Ambiente in Polonia/Środowisko w Polsce

Messaggio
Autore
Avatar utente
Greenhouse
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 1192
Iscritto il: giovedì 19 aprile 2007, 22:18

Re: Ambiente in Polonia/Środowisko w Polsce

#11 Messaggio da Greenhouse » sabato 31 dicembre 2011, 16:35

Per chi volesse monitorare online le emissioni nelle zone di proprio interesse, segnalo il sito dell'Ispettorato Centrale per la protezione ambientale.
Dal link, potete scegliere il voivodato di vostro interesse e, per chi ha un po' di dimestichezza di polacco, monitorare anche quotidianamente l'andamento delle emissioni (se non ne avete, cercheremo di aiutarvi).
Non ho ovviamente visitato i siti di tutti i voivodati, personalmente consulto quello della Slesia e devo dire che i dati pubblicati non sono certo positivi.

EDIT
Riprendo questo topic per segnalare questo interessante articolo sulla qualità dell'acqua in Slesia.
Secondo analisi effettuate sull'acqua proveniente dai rubinetti di Tychy e Katowice, l'acqua ha una durezza bassissima ed ha tutte le caratteristiche per essere bevuta tranquillamente dal rubinetto.
Anche quella di altri paesi come Częstochowa o Sosnowiec ha dato ottimi risultati.
Le conclusioni portano a sconsigliare l'utilizzo dell'acqua acquistata in bottiglia, spingendo a bere quella del rubinetto, anche senza la necessità di filtri aggiuntivi.
Immagine
Se sei nuovo/a, leggi prima il regolamento e la netiquette.

Avatar utente
Greenhouse
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 1192
Iscritto il: giovedì 19 aprile 2007, 22:18

Re: Ambiente in Polonia/Środowisko w Polsce

#12 Messaggio da Greenhouse » domenica 1 gennaio 2017, 20:42

Riprendo questo vecchio topic sulla scia di quello relativo al 500+, inutile aprirne uno nuovo.
Sappiamo tutti che la Polonia è il punto nero d'Europa, con un'industria energetica concentrata sul carbone, che in parte esporta e che dall'altra parte importa, soprattutto dalla Russia.
La Polonia è anche leader con principale punto di emissioni in Europa con la Centrale di Bełchatów che ancora lavora a pieno regime.
Le emissioni, che potete monitorarle quotidianamente tramite app Jakość Powietrza dell'Istituto di protezione ambientale, evidenzia dati allarmanti, consiglio a tutti di installarlo e di monitorare quotidianamente i dati della stazione a voi più vicina.
Leggendo i dati, è evidente che le emissioni crescono nel periodo invernale, mentre nelle stagioni caldi le condizioni sono accettabili.
Questo è dovuto soprattutto alle emissioni da vecchi edifici dove viene utilizzato carbone di bassissima qualità e di bassissima efficienza energetica, in polacco muły węglowe, ovvero veri e propri scarti del carbone, purtroppo ancora permesso e utilizzato in quanto particolarmente economico.
A questo si aggiunge il problema di bassa cultura legato a chi ancora brucia spazzatura negli stessi camini, su quali sono aumentati i controlli ma purtroppo è una pratica ancora utilizzata.
Vedo che in rete il problema è sempre più sentito, ma i dati indicano livelli di emissione allarmanti, in alcune città di montagna come Nowy Targ o Żywiec, i livelli di PM10 sono alla stregua di Pechino.
Anche nella stessa Cracovia, città simbolo per la sua storia e le sue bellezze architettoniche, ha seri problemi con lo smog, tutti i dati sono disponibili in rete.
Tuttavia le reazioni delle istituzioni è trascurabile, in quanto il livello di allarme è diverso che in altri paesi, in Polonia è di 300 μg/m3, in Italia ad esempio è di 75 μg/m3, nessun altro paese ha livelli così tolleranti.
La Polonia rischia pesanti sanzioni, ciò nonostante, l'intenzione di questo governo è di puntare ancora sul carbone autoctono e la costruzione di una nuova centrale a Ostrołęka nè è l'esempio.
Inutile negare che questo governo non ha alcun interesse verso il problema emissioni, fomentando un'anticultura che non fa l'interesse dei polacchi, nè a livello economico (si perdono occasioni utilizzando nuove tecnologie preferendo mantenere i carrozzoni legati al carbone) nè a livello di tutela della salute, che abbassa drasticamente il livello qualitativo della vita.
Inutile parlare del nucleare, tecnologia pericolosa che inizierebbe a dare frutti solo dopo una decina d'anni.
Le energie pulite, come solare, geotermico e, soprattutto, eolico, sono sempre più convenienti anche a livello di costi, eppure gli investimenti sono nulli.
A mio avviso, il primo passo dovrebbe essere quello di eliminare dal mercato il carbone di bassissima qualità e di spingere la sostituzione delle vecchie caldaie a carbone con il gas.
Il termoriscaldamento a cappotto è una tecnologia molto usata, in ogni città si vedono lavori di adeguamento di nuovi edifici già da alcuni anni.
Nel frattempo, credo che l'eolico offshore possa essere una importante soluzione per ridurre la dipendenza dal carbone, il Baltico ha il vantaggio di essere poco profondo, a mio avviso buona parte degli investimenti dovrebbe andare proprio su questa energia.
In particolare, il geotermico è ampiamente poco utilizzato, eppure la Polonia ha ottime condizioni geotermali.
A voi i commenti.
Immagine
Se sei nuovo/a, leggi prima il regolamento e la netiquette.

Avatar utente
WlocH
Biało-czerwony
Biało-czerwony
Messaggi: 461
Iscritto il: giovedì 29 gennaio 2009, 20:02

Re: Ambiente in Polonia/Środowisko w Polsce

#13 Messaggio da WlocH » lunedì 2 gennaio 2017, 14:03

Circa 10 anni fa ero andato ad un matrimonio in un hotel su un lago con vista sulla centrale termoelettrica di Bełchatów e già all'epoca l'aria che si respirava non era delle migliori...Sono sorpreso che lavori ancora a pieno regime :!:
I'm just living the dream! :-P

GioJos
Italo-Polacco ad honorem
Italo-Polacco ad honorem
Messaggi: 565
Iscritto il: sabato 30 giugno 2012, 20:30

Re: Ambiente in Polonia/Środowisko w Polsce

#14 Messaggio da GioJos » lunedì 2 gennaio 2017, 18:17

Io invece ho avuto come primo approccio con città polacche la “splendida” katowice. Erano gli anni '90 e mi dicevano i polacchi in mia compagnia che c'era talmente tanto smog da non vedere talvolta il cielo. Penso e spero che oggi sia messa un po' meglio...

Quanto al problema più in generale, credo sia molto sottovalutato dai più. Complice un allarmismo mediatico spesso esagerato e fuori luogo su tante tematiche, parecchi mettono in quel mazzo anche questo fenomeno e liquidano ogni allarme con un'alzata di spalle.
Io stesso ho abitato per tanti anni in centro a Bologna: respiravo piombo e benzene ma non me ne rendevo conto.
Me ne sono accorto dopo aver traslocato sui colli e, qualche anno dopo, aver smesso di fumare.
Prima, intossicato com'ero non sentivo nulla; adesso mi basta avvicinarmi ai viali che circondano le mura antiche del centro per avvertire nell'aria una concentrazione chimica nauseante :shock:

Avatar utente
Greenhouse
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 1192
Iscritto il: giovedì 19 aprile 2007, 22:18

Re: Ambiente in Polonia/Środowisko w Polsce

#15 Messaggio da Greenhouse » domenica 8 gennaio 2017, 12:25

Qui potete vedere il livello di PM10 nella mia città.
Il livello di allarme in Polonia è di 300 µm/m3, come vedete è superato, eppure non c'è nessun comunicato, nessuna azione se non il controllo fatto a campione di quanto bruciano i polacchi nelle stufe.
In questo articolo su Dziennik Zachodni potete vedere quello che certi farabutti a Katowice hanno il coraggio di bruciare per scaldarsi.
Dati a parte, confermo che in questi giorni di gelo l'aria è irrespirabile e le reazioni sono trascurabili, sia a livello locale che nazionale.
Lo stesso ministro della salute sostiene che non c'è da preoccuparsi uscendosene con il fatto che anche stando vicino a chi fuma non si respira bene, dichiarazioni irreali in altri paesi e che, invece, in Polonia trovano anche consensi.
Immagine
Se sei nuovo/a, leggi prima il regolamento e la netiquette.

samuele192
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 1136
Iscritto il: domenica 13 maggio 2007, 21:21

Re: Ambiente in Polonia/Środowisko w Polsce

#16 Messaggio da samuele192 » lunedì 9 gennaio 2017, 15:34

Io ho sentito alla tv che consigliano di non uscire di casa se non necessario.
A Wiadomosci ieri sera hanno detto che Varsavia e' la seconda citta' piu' inquinata del mondo.
Oggi a Varsavia,Cracovia e Kielce mezzi di trasporto gratuiti per tutti (credo che serva a poco).
Io ti posso dire che nel garage interrato del mio condominio quando entrano per parcheggiare lasciano accesa l'auto e chiudono subito il cancello e qui non si sono aperture, e l'aria e' peggio che a Varsavia.
Veneziani gran signori,Padovani gran dotori,Vicentini magna gati,Veronesi tuti mati,Trevisani pan e tripe,Rovigoti baco e pipe,i Cremaschi fa cojoni,i Bressan tajacantoni,ghe n’è anca de pì tristi:Bergamaschi brusa cristi.

Avatar utente
Greenhouse
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 1192
Iscritto il: giovedì 19 aprile 2007, 22:18

Re: Ambiente in Polonia/Środowisko w Polsce

#17 Messaggio da Greenhouse » lunedì 9 gennaio 2017, 22:19

Devo dire che il tran tran mediatico di questi giorni è notevole. Il problema smog c'è sempre stato, ma grazie ai social network, ai quotidiani online e alla disponibilità di dati sulle emissioni, buona parte dei polacchi si sta finalmente sensibilizzando sull'argomento.
Di scandaloso resta il comportamento dei politici, silenzio assoluto da parte del governo, a livello locale, a parte i mezzi pubblici gratuiti, che servono a ben poco, qualche controllo qua e là e qualche scuola chiusa, non c'è stato altro, altri non hanno neanche dato l'allarme.
O i politici iniziano a sensibilizzarsi sull'argomento o i polacchi reagiranno, ci vogliono soluzioni a livello legislativo anche drastiche, vediamo il PiS cosa sa fare (ma la vedo male).
Qui a Tychy stasera l'aria è irrespirabile, si fa fatica a stare fuori casa.
Immagine
Se sei nuovo/a, leggi prima il regolamento e la netiquette.

samuele192
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 1136
Iscritto il: domenica 13 maggio 2007, 21:21

Re: Ambiente in Polonia/Środowisko w Polsce

#18 Messaggio da samuele192 » lunedì 9 gennaio 2017, 23:04

Ho letto su TVP info che il governo si incontrera' nei prossimi giorni per parlarne.Speriamo che facciano qualcosa.
Veneziani gran signori,Padovani gran dotori,Vicentini magna gati,Veronesi tuti mati,Trevisani pan e tripe,Rovigoti baco e pipe,i Cremaschi fa cojoni,i Bressan tajacantoni,ghe n’è anca de pì tristi:Bergamaschi brusa cristi.

Avatar utente
Greenhouse
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 1192
Iscritto il: giovedì 19 aprile 2007, 22:18

Re: Ambiente in Polonia/Środowisko w Polsce

#19 Messaggio da Greenhouse » giovedì 12 gennaio 2017, 11:04

Si, se non erro il 17.
Nel frattempo il governo conferma il loro interesse per la causa e la salute dei cittadini confermando di NON volere ridurre il livello di allarme alla stregua degli altri paesi europei in quanto....l'allarme dovrebbe essere dato troppo spesso.
Immagine
Se sei nuovo/a, leggi prima il regolamento e la netiquette.

Avatar utente
WlocH
Biało-czerwony
Biało-czerwony
Messaggi: 461
Iscritto il: giovedì 29 gennaio 2009, 20:02

Re: Ambiente in Polonia/Środowisko w Polsce

#20 Messaggio da WlocH » giovedì 12 gennaio 2017, 13:52

Quando c'era Tusk premier o la Kopacz, era diversa la situazione?
I'm just living the dream! :-P

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 1 ospite