Pagina 23 di 23

Re: Pericolo di perdita della democrazia in Polonia!

Inviato: giovedì 21 dicembre 2017, 17:43
da GioJos
Comunque sia, resta il fatto che l'attuale (s)Governo è riuscito a fare attivare una procedura d'infrazione che mai era stata attivata prima. E già questo la dice lunga.
Quanto alla frattura che si potrebbe creare tra il popolo polacco e il "sentirsi europei" sono d'accordo: è un rischio reale. Di cui va considerato responsabile solo e unicamente l'esecutivo in carica. E sarebbe un disastro

Re: Pericolo di perdita della democrazia in Polonia!

Inviato: giovedì 21 dicembre 2017, 18:12
da samuele192
Responsabile della frattura con l'UE e' l'opposizione totale (PO+N: cosi si e' definita da sola: ''ulica i za granica'') che ha portato lo scontro in UE da subito dopo aver perso le elezioni, ha scritto la risoluzione al PE contro la Polonia.
Per altri (pochi) l'opposizione sono patrioti.

Punti di vista. Per me sono patrioti come quelli del 1792 della Confederazione di Targowica che hanno invitato l'esercito russo in Polonia mettendo fine all'indipendenza polacca.

Mai voi credete veramente che la Commissione Europea voglia sanzionare la Polonia perche' e' in pericolo lo stato di diritto ? Non ci sono le condizioni giuridiche per sanzionare la Polonia.
Non pensate che possano essere altri i motivi ?
Per esempio non vogliono una Polonia che difenda i propri interessi (come sta facendo adesso) ma preferiscono una Polonia ''molla'' come quella di Tusk.
Inoltre l'anno prossimo devono decidere sui fondi europei da dividere tra i vari stati e siccome manchera' il Regno Unito la torta da dividere sara' piu' piccola e cosi hanno un buon pretesto per dare meno soldi alla Polonia, che era quella che riceva di piu' dall'UE.

La totale opposizione vuole sanzionare la Polonia perche' e' a rischio lo stato di diritto ?
Mi viene da ridere.

Sono a rischio i ''loro'' tribunali liberi (non mi ripeto ho gia' scritto dei vari Gerdorf,Zurek)
Aggiungo; il figlio del regime comunista Igor Tuleya che non ha avuto alcun problema di dire che ha partecipato a manifestazioni contro il governo (i guidici non possono partecipare ad alcuna manifestazione politica lo dice la Costituzione polacca)
al quale e' stata assegnata (guarda caso) la pratica riguardante la seduta del Parlamento dell'anno scorso nella quale secondo l'opposizione non c'era il numero legale.
Igor Tuleya dovra' decidere sulla pensione che prende sua madre, che Pis ha deciso di tagliare.
Nessun conflitto di interessi.

Credo che stavolta sara' difficile smontare tutto quanto ho scritto.
Buon Natale a tutti.

PS: Peccato che in questo forum (che e' anche l'unico credo) scrivano solo 4/5 persone sui 3.000 e passa italiani che abitano in Polonia su argomenti importanti come questi dell'attualita'.

Re: Pericolo di perdita della democrazia in Polonia!

Inviato: venerdì 22 dicembre 2017, 18:11
da GioJos
Interessante. Si fa il diavolo a quattro per andare al Governo e determinare così l'indirizzo da dare al Paese, ma se quell''indirizzo porta in luoghi pericolosi la colpa è dell'opposizione. E' una storia che ho già sentito in Italia: indovina da chi? :mrgreen:
Per il resto, non cadermi nel complottismo dai! vanno bene le posizioni politiche diverse, anzi sono necessarie e io le rispetto tutte, anche se contrasto quelle a me avverse: ma il complottismo è una cosa infantile, se non proprio demenziale.

Credi davvero che la UE ce l'abbia con la Polonia? Quindi quando mette sotto la lente l'Italia per i conti economici (quasi sempre) chissà cosa c'è dietro, giusto?

Concordo invece sul rammarico circa il disinteresse di tanti italiani in PL per questi argomenti. Ma vale anche per gli italiani in Italia e i polacchi in PL.
Purtroppo per alcuni non occuparsi o interessarsi di politica equivale a prendere le distanze dalla malapolitica: non si rendono conto che invece equivale a una resa senza condizioni (almeno chi se ne interessa e si schiera una qualche condizione la mette, anche se non sarà quella che salverà il mondo).

Buon Natale anche a te. E a tutti

Re: Pericolo di perdita della democrazia in Polonia!

Inviato: venerdì 22 dicembre 2017, 18:32
da patos
Caro samuele,ti mando questo elzeviro come regalo di Natale:

http://espresso.repubblica.it/internazi ... refresh_ce

Non commento perchè con te al centro dei 4 che scrivono, c'è sempre il fallo,non l'organo genitale il fallo sportivo, che costringe l'arbitro a fischiare ed interrompere la partita,pardon la discussione.

Con l'occasione auguro : a te, ,a jos, greenhouse,ed a tutti gli uomini di pace :BUON NATALE.

Re: Pericolo di perdita della democrazia in Polonia!

Inviato: sabato 23 dicembre 2017, 19:12
da samuele192
Dove e' il problema che Morawieczki vuole "recristianizzare" l'Europa ?
Se non fossi cattolico comunque preferirei un Europa cristiana rispetto ad un Europa islamica.

Per Le Figaro la decisione della Commissione Europea contro la Polonia e' una ingiustizia:
https://www.tvp.info/35334491/le-figaro ... demokracji

„Czy polscy politycy zostali aresztowani lub znowu zatrzymano demonstracje, stosując nieproporcjonalną siłę? Nie, to wydarzyło się w Hiszpanii.
Może dlatego, że dziennikarka, która oskarżyła żonę premiera, że ma konto w Panamie, gdzie przelewała łapówki, zginęła w eksplozji swojego samochodu? Nie, to zdarzyło się na Malcie, przekształconej w »wyspę mafijną«, jak mówią synowie ofiary”
„Być może Polska zdecydowała się wprowadzić politykę energetyczną, która zagraża bezpieczeństwu całej Europy Środkowej i narusza prawodawstwo określone przez Brukselę? Nie, to Niemcy.
Być może od lat nie spełnia kryteriów z Maastricht i w 2018 roku pobije rekord zadłużenia, najwyższego w UE? Nie, tym razem to my – dodaje i podkreśla, że „po raz pierwszy w historii Komisja Europejska uruchomiła art. 7”, ale polskie „»ryzyko« naruszenia ma być szczególnie poważne".

„Zauważcie dobrze, że Komisja mówi o ryzyku i niepokojach. Nie ma tam faktycznych dowodów ze strony Komisji o naruszeniu państwa prawa?” – wyraża swoje zdziwienie autor. Pierwsze z zaleceń dotyczy Sądu Najwyższego. „Nowe polskie prawo przewiduje, że sędziowie w wieku ponad 65 lat automatycznie mają przejść na emeryturę. Implikuje to, że sędziowie urodzeni w latach 50. i ci, którzy byli sędziami w czasach reżimu komunistycznego, mają być wzięci na cel”.
Edery wskazuje, że ta sama ustawa pozwala obywatelom, którzy byli ofiarami niesprawiedliwych procesów domagać się rewizji. „Przedstawiony tu cel jest dwojaki: zdekomunizować ostatnią polską władzę, której nie było w momencie upadku muru, i odnowić władzę sądowniczą uważaną za nepotyczną”
Odnośnie zalecenia Komisji w kwestii Krajowej Rady Sądownictwa Edery tłumaczy: „Jak dotąd spośród 25 sędziów Krajowej Rady Sądownictwa, 15 było wyznaczanych przez innych sędziów bez żadnej kontroli obywateli

Re: Pericolo di perdita della democrazia in Polonia!

Inviato: martedì 2 gennaio 2018, 15:34
da Greenhouse
Eccomi di ritorno dopo un viaggio in Italia privo di connessione e con un'influenza che mi ha messo pesantemente KO.
Innanzi tutto, auguro un buon anno agli amici forumisti, con tanta salute e tante soddisfazioni.
Allora, come promesso, seppur a scoppio ritardato, distruggo per l'ennesima volta i proseliti dell'amico samuele.
Fatto questo, però dedicherò meno tempo ai dibattiti sull'attualità, in quanto, come già detto in precedenza, intendo dedicare il mio tempo ai viaggi e alla natura in Polonia, la finalità del sito è sempre più rivolta ad essa.
samuele192 ha scritto: @Greenhouse:
Direi che sei poco informato, oppure ti informi male.
Posso chiederti quali sono le tue fonti di informazione. Solo GW ?
Quale e' il tuo modello in Polonia,se ne hai uno ? Ascolterai qualcuno ?
Dirigendo un'azienda e avendo a che fare, tutti i giorni, con operai e imprenditori polacchi da tutto il paese, credo di avere delle buone fonti.
GW lo leggo tutti i giorni come WP, onet, wprost, DZ ecc....direi che il funzionamento dei quotidiani polacchi è alla stregua di quelli italiani.
Riguardo il mio modello, ne ho già parlato tanto nei post precedenti, non sto a ripetermi.
samuele192 ha scritto: 1- Sono favorevole alla riforma della giustizia: quando sento gente che ha combattuto in Solidarność, e' stata in prigione e appoggia la riforma.
Quando i comunisti e i traditori (per me:Walesa,Adam Michnik, Wojciech Jaruzelski e' morto ma e' un traditore,ecc) la combattono significa che la riforma e' giusta.
Gli ex-comunisti non sono mai stati condannati, gli ex-giudici comunisti sono ancora al loro posto e fanno anche politica (anche contro la Costituzione che dicono di difendere!).A te va bene ?
A te la giustizia va bene come e' adesso, con i giudici che non sono vogliono mandare a casa gli incapaci e i guidici disononesti ?
Sei rimasto alla legge di Luglio, Ziobro non sceglie nessun giudice. I giudici vengono sorteggiati nella legge firmata a Luglio da Duda.
Ok quindi la chiave è questa, togliere i "comunisti" per metterci i compari dell'attuale governo.
Mi sembra la fine di tutte le romantiche rivoluzioni (tipo Cuba e Vietnam), sradicare il vecchio totalitarismo per instaurarci il nuovo, sarebbe questa la dobra zmiana?
Il potere legislativo, di fatto va sotto il potere politico, poi possiamo discutere della rava e della fava quanto vogliamo.
samuele192 ha scritto: 2- Dove e' che esaltano l'ultranazionalismo ? Lo sai che i nazionalisti criticano molto PiS ? Lo sai che esponenti di PiS vogliono degalizzare ONR (questo forse e' un modo per esaltarlo) ?
Devo davvero commentare le tue affermazioni? O forse viviamo in due paesi diversi?
samuele192 ha scritto: 3- Dici di non usare slogan ? Suora adesso prete. Complimenti.
samuele192 ha scritto: Dove e' il problema che Morawieczki vuole "recristianizzare" l'Europa ?
Se non fossi cattolico comunque preferirei un Europa cristiana rispetto ad un Europa islamica.
I complimenti dovresti farli al nuovo premier, è lui che ha parlato della "recristianizzazione" dell'Europa.
Io trovo queste affermazioni non da premier di un paese occidentale.
Fino a prova contraria, la Polonia è un paese laico, di conseguenza, lui non ha niente da "recristianizzare", non è il papa.
Supponiamo che il sottoscritto, restio a qualsiasi forma di religione, non voglia essere recristinanizzato, che mi succede?
samuele192 ha scritto: 4- La differenza fondamantale tra prima e da due anni e' che adesso c'e' veramente un governo indipendente che non compra elicotteri che non volano per avere il seggio alla presidenza europea.
Un governo che pensa alle persone normali.
Siiii, e soprattutto, chiù pilu pi tutti!!
Innanzi tutto, il bando per gli elicotteri non l'ha aperto Macierewicz?
Non che abbia seguito un granchè la vicenda, però mi sembra logico non comprare elicotteri che non volano.
Riguardo le persone "normali", qual è il tuo concetto di persona "normale"? Lo sai che gay, lesbiche, gender nonchè appartenenti a differenti razze e religioni sono persone normali?
Lo sai che le donne favorevoli all'aborto nonchè le persone dello stesso stesso che vogliono unirsi civilmente sono persone normali?
samuele192 ha scritto: 5- La normalita' e' che torni la corruzione dei tempi di PO-PSL. Io spero non torni.
Lo sai che CBA (da due anni non e' sotto il controllo di Tusk) ha fermato il figlio di un senatore di PiS per corruzione e il senatore ha rinunciato all'immunita'.
CBA non e' sotto il controllo del governo come ai tempi del precedente governo (Amber Gold) _
E allora? Non siamo in Italia.
La normalità è uno Stato sovrano che faccia l'interesse dei cittadini, TUTTI.
samuele192 ha scritto: 6- Come il paese puo' tornare alla ''tua normalita''' con un'opposizione inesistente ?
Come in Italia, si dovrebbe scegliere il solito "male minore", ovvero votare turandosi il naso.
Non è un granchè come prospettiva.
samuele192 ha scritto: 7- Torniamo alla normalita' della commissione Miller su Smolensk
Si, facciamogli fare tutte le commissioni che vogliono, dopotutto prima si chiude il discorso, meglio è per tutti.
samuele192 ha scritto: 8- Mi arrampico sugli specchi....
Io parlo di fatti, tu slogan.
I cattolici praticanti in Polonia dicono sono il 30%, Pis ha secondo i sondaggi di FAKT il 50% adesso...
Io ancora vedo arrampicate sugli specchi.
Ricordati sempre una cosa, le elezioni non sono mai specchio della volontà del paese, mai.
PiS alle ultime elezioni ha preso 5.7 mln di voti su 15 mln di votanti, i polacchi sono 38 mln.
Significa che il primo partito è e resta il non voto, per cui, scordati maggioranze bulgare inesistenti.
Poi non capisco cosa vuoi dire con le tue %.