Sposarsi in Polonia

Messaggio
Autore
Avatar utente
Imby
Mały Małysz
Mały Małysz
Messaggi: 140
Iscritto il: venerdì 22 febbraio 2008, 10:02

Re: Sposarsi in Polonia

#101 Messaggio da Imby » lunedì 9 febbraio 2015, 20:33

Ciao MattŚląsk,
che documenti ti ha dato il tuo parroco, che poi hai fatto timbrare dalla curia? Sono documenti riguardanti le pubblicazioni religiose, che quindi hai già fatto?

Grazie.
Immagine

Avatar utente
MattŚląsk
Apprendista italo-polacco
Apprendista italo-polacco
Messaggi: 50
Iscritto il: lunedì 6 ottobre 2014, 16:42

Re: Sposarsi in Polonia

#102 Messaggio da MattŚląsk » martedì 10 febbraio 2015, 12:39

Imby ha scritto:Ciao MattŚląsk,
che documenti ti ha dato il tuo parroco, che poi hai fatto timbrare dalla curia? Sono documenti riguardanti le pubblicazioni religiose, che quindi hai già fatto?

Grazie.
Ehila' ciao Imby:)
Il parroco della mia ex chiesa ha dato ai miei genitori il certificato di battesimo, comunione e cresima. A quel punto i miei sono andati in curia a Torino dove li hanno fatti vidimare e controfirmare aggiungendo che i suddetti documenti li devo far tradurre io in Polonia. In curia gli hanno dato anche un certificato in cui si attesta che non ho mai contratto matrimonio religioso. E ovviamente hanno detto che loro non possono rilasciare nessun certificato che attesta il completamento del catechismo,perche' qualcosa del genere non esiste, visto che in Italia si conclude con il ricevere la Cresima e non come in Polonia dove dopo la cresima continua per circa altri due anni presso la scuola e non in parrocchia come da noi. Quindi che il parrocco polacco non mi faccia storie :mazza:
Quindi parte religiosa risolta. Adesso resta da capire (se ovviamente qualcuno qui mi da delucidazioni) se in ambasciata davvero fanno tutto loro telematicamente con il mio ex comune considerando che sono iscritto all AIRE , visto che nel giro di pochi giorni da Varsavia mi hanno dato due versioni diametralmente opposte sul da farsi. Oltretutto il tempo stringe perche' ho la data del matrimonio fissata per il 10 di Luglio e poi con il nullaosta rilasciato dall'ambasciata devo consegnarlo all'ufficio dello stato civile di Gliwice entro Marzo. Quindi spero che dagli uffici consolari non mi abbiano solo fatto perdere tempo e che l'ultima informazione datami sia giusta.....speriamo in bene

Avatar utente
Imby
Mały Małysz
Mały Małysz
Messaggi: 140
Iscritto il: venerdì 22 febbraio 2008, 10:02

Re: Sposarsi in Polonia

#103 Messaggio da Imby » mercoledì 11 febbraio 2015, 22:15

Ma in Polonia documenti di battesimo e cresima valgono solo 3 mesi... Non sei un po' in anticipo?
Immagine

Avatar utente
MattŚląsk
Apprendista italo-polacco
Apprendista italo-polacco
Messaggi: 50
Iscritto il: lunedì 6 ottobre 2014, 16:42

Re: Sposarsi in Polonia

#104 Messaggio da MattŚląsk » lunedì 16 febbraio 2015, 12:18

Imby ha scritto:Ma in Polonia documenti di battesimo e cresima valgono solo 3 mesi... Non sei un po' in anticipo?

Ciao Imby:)
i documenti hanno validita' 6 mesi....me lo ha confermato la mia ragazza e in curia a Torino lo hanno anche detto ai miei. Adesso devo solo farli tradurre qui in Polonia:)

Avatar utente
alekosds
Biało-czerwony
Biało-czerwony
Messaggi: 308
Iscritto il: martedì 13 marzo 2012, 13:57

Re: Sposarsi in Polonia

#105 Messaggio da alekosds » martedì 24 febbraio 2015, 22:03

Buona sera!
Ciao MatteoSlesia, ho capito che abiti a Gliwice e non posso non risponderti visto che siamo vicini di casa (io a Bytom mieszkam).
Per il matrimonio civile ricordo solo che per noi la procedura e' stata piu' semplice perche' mia moglie non ha preso il mio cognome.
Per quanto riguarda la Chiesa... ho qualche remora.
Per motivi che non sto ad elencare ci siamo sposati civilmente nel 2010 e religiosamente nel 2011.
Il primo matrimonio e la nascita di due gemelline ci ha dato delle difficolta' non indifferenti non solo per il matrimonio religioso (entrambi siamo sempre stati cattolici praticanti attivi in parrocchia), anche per il battesimo delle bimbe.
Purtroppo, soprattutto per i credenti, la Chiesa polacca non appare molto aperta ma parecchio retrograda, i sacerdoti conoscono il Catechismo ma giocano sul fatto che la gente comune non lo conosce.
Il certificato che basta per sposarsi e' quello di cresima (probabilmente in aggiunta a quello di battesimo), checche' ne dica il prete. Nei casi di matrimoni misti (religioni miste, oppure tra un cattolico e un ateo) non puo' essere richiesto alcun documento.
Nel nostro caso il Buon Dio ci ha messo sulla strada un prete (antipatico ai piu') ma che era amico di mia moglie... e la strada s'e' spianata in un attimo.
Sintesi, rivolgiti direttamente al Padre Eterno che t'aiutera' :D

