi a decidere un nuovo cambiamento.
Immagine
Se sei nuovo/a, leggi prima il regolamento e la netiquette.

eupremioguada
Mały Małysz
Mały Małysz
Messaggi: 147
Iscritto il: martedì 23 ottobre 2007, 19:09

Re: Pericolo di perdita della democrazia in Polonia!

#27 Messaggio da eupremioguada » giovedì 14 gennaio 2016, 17:51

Ho rispetto per tutti quegli italiani che vivono e lavorano stabilmente in varie città della Polonia, leggo attentamente tutti i loro commenti e mi aiutano a capire meglio l'attuale Polonia.
Sono profondamente rattristato e deluso dalla scelta politica verso destra operata dall'elettorato polacco.Non so se l'attuale governo riuscirà a mantenere le promesse fatte durante la passata campagna elettorale.
Non so quanto tempo ancora la UE farà passare prima di ricordare alla Polonia certi obblighi e atteggiamenti in merito alle questioni riguardanti le libertà in generale, l'inquinamento, la quota di rifugiati, ecc.
In tutta questa vicenda mi sconcerta l'appoggio assoluto della Chiesa polacca all'attuale governo Non ho parole per ciò che ha dichiarato Dziwisz di recente.L'Episcopato polacco è anni luce lontano dalle idee e dalla teologia di Papa Francesco.Wojtyla si starà rivoltando da tempo nella tomba.
Ho modo di partecipare di tanto in tanto ai commenti su articoli pubblicati online da Fakty.Interia.pl e lì viene fuori , oltre alla rabbia e risentimento, l'odio , l'ignoranza e la volgarità di tantissimi commentatori polacchi verso gli ebrei, l'Occidente in generale, la Germania in particolare, gli USA ,ecc.
Mi chiedo di questo passo dove vuole andare la Polonia .Finirà con l'isolarsi da tutto e da tutti.
Greenhouse ha scritto saggiamente" Se ciò renderà la Polonia un paese migliore, allora ben venga, altrimenti saranno i polacchi stessi a decidere un nuovo cambiamento".
Una cosa è certa:l'estremizzazione di certe posizioni della Polonia non le faranno guadagnare stima , consenso e appoggio nei rapporti internazionali.
Ho iniziato a conoscere la Polonia e i polacchi nel lontano 1968 quando mi ci recai con il treno da Brindisi per conoscere la mia futura consorte .Molti polacchi mi dicevano allora e successivamente che vivevo nel Paese di Mussolini, dei fascisti, dei disoccupati, della mafia,ecc.Ho sofferto molto per gli stereotipi con i quali molti di loro ragionavano con me di varie questioni.
Non mi capacito ancora che ora loro stiano vivendo una esperienza politica agli antipodi del socialismo reale .

samuele192
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 1169
Iscritto il: domenica 13 maggio 2007, 21:21

Re: Pericolo di perdita della democrazia in Polonia!

#28 Messaggio da samuele192 » mercoledì 20 gennaio 2016, 8:07

eupremioguada ha scritto: In tutta questa vicenda mi sconcerta l'appoggio assoluto della Chiesa polacca all'attuale governo Non ho parole per ciò che ha dichiarato Dziwisz di recente.L'Episcopato polacco è anni luce lontano dalle idee e dalla teologia di Papa Francesco.Wojtyla si starà rivoltando da tempo nella tomba.
La Chiesa ha appoggiato PIS alle elezioni.In Chiesa qui ringraziano Dio per il presidente Duda e pregano per lui.
Posso chiederti cosa ha detto Dziwisz, ho cercato, ma non ho trovato.

Posso farti un'altra domanda: quando sei stato l'ultima volta in una chiesa polacca durante una Santa Messa ?
C'è differenza con quello che vedi in Italia ?
Dove l'episcopato polacco è lontano da Francesco ?
Oppure è Francesco che si sta allontanando ?

samuele192
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 1169
Iscritto il: domenica 13 maggio 2007, 21:21

Re: Pericolo di perdita della democrazia in Polonia!

#29 Messaggio da samuele192 » mercoledì 20 gennaio 2016, 12:28

Simpatico l'intervento di Korwin ieri al Parlamento Europeo:
http://www.tvp.info/23654718/korwinmikk ... lo-co-chce

eupremioguada
Mały Małysz
Mały Małysz
Messaggi: 147
Iscritto il: martedì 23 ottobre 2007, 19:09

Re: Pericolo di perdita della democrazia in Polonia!

#30 Messaggio da eupremioguada » mercoledì 20 gennaio 2016, 20:11

Samuele 192, fai troppe domande, sei schierato partiticamente e, anche se vivi ora in Polonia, noto che non vuoi o non riesci ad essere obbiettivo sulle cose polacche.Non so quanti anni tu abbia.Comunque , ho piacere lo stesso a leggerti.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite