500 +

Messaggio
Autore
Avatar utente
Baldy
Biało-czerwony
Biało-czerwony
Messaggi: 414
Iscritto il: sabato 28 giugno 2014, 12:40

Re: 500 +

#81 Messaggio da Baldy » domenica 17 settembre 2017, 19:25

Statisticamente diceva Trilussa, tu hai 3 polli ed io uno e quindi ne mangiamo due a testa. Di fatto tu ne mangi tre ed io uno. I numeri poi vanno interpretati e contestualizzati. Tutte attivita che non puo fare chi è politicamente schierato. I numeri inoltre non dicono chi sono questi nuovi nati, italiani ? Stranieri ? Le scuole stanno andando allo sfascio e le universita vanno deserte, strano no ? Con tutta sta popolazione come mai ? Forse non è solo un problema di numeri ma di nati che si integrano nel tessuto e diventano un valore aggiunto, una ricchezza, una fonte di energia.
„Za wolność waszą i nasza”

GioJos
Italo-Polacco ad honorem
Italo-Polacco ad honorem
Messaggi: 594
Iscritto il: sabato 30 giugno 2012, 20:30

Re: 500 +

#82 Messaggio da GioJos » domenica 17 settembre 2017, 22:49

Baldy ha scritto:non dicono chi sono questi nuovi nati, italiani ? Stranieri ? .
E quindi, se anche fossero stranieri? Cambia qualcosa?
Occhio che anche noi e i nostri figli, in Polonia, siamo - o possiamo essere - considerati stranieri.
Col razzismo si sa dove s'inizia, non si sa mai dove si finisce. E questa è storia, non statistica.
Quanto alle università, temo tu abbia informazioni sbagliate - con buona pace di Trilussa

Avatar utente
Baldy
Biało-czerwony
Biało-czerwony
Messaggi: 414
Iscritto il: sabato 28 giugno 2014, 12:40

Re: 500 +

#83 Messaggio da Baldy » lunedì 18 settembre 2017, 6:58

Mamma mia ho scritto stranieri ! Il razzismo che c azzecca ? Certo che sono straniero se vado all estero !! È naturale. Bisognerebbe sapere le politiche di integrazione/sovvenzione fatte da quel comune non mi stupirebbe se fossero molto "aperte" tanto da favorire l arrivo di extracomunitari. E quindi alla fine magari scopriamo che l aumento di 11 nati è dovuto a sovvenzioni date dal comune.
Si quest anno pare che i numeri delle università siano in crescita, lo dice repubblica quindi siamo in una botte di ferro, http://www.repubblica.it/scuola/2017/06 ... 167964438/
Si i dati sono dati ma occorre sempre interpretarli. Di fondo rimane che i laureati sono in percentuale tra le piu basse d europa. Bisognerebbe aprire un altro argomento molto scottante e cioè le università ma andremmo fuori tema. Di fondo ritengo che ogni politica a sostegno della famiglia sia positiva anche se ad attuarla sono quelli che non ci piacciono. Personalmente ho smesso di seguire le ideologie ma guardo i fatti, perché a chiacchiere i politici sono tutti bravi.
„Za wolność waszą i nasza”

GioJos
Italo-Polacco ad honorem
Italo-Polacco ad honorem
Messaggi: 594
Iscritto il: sabato 30 giugno 2012, 20:30

Re: 500 +

#84 Messaggio da GioJos » lunedì 18 settembre 2017, 17:44

Baldy ha scritto: Si i dati sono dati ma occorre sempre interpretarli. Di fondo rimane che i laureati sono in percentuale tra le piu basse d europa.
E come fai a dirlo? Ti affidi alla statistica? E con Trilussa e il suo allevamento di polli come risolvi? :mrgreen:

Scherzi a parte, dietro ogni cosa fatta, deve necessriamente esserci un'idea. Altrimenti si fanno cose a casaccio e\o si scade nel qualunquismo. E non è il caso di trattare quelle idee come una deriva ideologica, ché la differenza è enorme e sostanziale. Chiunque abbia un'idea di chi è, cosa cerca e cosa vorrebbe veder realizzato a livello politico e sociale, non può che schierarsi dalla parte di chi più si avvicina a queste idee (e contro chi le avversa).
Io francamente mi stupisco sempre quando viene sottolineata in maniera negativa un'appartenza o simpatia politica dichiarata: come si fa non averla? Possibile che possa essere tutto lo stesso? E, se non lo è, non è più onesto schierarsi e dichiararlo?

Chiarito questo, ti segnalo che vi è nella tua posizione espressa una profonda contraddizione. Dici che sei favorevole a politiche a sostegno della famiglia? Bene. Premesso che queste di cui al thread non lo sono (e i motivi sono stati già ampiamente esposti da tanti nelle pagine precedenti), come fai poi a scrivere:
Bisognerebbe sapere le politiche di integrazione/sovvenzione fatte da quel comune non mi stupirebbe se fossero molto "aperte" tanto da favorire l arrivo di extracomunitari. E quindi alla fine magari scopriamo che l aumento di 11 nati è dovuto a sovvenzioni date dal comune.
Sei favorevole dunque al sostegno delle sole famiglie di "colore nazionale"? :?:

Avatar utente
Baldy
Biało-czerwony
Biało-czerwony
Messaggi: 414
Iscritto il: sabato 28 giugno 2014, 12:40

Re: 500 +

#85 Messaggio da Baldy » lunedì 18 settembre 2017, 23:49

Sono a favore del sostegno ma non in modo indiscriminato. Certamente favorendo chi paga le tasse e chi rispetta le regole, certamente favorendo chi vive in questo paese da molto tempo e non da un paio di mesi, il colore della pelle non mi interessa, mi interessa che siano cittadini consapevoli e radicati.
„Za wolność waszą i nasza”

GioJos
Italo-Polacco ad honorem
Italo-Polacco ad honorem
Messaggi: 594
Iscritto il: sabato 30 giugno 2012, 20:30

Re: 500 +

#86 Messaggio da GioJos » martedì 19 settembre 2017, 17:44

Baldy ha scritto:. Certamente favorendo chi paga le tasse e chi rispetta le regole, certamente favorendo chi vive in questo paese da molto tempo e non da un paio di mesi
Non esageriamo!
Per una gravidanza servono almeno 9 mesi. Non sono mica gatti :mrgreen:

Avatar utente
Baldy
Biało-czerwony
Biało-czerwony
Messaggi: 414
Iscritto il: sabato 28 giugno 2014, 12:40

Re: 500 +

#87 Messaggio da Baldy » giovedì 28 settembre 2017, 12:45

una piccola divagazione riprendendo il discorso università....giusto a corredo di quanto scrivevo poco sopra..


http://www.ansa.it/toscana/notizie/2017 ... 2131b.html

Concorsi truccati, arrestati 7 docenti universitari. Indagato anche ex ministro Fantozzi. Il legale: 'Del tutto estraneo'
Altri 22 interdetti dalle funzioni, in tutto 59 indagati
Sette docenti universitari sono stati arrestati per reati corruttivi dalla Guardia di Finanza di Firenze, nell'ambito di un'inchiesta su concorsi truccati. Le misure sono scattate a seguito di un'ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari, disposta dal gip su richiesta dei pm fiorentini Luca Turco e Paolo Barlucchi. Altri 22 sono stati colpiti dalla misura dell'interdizione dalle funzioni di professore universitario e da quelle connesse ad ogni altro incarico accademico per la durata di 12 mesi.

Tra i docenti accusati anche l'ex ministro Augusto Fantozzi che rischia l'interdizione dalla professione di docente, in merito alla quale il gip di è riservato di decidere dopo l'interrogatorio. "Il professor Augusto Fantozzi è completamente e indubitabilmente estraneo ai fatti in contestazione", afferma l'avvocato Antonio D'Avirro, difensore di Fantozzi. "In primo luogo - argomenta il legale - perché era già andato in pensione all'epoca degli avvenimenti oggetto di indagine. La sua integrità è altresì testimoniata da una limpida e unanimemente apprezzata carriera accademica. Il professore - prosegue l'avvocato - sarà lieto di fornire tutti i chiarimenti necessari nell'incontro con i magistrati, che auspica possa avvenire il prima possibile".

Ai domiciliari sono finiti Fabrizio Amatucci, docente alla Federico II di Napoli, Giuseppe Maria Cipolla (Università di Cassino), Adriano di Pietro (Università di Bologna), Alessandro Giovannini (Università di Siena), Valerio Ficari (Università di Roma 2), Giuseppe Zizzo (Università Carlo Cattaneo di Castellanza, Varese), Guglielmo Fransoni (Università di Foggia).

Nell'inchiesta, che riguarda tutto il territorio nazionale, risultano indagate complessivamente 59 persone. Secondo quanto spiegato, le indagini sono partite dal presunto tentativo da parte di alcuni professori universitari di indurre un ricercatore, candidato al concorso per l'abilitazione scientifica nazionale all'insegnamento nel settore del diritto tributario, a ritirare la propria domanda, allo scopo di favorire un altro ricercatore, in possesso di un curriculum notevolmente inferiore, promettendogli in cambio l'abilitazione nella tornata successiva.

Le indagini, spiega la GdF in una nota, hanno consentito di accertare "sistematici accordi corruttivi tra numerosi professori di diritto tributario", - alcuni dei quali pubblici ufficiali poiché componenti di diverse commissioni nazionali nominate dal Miur -, finalizzati a rilasciare abilitazioni "secondo logiche di spartizione territoriale e di reciproci scambi di favori", per soddisfare "interessi personali, professionali o associativi". Questa mattina i finanzieri hanno eseguito oltre 150 perquisizioni domiciliari in uffici pubblici, abitazioni private e studi professionali. Per 7 docenti che figurano tra gli indagati il gip Antonio Pezzuti si è riservato la valutazione circa la misura interdittiva dalla professione all'esito dell'interrogatorio.

Secondo quanto risulta da una delle intercettazioni, venivano scelti con una "chiamata alle armi" tra i componenti della commissione giudicante, e non in base a criteri di merito, i vincitori del concorso nazionale per l'abilitazione scientifica all'insegnamento nel settore del diritto tributario. In una intercettazione uno dei docenti, componente della commissione giudicante, affermerebbe di voler favorire il suo candidato, contrapposto a quello di un collega, esercitando la sua influenza con una vera e propria "chiamata alle armi" rivolta agli altri commissari a lui più vicini.
„Za wolność waszą i nasza”

GioJos
Italo-Polacco ad honorem
Italo-Polacco ad honorem
Messaggi: 594
Iscritto il: sabato 30 giugno 2012, 20:30

Re: 500 +

#88 Messaggio da GioJos » giovedì 28 settembre 2017, 19:45

Baldy ha scritto:una piccola divagazione riprendendo il discorso università....giusto a corredo di quanto scrivevo poco sopra..
http://www.ansa.it/toscana/notizie/2017 ... 2131b.html
Una della tante distorsioni del "Sistema Italia". Questa, poi, è nota a tutti da tempo immemore. L'unica novità sta nel fatto che stavolta qualcuno ha denunciato (e ha prodotto prove).
Tuttavia, quando qualcuno prova a metter mano e riformare, questo settore così come altri, ecco che si forma uno schieramente trasversale ad avversare dette riforme perché sono contrarie al diritto, contrarie alla democrazia, contrarie allo statuto dei lavoratori (?), contrarie a tutto quanto l'universo mondo e bla bla bla.

...così non se ne esce

Avatar utente
Baldy
Biało-czerwony
Biało-czerwony
Messaggi: 414
Iscritto il: sabato 28 giugno 2014, 12:40

Re: 500 +

#89 Messaggio da Baldy » venerdì 6 ottobre 2017, 12:01

ultima divagazione...
http://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca ... e4ae7.html

"L'Italia, negli ultimi anni, ha fatto notevoli passi in avanti nel miglioramento della qualità dell'istruzione", ma forti sono le differenze nelle performance degli studenti all'interno del Paese, "con le regioni del Sud che restano molto indietro rispetto alle altre", tanto che "il divario della performance in 'Pisa'(gli standard internazionali di valutazione) tra gli studenti della provincia autonoma di Bolzano e quelli della Campania equivale a più di un anno scolastico". Così l'Ocse nel rapporto sulla 'Strategia per le competenze'.

Pochi laureati, poco preparati e 'bistrattati' - "Solo il 20% degli italiani tra i 25 e i 34 anni è laureato rispetto alla media Ocse del 30%", afferma ancora il Rapporto. Inoltre "gli italiani laureati hanno, in media, un più basso tasso di competenze" in lettura e matematica (26esimo posto su 29 paesi Ocse). Non solo, quelli che ci sono non vengono utilizzati al meglio, risultando un po' 'bistrattati'. L'Italia è "l'unico Paese del G7" in cui la quota di lavoratori laureati in posti con mansioni di routine è più alta di quella che fa capo ad attività non di routine. In inglese il fenomeno è noto come 'skills mismatch', in italiano si potrebbe tradurre con 'dialogo tra sordi', dove i due potenziali interlocutori sono il lavoratore e il posto di lavoro. Insomma le competenze non risultano in linea con la mansione. Cosa da noi "molto diffusa", spiega l'Ocse in un dossier specifico sulla materia.

Salari legati ad età e non competenze - "Il livello dei salari in Italia è spesso correlato all'età e all'esperienza del lavoratore piuttosto che alla performance individuale, caratteristica che disincentiva nei dipendenti un uso intensivo delle competenze sul posto di lavoro". "Attualmente l'Italia è intrappolata in un 'low-skills equilibrium', un basso livello di competenze generalizzato: una situazione in cui la scarsa offerta di competenze è accompagnata da una debole domanda da parte delle imprese". Insomma da una parte la forza lavoro non si presenta sul mercato preparata, attrezzata a svolgere le diverse mansioni possibili, dall'altra le aziende non pretendono. Un circolo vizioso che rischia di non portare lontano.
„Za wolność waszą i nasza”

Avatar utente
Baldy
Biało-czerwony
Biało-czerwony
Messaggi: 414
Iscritto il: sabato 28 giugno 2014, 12:40

Re: 500 +

#90 Messaggio da Baldy » sabato 7 ottobre 2017, 13:28

http://gazzettadimodena.gelocal.it/mode ... refresh_ce

Modena: classe multietnica 18 figli di stranieri e una sola italiana
Una mamma racconta: «Questa non è integrazione» Cavazza: «Serve equilibrio, ma non fermiamoci al cognome»

MODENA. Una sola bambina con genitori nati in Italia tra i 19 alunni della classe. È il caso delle scuole elementari Cittadella, dove in una seconda elementare si è venuta a creare questa situazione certamente anomala.

A spiegarla è la famiglia, che ha già scritto a tutte le autorità competenti, fino a Roma, e nei prossimi giorni sarà ricevuta dall’assessore all’istruzione Gianpietro Cavazza. L’anno scorso la classe era composta da 23 alunni, ma quattro bambini italiani nati da genitori italiani hanno deciso di cambiare scuola.

Così è rimasta solo una alunna italiana da genitori italiani, gli altri 18 hanno provenienze diverse ma la maggior parte sono comunque bambini nati in Italia ma da genitori stranieri. Magari non conoscono bene la lingua e hanno problemi ad integrarsi completamente: «Io non ho paura dello straniero - spiega molto sinceramente la mamma - ma vorrei che la scuola funzionasse correttamente. Nella situazione che si è venuta a creare è invece impossibile lavorare. Ho chiesto più volte di essere ricevuta anche dalla preside, che mi ha dato appuntamento e poi non si è presentata, preferendo poi dirmi al telefono non c’era nulla da chiarire perchè i compagni di mia figlia sono comunque nati in Italia».
„Za wolność waszą i nasza”

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti