La Polonia ai tempi della PRL

Rispondi
Messaggio
Autore
Avatar utente
MattŚląsk
Apprendista italo-polacco
Apprendista italo-polacco
Messaggi: 50
Iscritto il: lunedì 6 ottobre 2014, 16:42

La Polonia ai tempi della PRL

#1 Messaggio da MattŚląsk » sabato 11 ottobre 2014, 19:37

Apro questo con questo post riguardante un argomento che ha suscitato ultimamente la mia curiosita'. E' risaputo l'astio dei polacchi verso la russia per motivi politici, pero' se chiedi ad un polacco cosa ne pensa del czas w PRLU ti rispondono con un filo di malinconia, con quello stesso modo spensierato in cui in nostri genitori parlano di come hanno vissuto gli anni del boom economico degli anni 60'. Ho affrontato anche questo tema con mio suocero qualche settimana fa pero' non ha saputo darmi una spiegazione esauriente...se non che c'era lavoro per tutti ma di fatto mancava la liberta'. Percio' volevo sapere se c'e' qualcuno che come me ha avuto modo di parlare con qualche polacco di questo argomento ed e' riuscito a capire il motivo di questa nostalgia della polonia ai tempi della PRL nonostante l'odio profondo verso chi per anni glie ne ha fatte di cotte e di crude.

Avatar utente
WlocH
Biało-czerwony
Biało-czerwony
Messaggi: 461
Iscritto il: giovedì 29 gennaio 2009, 20:02

Re: La Polonia ai tempi della PRL

#2 Messaggio da WlocH » sabato 11 ottobre 2014, 20:04

Ho la fortuna di avere un amico polacco che come hobby si interessa di storia e politica, così spesso discutiamo di questi argomenti e come hai scritto tu anche lui dice che è vero che durante il comunismo tutti avevano un lavoro però mi ripete sempre come la sua adolescenza sia rimasta segnata dal fatto per esempio che fuori dai negozi c'era sempre la coda e alla fine non c'era quasi niente da comprare.
La maggiorparte dei polacchi che conosco non ha nostalgia degl'anni della PRL.
I'm just living the dream! :-P

Avatar utente
alekosds
Biało-czerwony
Biało-czerwony
Messaggi: 309
Iscritto il: martedì 13 marzo 2012, 13:57

Re: La Polonia ai tempi della PRL

#3 Messaggio da alekosds » martedì 21 febbraio 2017, 7:19

Tra oggi e ieri, a proposito di storia, sto prendendo tutti argomenti "antichi" :D

Io non conosco nessun nostalgico di quel periodo ma, vorrei ricordare che, anche in Italia, ci sono nostalgici dei periodi peggiori, quindi non c'e' tanto da stupirsi.
Certo e' che molti, magari, ricordano il contatto umano e la solidarieta' tra la gente comune che si forma durante una dittatura.
Poi ci sono anche quelli che, dovendosi lamentare sempre, credono che in quei tempi (non avendoli vissuti) si stava meglio: "si stava meglio quando si stava peggio" tipica frase dello scontento cronico ;)
"Se la gente dovesse scegliere tra la libertà e i sandwiches, sceglierebbe i sandwiches” John Boyd Orr

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite