Pericolo di perdita della democrazia in Polonia!

Messaggio
Autore
Avatar utente
alekosds
Biało-czerwony
Biało-czerwony
Messaggi: 318
Iscritto il: martedì 13 marzo 2012, 13:57

Re: Pericolo di perdita della democrazia in Polonia!

#41 Messaggio da alekosds » lunedì 30 maggio 2016, 12:58

WlocH:

Prima di rispondere ho letto tutti i commenti e ho scritto le mie considerazioni su tutti i punti discussi (non ho tirato fuori all'improvviso quest'argomento).

Se leggi il mio commento non ho trattato solo l'argomento religioso ma anche quello politico con cui si e' partiti.

Non voglio fare lezioni di catechismo ho descritto le mie sensazioni e a Messa vado ogni domenica (e anche piu' volte la settimana se lo ritengo necessario).

Non aggiungo altro visto che poi si esce fuori tema e il buon moderatore ci.... :mazza: ... sgrida :D

P.S. non sono daccordo con Samuele... ma, tranquilli, non pretendo di aver ragione.
"Se la gente dovesse scegliere tra la libertà e i sandwiches, sceglierebbe i sandwiches” John Boyd Orr

GioJos
Italo-Polacco ad honorem
Italo-Polacco ad honorem
Messaggi: 589
Iscritto il: sabato 30 giugno 2012, 20:30

Re: Pericolo di perdita della democrazia in Polonia!

#42 Messaggio da GioJos » lunedì 30 maggio 2016, 17:52

samuele192 ha scritto: Posso dire che non sono cattolico come alcuni premier e presidenti italiani che si definiscono cattolici e approvano o firmano certe leggi.
Mi par di capire che tu ti riferisca alla recente legge sulle Unioni Civili, giusto?
E, se la risposta è sì e giusto per tornare al tema del thread, probabilmente sei d'accordo con la recente stretta che il Governo polacco ha applicato sulla Fivet (*), intuisco bene?


* Fivet = Fecondazione assistita

satobato
Esordiente - Debiutant
Esordiente - Debiutant
Messaggi: 4
Iscritto il: mercoledì 1 giugno 2016, 17:08

Re: Pericolo di perdita della democrazia in Polonia!

#43 Messaggio da satobato » mercoledì 1 giugno 2016, 17:26

Greenhouse ha scritto:Si può essere d'accordo o meno, ma non si può trascendere sul personale.
Io stesso vivo da molti anni in Polonia, non ho alcuna orientazione politica (mentre su questo topic vedo fedi politiche alla stregua del tifo da stadio che personalmente non gradisco) e sto osservando con interesse e apprensione quanto sta accadendo.
Sicuramente riforme attuali e future come quella scolastica (che mi coinvolge direttamente), lo stop al finanziamento della fecondazione in vitro, quella sulla caccia e il rischio distruzione della foresta di Białowieża non mi piacciono per niente, voglio quindi vedere cosa succede.
Ciò che mi fa rabbrividire sono le dichiarazioni della premier, sin dalla campagna elettorale, è che il futuro energetico è il carbone polacco: non c'è futuro nel carbone, la Polonia è il clamoroso punto nero dell'Europa e solo un'orientazione massiccia verso energie pulite (non nucleare) può portare a un cambiamento sia ambientale che economico.
Monitorizzo tutti i giorni lo stato dell'aria nella mia zona, il superamento del livello di PM10 è la norma, in certe città in inverno l'aria è irrespirabile (chi frequenta la Polonia lo sa bene), e invece si aprono nuove miniere, si finanziano dei carrozzoni che non rendono e che andrebbero chiusi domattina e si consente ancora di scaldare le case con inquinantissimi forni a carbone.
Quest'ultimo è un problema sottovalutato sia da questo governo, sia da quello precedente che dai polacchi stessi.
Leggendo i commenti in rete spesso si parla di "ecoterroristi", quando leggo queste affermazioni sento il mio sangue salire a temperatura di ebollizione.
Insomma, se davvero questo governo fa gli "interessi dei polacchi" allora dovrebbe interessarsi anche della loro salute.
Sui 500 zl per i figli sto cercando di farmi un'idea, da un lato trovo lo stato sociale polacco disastroso (niente TFR, niente assegni nucleo familiare, nientre 13esima e 14esima, pensioni future da fame ecc...) e potrebbe essere ritenuto questo contributo alla stregua dell'assegno per il nucleo familiare, dall'altro lato però non vorrei che questo finanziamento spinga certa gente a rimanere a casa facendo figli come conigli, staremo a vedere.
Stessa cosa per le riforme sul TK e per le telecomunicazioni, qui non vedo particolari novità rispetto a quanto è accaduto e accade in italia, tutti i governi vogliono controllare i media e lo fanno.
Invece non ho ancora capito la loro posizione sull'euro, questo è un film che voglio assolutamente vedere.
Comunque una cosa è certa, a differenza di quanto è avvenuto recentemente in Italia, può piacere o non piacere ma il governo PiS è stato democraticamente eletto e ha il diritto di governare.
Se ciò renderà la Polonia un paese migliore, allora ben venga, altrimenti saranno i polacchi stessi a decidere un nuovo cambiamento.
Ciao a tutti, Greenhouse ti volevo chiedere se mi puoi dare una mano a raccogliere qualche notizia certa riguardo la recente decisione del Ministero dell'ambiente polacco sul disboscamento della foresta di Białowieża. Dal tuo post non c'era già da stare sereni a gennaio... :(

Avatar utente
Greenhouse
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 1209
Iscritto il: giovedì 19 aprile 2007, 22:18

Re: Pericolo di perdita della democrazia in Polonia!

#44 Messaggio da Greenhouse » giovedì 2 giugno 2016, 8:37

Ciao satobato,

hai già aperto un topic in merito, ovviamente sia io che gli altri forumisti avremo cura di discutere sull'argomento.
Se ti può interessare, anni fa abbiamo parlato di una zona non molto lontana da Białowieża, ovvero della valle del Rospuda, tanto per capire come vanno certe cose in Polonia.
Finito l'offtopic, direi di tornare sull'argomento come da titolo.
Immagine
Se sei nuovo/a, leggi prima il regolamento e la netiquette.

samuele192
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 1165
Iscritto il: domenica 13 maggio 2007, 21:21

Re: Pericolo di perdita della democrazia in Polonia!

#45 Messaggio da samuele192 » giovedì 15 dicembre 2016, 13:25

Ieri al Parlamento Europeo c'e' stato il dibattito riguardante la situazione della Polonia.
Il parlamento era semi deserto, segno del grande interesse e preoccupazione che ha l'Europa per la questione polacca.
Il parlamentare PO Lewandowski ha detto che l'Europa che guarda Aleppo dovrebbe guardare cosa succede nelle strade di Varsavia!

https://www.youtube.com/watch?v=Xe028S7gQkU

Avatar utente
WlocH
Biało-czerwony
Biało-czerwony
Messaggi: 477
Iscritto il: giovedì 29 gennaio 2009, 20:02

Re: Pericolo di perdita della democrazia in Polonia!

#46 Messaggio da WlocH » giovedì 15 dicembre 2016, 14:58

Una vergogna! Lo si dovrebbe mandare ad Aleppo!
Io a Varsavia ci vivo e mi dissocio da questo isterismo!
I'm just living the dream! :-P

Avatar utente
alekosds
Biało-czerwony
Biało-czerwony
Messaggi: 318
Iscritto il: martedì 13 marzo 2012, 13:57

Re: Pericolo di perdita della democrazia in Polonia!

#47 Messaggio da alekosds » sabato 17 dicembre 2016, 15:59

http://it.euronews.com/2016/12/17/il-go ... parlamento

Da un partito che si chiama Diritto e Giustizia ti aspetti altri comportamenti.

Questi atteggiamenti semi-dittatoriali mi ricordano il periodo piu' basso dell'era Berlusconiana in Italia... una massa di persone che, per evitare di perdere la poltrona, fanno quello che dice il granCapo.
"Se la gente dovesse scegliere tra la libertà e i sandwiches, sceglierebbe i sandwiches” John Boyd Orr

samuele192
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 1165
Iscritto il: domenica 13 maggio 2007, 21:21

Re: Pericolo di perdita della democrazia in Polonia!

#48 Messaggio da samuele192 » sabato 17 dicembre 2016, 18:08

Jaroslav Kazynski (su Euronews non sono capaci di scrivere correttamente Jarosław Kaczyński):
''In molti paesi europei che voi citate a esempio di democrazia ci sono restrizioni all’accesso in Parlamento per la stampa anche più severe di quanto proponiamo noi. Per noi si tratta solo di ristabilire l’ordine''

Complimenti per il paragone!
Berlusconi e Kaczynski sono proprio la fotocopia.

Dove era l'Europa quando PO aveva 14 su 15 guidici della Corte Costituzionale ??

Il dibattito sulla Polonia al PE:
- 4 prostitute intellettuali del nord Europa che rompevano alla Polonia per la legge sul divieto di aborto. La legge non e' passata.Cosa ancora rompono alla Polonia.
Ogni stato dell'Europa ha liberta' su questi temi.
Su questo dovresti attaccare PiS caro Ale (come ha fatto Cejrowski in questo caso). PiS aveva promesso una legge in campagna elettorale e non hanno avuto il coraggio di farla.
Kaczynski e' cosi dittatore che non e' riuscito a fare la legge, come Berlusconi che legiferava sugli interessi delle sue aziende e sulla sua persona
-socialisti ed ex-comunisti e comunisti che non hanno ancora digerito che le elezioni in Polonia le ha vinte la Destra.
Alla sinistra piace dare lezioni agli altri sulla democrazia (deputato dell'UK)
- liberali (lasciamo stare, basta guardare l'olandese e non c'e' bisogno di aggiungere nulla)
La verita' e' che la Polonia e' mal vista da questi personaggio perche' e' un paese cattolito ed al governo adesso c'e' un partito di ispirazione cattolica (caro Ale)

Riguardo PO e N amano cosi tanto la Polonia (sono interessati alla democrazia!) che parlano male del loro paese all'estero.
I panni sporchi non si lavano a casa ?