P.S. Se vuoi fai un salto a Częstochowa tra i monaci del Santuario ce n'e' un paio che parlano italiano e che hanno presente le difficolta' di un immigrato italiano cattolico in terra polacca
"Se la gente dovesse scegliere tra la libertà e i sandwiches, sceglierebbe i sandwiches” John Boyd Orr

Avatar utente
MattŚląsk
Apprendista italo-polacco
Apprendista italo-polacco
Messaggi: 50
Iscritto il: lunedì 6 ottobre 2014, 16:42

Re: Sposarsi in Polonia

#106 Messaggio da MattŚląsk » giovedì 26 febbraio 2015, 13:13

alekosds ha scritto:Buona sera!
Ciao MatteoSlesia, ho capito che abiti a Gliwice e non posso non risponderti visto che siamo vicini di casa (io a Bytom mieszkam).
Per il matrimonio civile ricordo solo che per noi la procedura e' stata piu' semplice perche' mia moglie non ha preso il mio cognome.
Per quanto riguarda la Chiesa... ho qualche remora.
Per motivi che non sto ad elencare ci siamo sposati civilmente nel 2010 e religiosamente nel 2011.
Il primo matrimonio e la nascita di due gemelline ci ha dato delle difficolta' non indifferenti non solo per il matrimonio religioso (entrambi siamo sempre stati cattolici praticanti attivi in parrocchia), anche per il battesimo delle bimbe.
Purtroppo, soprattutto per i credenti, la Chiesa polacca non appare molto aperta ma parecchio retrograda, i sacerdoti conoscono il Catechismo ma giocano sul fatto che la gente comune non lo conosce.
Il certificato che basta per sposarsi e' quello di cresima (probabilmente in aggiunta a quello di battesimo), checche' ne dica il prete. Nei casi di matrimoni misti (religioni miste, oppure tra un cattolico e un ateo) non puo' essere richiesto alcun documento.
Nel nostro caso il Buon Dio ci ha messo sulla strada un prete (antipatico ai piu') ma che era amico di mia moglie... e la strada s'e' spianata in un attimo.
Sintesi, rivolgiti direttamente al Padre Eterno che t'aiutera' :D

P.S. Se vuoi fai un salto a Częstochowa tra i monaci del Santuario ce n'e' un paio che parlano italiano e che hanno presente le difficolta' di un immigrato italiano cattolico in terra polacca

Ehila' ciao:)
eh si siamo praticamente a 20 km di distanza....la sola zabrze ci separa. A Bytom sono capitato due settimane fa al centro commerciale Agora' perche' io le mia ragazza dovevamo incontrare la band che fara' da animazione al nostro matrimonio.
Ma ritornando al tema principale....purtroppo ho notato che qui in polonia ci sono pochissimi preti giovani e molti ma davvero molti vecchi che logicamente hanno una concezione di chiesa molto all'antica e poco propensa all'apertura. Difatti poche volte a messa ho sentito una predica volta a messaggi positivi, anzi, molte mi davano l'idea di un ritorno al medioevo. E oltretutto c'e' davvero poca attenzione e poca apertura nei confronti dei giovani, un esempio e' la mancanza degli oratori. Tutte queste cose fan si che poi anche nell'ambito delle celebrazioni matrimoniali si approcciano alle coppie con fare poco tollerante e ti danno l'idea che e' semplicemente un favore che ti fanno celebrando il matrimonio.

marcograz
Esordiente - Debiutant
Esordiente - Debiutant
Messaggi: 7
Iscritto il: giovedì 14 ottobre 2010, 10:13

Re: Sposarsi in Polonia

#107 Messaggio da marcograz » domenica 2 agosto 2015, 11:38

Buongiorno a tutti,

Mi sto per sposare in Polonia (religiosamente spero di sicuro, civilmente vedremo...) ed ho qualche domanda. Mancano 1 mese e 10 giorni alla data fatidica e ci siamo svegliati un po' tardi per la parte civile, in pratica ci siamo fidati del prete che non ci ha messo fretta per la parte amministrativa. Ora abbiamo preso l'appuntamento al Urzad Stanu Cywilnego di Danzica per il 18 ma andremo anche domani per saperne di piu. Tenete presente che abbiamo gia' tutti i documenti necessari.
Quindi tornando alle domande:
1) Quando e' il limite per portare tutti i documenti in comune (leggevo da qualche parte che e' due mesi prima)? Se si e' oltre quel limite si puo' fare qualcosa? tipo pagare una tassa extra?
2) Abbiamo letto che se lo straniero non sa molto bene il polacco serve la presenza di un traduttore giurato, e' vero? Io capisco qualcosa ma con termini tecnici mi perderei di sicuro, qualcuno ha esperienza in proposito? Se poi avete pure le domande che fanno mi preparo bene e basta :) (se poi servisse un traduttore giurato, serve molto anticipo?)
3) Infine, nel caso fossimo davvero in ritardo per contrarre il matrimonio civile, possiamo fare solo quello religioso e convalidarlo con calma civilmente?
4) un ultima cosa, la mia fidanzata pensava di cambiare cognome, ma ho letto che in articoli del 2007 che in Italia e' valido solo quello di nascita, e' ancora vero? o puo' tranquillamente prendere il mio?

Grazie in anticipo delle risposte, se sono stato poco chiaro provero' ad esprirmermi meglio.

GioJos
Italo-Polacco ad honorem
Italo-Polacco ad honorem
Messaggi: 565
Iscritto il: sabato 30 giugno 2012, 20:30

Re: Sposarsi in Polonia

#108 Messaggio da GioJos » domenica 2 agosto 2015, 23:19

Ciao.
Io mi sono sposato (solo) civilmente in Polonia, ma è passato parecchio tempo e non ricordo esattamente tutti i tempi necessari né i passaggi.
Dunque posso risponderti solo sulle domande 2 e 4.
Per la 1 e la 3 ti risponderà magari qualcun altro
2) Abbiamo letto che se lo straniero non sa molto bene il polacco serve la presenza di un traduttore giurato, e' vero? Io capisco qualcosa ma con termini tecnici mi perderei di sicuro, qualcuno ha esperienza in proposito?
Questo dice la legge, ma non è indispensabile. Quando mi sposai, anche il mio polacco era alquanto approssimativo... tuttavia dichiarai di comprenderlo e non fu necessaria la presenza dell'interprete
4) un ultima cosa, la mia fidanzata pensava di cambiare cognome, ma ho letto che in articoli del 2007 che in Italia e' valido solo quello di nascita, e' ancora vero? o puo' tranquillamente prendere il mio?
Mia moglie ha assunto col matrimonio il mio cognome e non abbiamo avuto nessun problema a registrarlo in Italia. Tieni presente che lei era già all'epoca residente in Italia, quindi con documenti registrati col suo cognome di nascita; cionondimeno abbiamo cambiato tutte le registrazioni anagrafiche, codice fiscale compreso.
Dunque non credo che per voi possano esserci problemi

Avatar utente
alekosds
Biało-czerwony
Biało-czerwony
Messaggi: 308
Iscritto il: martedì 13 marzo 2012, 13:57

Re: Sposarsi in Polonia

#109 Messaggio da alekosds » lunedì 3 agosto 2015, 5:40

x Marco Graz

Per quanto riguarda i tempi non ti so rispondere.

Il traduttore, a mio avviso, e necessario per non fare la figura del peracottaro ;)
Noi abbiamo avuto qualche problema ma perche' il traduttore giurato, qui, era uno solo... a Danzica dovrebbero essere parecchi di piu'.

A rigor di logica, qualora faceste solo il matrimonio religioso o solo quello civile, nessuno vi impedisce di fare l'altra forma quando piu' vi aggrada.

Per quanto riguarda il cognome e' solo una produzione di documenti eccessiva (generalmente all'Ambasciata la sconsigliano), ma si puo' fare.
Io sono contento che mia moglie si sia tenuta il proprio cognome.
"Se la gente dovesse scegliere tra la libertà e i sandwiches, sceglierebbe i sandwiches” John Boyd Orr

samuele192
Collaboratore
Collaboratore
Messaggi: 1136
Iscritto il: domenica 13 maggio 2007, 21:21

Re: Sposarsi in Polonia

#110 Messaggio da samuele192 » lunedì 3 agosto 2015, 9:16

1- noi abbiamo fatto una settimana prima in comune (U.M.) e siamo andati all'ambasciata di Varsavia qualche giorno prima per avere il nulla osta per sposarmi all'estero.
2- importante è che capisci cosa ti chiede il prete,e capisci cosa ti chiedono in comune e sai un po' di polacco (dei far vedere che sai un po' di polacco)
Io ho fatto senza traduttore giurato.
Noi la formula in chiesa l'abbiamo fatta in polacco (mia moglie) ed italiano (io)
3- puoi fare solo quello cattolico e poi successivamente quello civile.
4- la tua fidanzata può cambiare il cognome, poi in Italia devono trascrivere il cambio di cognome.
In caso poi tua moglie chiedesse la cittadinanza italiana dovrò ritornare al suo cognome da nubile.
Veneziani gran signori,Padovani gran dotori,Vicentini magna gati,Veronesi tuti mati,Trevisani pan e tripe,Rovigoti baco e pipe,i Cremaschi fa cojoni,i Bressan tajacantoni,ghe n’è anca de pì tristi:Bergamaschi brusa cristi.

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite