Pagina 4 di 8

Re: Ambiente in Polonia/Środowisko w Polsce

Inviato: giovedì 16 febbraio 2017, 10:48
da alekosds
@GH: posso segnalare di cominciare a vedere il Pellet in molti negozi.

Non credo sia solo un problema di mentalita' polacca, ti faccio un piccolo esempio: le auto.
La Polonia, come altri paesi del ex URSS sono la discarica delle auto usate da tutta Europa... non mi sembra che la cosa dispiaccia agli altri paesi.

Re: Ambiente in Polonia/Środowisko w Polsce

Inviato: giovedì 16 febbraio 2017, 11:37
da samuele192
Nell'ultimo anno i polacchi hanno importato la quota record di 890 mila macchine, delle quali piu' della meta' ha piu' di 10 anni, e solo l'8% ha meno di 4 anni.
Avevo sentito di un progretto del governo che voleva tassare le auto importate in base all'eta' e all'inquinamento prodotte dalle stesse e che doveva entrare in vigore dal 1.01.2017,
ma e' stato tutto rinviato purtroppo.

Re: Ambiente in Polonia/Środowisko w Polsce

Inviato: giovedì 16 febbraio 2017, 13:44
da Greenhouse
Il fatto che in Polonia arrivano tutti gli scassoni possibili dalla Germania è indiscutibile.
Mi risulta che invece dal 2017 dovrebbero essere aumentate le accise, più vecchia è la macchina, più si paga.

Tuttavia il problema principale è e resta il carbone, quello polacco è di qualità pessima e il governo lo spaccia per oro.
Le miniere vendono senza limite gli scarti del carbone, fino al 2004 non era possibile, da quell'anno in poi si vende senza limite.
Nel frattempo il livello di inquinamento supera quello delle città cinesi, siamo al paradosso più completo.

Re: Ambiente in Polonia/Środowisko w Polsce

Inviato: sabato 18 febbraio 2017, 17:53
da GioJos
Segnalo questo articolo odierno del Corriere della Sera:
http://www.corriere.it/opinioni/17_febb ... 5707.shtml
A quanto pare la faccenda inizia a destare scalpore anche fuori dai confini polacchi

Re: Ambiente in Polonia/Środowisko w Polsce

Inviato: martedì 28 febbraio 2017, 10:21
da Greenhouse
Se state leggendo i giornali polacchi, vedete che l'argomento è sempre al centro dell'attenzione.
Ammetto che mi sto divertendo e, nel contempo, inquietando per le dichiarazioni dei vari ministri che negano l'esistenza dello smog, che il problema sono le sigarette, il carbone estero ecc....
Nel momento di maggiore crisi a livello ambientale, questo è di gran lunga il governo peggiore che poteva capitarci.
Nel frattempo, il ministro della distruzione ambientale Szyszko ne sta combinando di tutti i tipi, su tuttI la sua legge in cui consente di tagliare gli alberi nelle proprietà private senza richiedere alcuna autorizzazione.
Sostanzialmente, da quando c'è la nuova legge, le seghe elettriche stanno lavorando a ritmo serrato e stanno abbattendo alberi di ogni tipo.
Perfino Kaczyński, che quello che ha dichiarato anni fa che problema smog è "śmiechu warte" ha criticato la legge sospettando di lobbies alle spalle della decisione (se non lo sa lui...).
Peggio di così non può andare.

Re: Ambiente in Polonia/Środowisko w Polsce

Inviato: martedì 28 febbraio 2017, 13:01
da alekosds
Questa mattina ascoltando radio Kakow, mi sembra di aver capito che dall'anno prossimo saranno bandite le stufe a carbone...
qualcuno ne sa qualcosa?

Re: Ambiente in Polonia/Środowisko w Polsce

Inviato: mercoledì 1 marzo 2017, 8:15
da Greenhouse
C'è qualche iniziativa a livello locale, non nazionale.
La nuova norma antismog del voivodato della Małopolska prevede la progressiva sostituzione delle vecchie caldaie con quelle a classe 5 e l'eliminazione della possibilità di bruciare gli scarti del carbone.
A livello nazionale il governo non sta facendo assolutamente niente.

Re: Ambiente in Polonia/Środowisko w Polsce

Inviato: mercoledì 1 marzo 2017, 22:12
da samuele192
Greenhouse ha scritto: Nel frattempo, il ministro della distruzione ambientale Szyszko ne sta combinando di tutti i tipi, su tutti la sua legge in cui consente di tagliare gli alberi nelle proprietà private senza richiedere alcuna autorizzazione.
Sostanzialmente, da quando c'è la nuova legge, le seghe elettriche stanno lavorando a ritmo serrato e stanno abbattendo alberi di ogni tipo.
Perfino Kaczyński, che quello che ha dichiarato anni fa che problema smog è "śmiechu warte" ha criticato la legge sospettando di lobbies alle spalle della decisione (se non lo sa lui...).
Peggio di così non può andare.
GH mi sbaglio o sei per la liberta' delle persone da quanto hai scritto in passato ?
Oppure ho capito male ?

PS: Io non sono liberale (e nonostante sia filo-governo) ammetto lo sbaglio che hanno fatto sulla legge taglia alberi.
Kaczynski ha detto che correggeranno la legge.

Re: Ambiente in Polonia/Środowisko w Polsce

Inviato: giovedì 2 marzo 2017, 8:05
da Greenhouse
samuele192 ha scritto: GH mi sbaglio o sei per la liberta' delle persone da quanto hai scritto in passato ?
Oppure ho capito male ?
Samuele, sii più preciso.
Se ti riferisci alla libertà di devastare l'ambiente, di tagliare alberi per farci supermercati o perchè semplicemente danno loro fastidio, di distruggere la foresta di Białowieża per far vendere il legno e di farci respirare veleno, la risposta è NO.
Allora secondo questo ragionamento dovrei essere favorevole alla libertà di uccidere, bombardare, andare a 150 km/h per la città, violentare, seviziare ecc.... non è libertà anche questa? Guardacaso il mio senso della ragione mi fa essere contrario, come sono contrario al taglio indiscriminato degli alberi che hanno SOLO il compito di produrre l'ossigeno che respiriamo.
Kaczyński ha detto che cambieranno la legge mentre lo stesso Szyszko era sorpreso dall'affermazione, nel frattempo la legge è in vigore e quello che doveva essere tagliato è stato tagliato.

Re: Ambiente in Polonia/Środowisko w Polsce

Inviato: venerdì 3 marzo 2017, 8:31
da alekosds
Greenhouse ha scritto:C'è qualche iniziativa a livello locale, non nazionale.
La nuova norma antismog del voivodato della Małopolska prevede la progressiva sostituzione delle vecchie caldaie con quelle a classe 5 e l'eliminazione della possibilità di bruciare gli scarti del carbone.
A livello nazionale il governo non sta facendo assolutamente niente.
Ma alla fine i problemi sono locali ed e' giusto che siano le amministrazioni specifiche a trovare le soluzioni piu' adeguate.
Se dal governo centrale partissero dei diktat potrebbero risultare adeguati per qualche zona e meno per altre.
Prova ne e' il fatto che, quando il precedente governo voleva chiudere le miniere in Slesia, i governi locali hanno mobilitato la cittadinanza per far capire che le decisioni calate dall'alto non sempre tengono conto delle reali situazioni.