Avatar utente
alekosds
Biało-czerwony
Biało-czerwony
Messaggi: 318
Iscritto il: martedì 13 marzo 2012, 13:57

Re: Pericolo di perdita della democrazia in Polonia!

#49 Messaggio da alekosds » sabato 17 dicembre 2016, 23:01

samuele192 ha scritto:Jaroslav Kazynski (su Euronews non sono capaci di scrivere correttamente Jarosław Kaczyński):
''In molti paesi europei che voi citate a esempio di democrazia ci sono restrizioni all’accesso in Parlamento per la stampa anche più severe di quanto proponiamo noi. Per noi si tratta solo di ristabilire l’ordine''
Se ci facesse sapere quali sono i paesi che intende e quali sono le restrizioni potremmo capire se sono peggio o meglio.
Sulla frase dell'ordine e' meglio calare un velo pietoso.
L'idea di "ordine" che ho io e' molto differente da quella di mia moglie, non per questo ci impediamo di confrontarci sul tema.


samuele192 ha scritto:Complimenti per il paragone!
Berlusconi e Kaczynski sono proprio la fotocopia.
a parte i bungabunga...
In effetti come primo paragone m'era venuto Andreotti... Ma il nostro "puparo" si circondava di delinquenti comuni, la situazione polacca non mi sembra la stessa, il confronto con i vari governi Berlusconi mi sembra piu' opportuno.


samuele192 ha scritto:Dove era l'Europa quando PO aveva 14 su 15 guidici della Corte Costituzionale ??
in Europa... la questione dei Giudici Costituzionali sembra come quella delle toghe rosse (indovina chi l'ha detta?)


samuele192 ha scritto:Il dibattito sulla Polonia al PE:
- 4 prostitute intellettuali del nord Europa che rompevano alla Polonia per la legge sul divieto di aborto. La legge non e' passata.Cosa ancora rompono alla Polonia.
Ogni stato dell'Europa ha liberta' su questi temi.
Su questo dovresti attaccare PiS caro Ale (come ha fatto Cejrowski in questo caso). PiS aveva promesso una legge in campagna elettorale e non hanno avuto il coraggio di farla.
Kaczynski e' cosi dittatore che non e' riuscito a fare la legge, come Berlusconi che legiferava sugli interessi delle sue aziende e sulla sua persona
-socialisti ed ex-comunisti e comunisti che non hanno ancora digerito che le elezioni in Polonia le ha vinte la Destra.
Alla sinistra piace dare lezioni agli altri sulla democrazia (deputato dell'UK)
- liberali (lasciamo stare, basta guardare l'olandese e non c'e' bisogno di aggiungere nulla)
La verita' e' che la Polonia e' mal vista da questi personaggio perche' e' un paese cattolito ed al governo adesso c'e' un partito di ispirazione cattolica (caro Ale)
Una legge che regolamenta l'IVG ci vuole e dev'essere frutto di mediazione tra le varie istanze, non credo possa essere una cosa imposta per ideologia, che sia ideologia Liberista o che sia Credo religioso.


samuele192 ha scritto:Riguardo PO e N amano cosi tanto la Polonia (sono interessati alla democrazia!) che parlano male del loro paese all'estero.
I panni sporchi non si lavano a casa ?
Quando fai parte di un ente piu' grande i panni sporchi non li lavi piu' solo a casa vedi il caso Turchia per il quale si sono giustamente bloccate le trattative per l'ingresso in Europa.



Dopo queste rapide risposte cerco di spiegarmi meglio: da un partito che si chiama Diritto e Giustizia non mi aspetto che abbandoni l'aula ufficiale delle discussioni e vada ad approvarsi la legge di Bilancio dello Stato in un'aula dove sono soli quelli della maggioranza.
L'opposizione e' una rappresentanza del popolo che il governo dovrebbe tutelare per intero. Quando si fa una manifestazione (giusta o sbagliata che sia la motivazione) e' corretto parlarne. Chiudere le bocche cacciando fuori dall'aula un deputato che aveva esposto un foglio scritto (e che lo ha ritirato quando gli e' stato chiesto dal presidente del'aula) e' da regime che non discute ma impone.
"Se la gente dovesse scegliere tra la libertà e i sandwiches, sceglierebbe i sandwiches” John Boyd Orr

samuele192
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 1165
Iscritto il: domenica 13 maggio 2007, 21:21

Re: Pericolo di perdita della democrazia in Polonia!

#50 Messaggio da samuele192 » sabato 17 dicembre 2016, 23:35

Hai fatto un ragionamento da Andreotti sull'Interruzione volantaria di gravidanza non da cattolico.
Ti consiglio di guardare anche TVP oltre che TVN cosi ti puoi fare due idee diverse sui fatti che succedono.

La protesta di PO in parlamento e' democatica,democratico bloccare il parlamento vero ?

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti