I miei viaggi (col cuore) a Cracovia

Messaggio
Autore
enriko
Esordiente - Debiutant
Esordiente - Debiutant
Messaggi: 19
Iscritto il: venerdì 25 settembre 2009, 12:21

Re: I miei viaggi (col cuore) a Cracovia

#11 Messaggio da enriko » lunedì 13 giugno 2011, 19:52

io non volevo fasciare tutta l'erba, e so benissimo che in certe citta' e' mooolto peggio, pero' quando sento che qui e' il paradiso, come a me sembrava 12 anni fa, ci tengo a chiarire che purtroppo non e' cosi, comunque se tralasciamo certi aspetti Cracovia e' ok, varia molto pero' vista con gli occhi di un turista..

Avatar utente
chocolate
Apprendista italo-polacco
Apprendista italo-polacco
Messaggi: 33
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 10:03

Re: I miei viaggi (col cuore) a Cracovia

#12 Messaggio da chocolate » lunedì 13 giugno 2011, 21:22

Esatto, da turista è un conto, da abitante un'altro, infatti io l'avevo detto, che non è un paradiso, come a me 10 anni fa sembrava l'Italia, la Roma, etc. NON è UN PARADISO :shock:
Ma come si dice non è bello ciò che è bello ma è bello ciò che piace ....:)
buona serata a tutti

Avatar utente
crissi5000
Apprendista italo-polacco
Apprendista italo-polacco
Messaggi: 56
Iscritto il: martedì 22 settembre 2009, 19:54

Re: I miei viaggi (col cuore) a Cracovia (2)

#13 Messaggio da crissi5000 » martedì 14 giugno 2011, 13:36

Non ho ancora trovato un occupazione, il motivo principale è che mi sposo con la mia amata, e lei ancora deve ultimare gli studi, io in Italia ho un localino preamente estivo, percio se avrò il modo di trovare un lavoro che mi faccia occupare un po di tempo bene, altrimenti nn ne faccio un dramma, mi riposo un pò :)
ciao
Paber ha scritto:
crissi5000 ha scritto: E dopo l'estate ci tornerò di nuova...ma questa volta mi trasferisco... ci vediamo ;)
Grazie davvero, ma dimmi ti ci trasferisci con tanto di lavoro? E come mai?

Paber
Esordiente - Debiutant
Esordiente - Debiutant
Messaggi: 19
Iscritto il: mercoledì 8 giugno 2011, 17:05

Re: I miei viaggi (col cuore) a Cracovia

#14 Messaggio da Paber » martedì 14 giugno 2011, 15:58

Al ritorno dal nostro terzo viaggio a Cracovia, lo scorso anno, abbiamo conosciuto una professoressa di italiano che insegna italiano all'università di Cracovia e che arrotondava lo stipendio facendo anche corsi serali.
Lei si era trasferita in Polonia negli anni 80, trasportata dal credo comunista che le ha fatto sognare (e alla fine vivere) una realtà che non fosse quella italiana, sia politicamente che umanamente.
Là ha conosciuto il suo attuale marito, ha una figlia e guadagna 500 euro al mese.
Mi ha parlato tanto delle difficoltà che ha vissuto, di come per certi versi quel suo ideale l'abbia delusa, mi ha detto che vive in un mini con 1 sola camera, non potendo permettersi niente di più.
Mi ha detto che finalmente dopo 8 anni era riuscita a mettere via i soldi per un biglietto d'aereo, per tornare a trovare i suoi che non vedeva appunto da 8 anni.
Ma ha anche detto che non tornerebbe mai indietro, che quell'Itallia che ha lasciato sicuramente adesso è peggiore (e ha ragione purtroppo), che qui non ci si troverebbe più.
Io so di aver vissuto Cracovia da spettatore, da turista (che quasi sembra sinonimo di ignorante messo così! :D ) ma dall'altre parte ho letto, mi sono informato e proprio perchè so di non sapere niente di questo paese, sono qui con voi, in questo forum dove so che tanto avrò da imparare e purtroppo niente da dare.
Ma pro e contro, nulla toglie che Cracovia sia una città splendida, di una bellezza come poche (e vi prego, credetemi, ho girato tanto), di una storicità da far impallidire posti ben più famosi.
Pro e contro, nessuno può dire che i Polacchi siano brutte persone (e so che questo forum è di parte ma io qui in Italia ho diversi amici polacchi, di cui una di Cracovia e due di Varsavia), che non siano rispettosi, ospitali ed educati. Lo sono per un turista, lo sarebbero anche se vivessi là.
Nessuno, neanche un ubriaco o qualche rompicoglioni mi farà mai cambiare idea.
Proprio come a Milano, Roma o in Congo, là come qua troverei degli imbecilli, difficilmente qua troverò persone rispettose come là.
E credetemi non faccio di tutta l'erba un fascio, per carità! Ma se dovessi scegliere di avere alle spalle un polacco o un brasiliano, vorrei mille volte un polacco. Visto che adesso conosco abbastanza bene entrambi... :D
Scherzi a parte, nessuno (ripeto) dice che la Polonia sia la panacea ai mali moderni, solo dico che fra 20 anni qualcuno forse mi darà ragione. Qui c'è lavoro, la vita è di un certo livello, ma si vive veramente male, rendiamocene conto.
Io che non mi sposo una polacca, che non ho un parente polacco, andrà a finire che mi compro un mini dove scappare appena posso per poi tornare qui per il lavoro. Per la pensione vedremo...

Ciao

Avatar utente
chocolate
Apprendista italo-polacco
Apprendista italo-polacco
Messaggi: 33
Iscritto il: mercoledì 12 gennaio 2011, 10:03

Re: I miei viaggi (col cuore) a Cracovia

#15 Messaggio da chocolate » mercoledì 15 giugno 2011, 17:21

Paber mi piace davvero la tua bella visione della Polonia, da polacca mi fa piacere sentire le parole al favore della mia patria, che onestamente parlando non si sentono spesso. Sai che c'è, che un italiano X (chiamiamolo cosi), non sa nemmeno dove si trova la Polonia, non voglio qui offendere nessuno, ma questa è la mia osservazione, tante volte mi arrabbio quando sento la gente che si meraviglia, che la Polonia si trova in Europa, e della CE, non ne parliamo proprio :roll: . Grazie al Grandissimo Papa Wojtyla la Polonia è diventata un po' conosciuta in Italia, paese del Papa. Io sono cresciuta nella Polonia di Walesa, nella Polonia dei cambiamenti, ricordo un po' i tempi di comunismo, ma in anzi tutto ricordo 1989, la tavola rotonda, la caduta del muro. Il mio paese è cambiato e continua a cambiare, sia in positivo che in negativo, ma io ne sono fiera, come sono fiera di vivere onestamente in Italia. E quando arriverà la pensione decideremmo anche noi :)
Ciao

Paber
Esordiente - Debiutant
Esordiente - Debiutant
Messaggi: 19
Iscritto il: mercoledì 8 giugno 2011, 17:05

Re: I miei viaggi (col cuore) a Cracovia

#16 Messaggio da Paber » venerdì 17 giugno 2011, 11:55

Grazie Chocolate. Sono stato su tutte le isole delle Canarie, che sono considerate un po' la meta esotica dell'europa. Molto visitate, specialmente Gran Canaria e Tenerife. Eppure, per tanta gente che c'è stata, davvero pochissimi sanno che sono state campo di guerriglie e duri scontri, con tanto di morti, negli anni 80 perchè volevano (e tutt'ora vogliono) l'indipendenza dalla Spagna.
Probabilmente dove oggi sorgono mega hotel e villaggi, 30 anni fa ci sono stati dei morti.
Ce l'ho un po' di vizio di cercare di capire dove sono e cosa vivo. E soprattutto prima di dire, come fanno molti, che i Polacchi sono tristi (mai sentita una cosa più assurda) ho provato a chiedermi cos'hanno vissuto.
Katyn, il nazismo, il comunismo, la rinascita con Walesa (che poveretto quante gliene hanno fatte i Russi), Solidarność. Forse se la gente, non solo gli italiani che fondamentalmente sono caciaroni ma buona gente, si mettessero lì a cercare di capire cosa vuole dire vivere da sempre con qualcuno che ti rompe dal confine vicino, in molti vedrebbero la Polonia con occhi differenti.
Poi sai, tutto il mondo è paese. Per gli esteri i Polacchi sono tristi, cosa come sai, non vera. Ma su un bus a Cracovia, l'anno scorso, io e la mia compagna parlavamo e un gruppo di ragazze dopo averci scrutato per bene hanno iniziato a parlare prima indicandoci con la testa e poi dicendo molto chiaramente "Mafia" :roll: .
É ovvio che chi non vive in Italia non ha minimamente idea di cosa voglia dire, ma se ci sono dei comici cretini che imitano i Polacchi, vuoi che in Polonia non ci sia chi imita gli italiani mafiosi?
A me personalmente, mi ripeto, i Polacchi sembrano persone allegre, simpatiche e disponibili. Gli Italiani? Ehhhh, ne ho conosciuti che sembrano "mafiosi"!!! :D

fabioplayer
Ammonito - Żółta kartka
Ammonito - Żółta kartka
Messaggi: 1
Iscritto il: sabato 25 giugno 2011, 23:29

Re: I miei viaggi (col cuore) a Cracovia

#17 Messaggio da fabioplayer » sabato 25 giugno 2011, 23:40

sono stato a cracovia la prima volta nel 95 perche ero li con la mia ex ragazza di radomysl wielki vicino a tarnow.sono tornato parecchie volte e ci ho vissuto dal 1998 al 2001 con tutti i pro e i contro .........ho lavorato come accompagnatore turistico per gli italiani ma linverno me la passavo male ma la bellezza della citta mi faceva non pensare a questo........cracovia e una citta stupenda .......pensate io ci torno tutti gli anni minimo una settimana e porto sempre qualcuno con me che ne rimane affascinato........quanto durera ancora questa genuinita questa purezza ........kocham polska kocham krakow

Avatar utente
remooo
Apprendista italo-polacco
Apprendista italo-polacco
Messaggi: 52
Iscritto il: mercoledì 31 ottobre 2007, 22:11

Re: I miei viaggi (col cuore) a Cracovia

#18 Messaggio da remooo » martedì 13 settembre 2011, 8:11

Ciao! .. CRACOVIA mi mancava... almeno fino settimana scorsa! ;) son andato in quella meravigliosa città dal 3 all 8 settembre per ricambiare una visita avuta da una mia carissima amica lo scorso agosto qui a Marotta e.. EMOZIONE! Finalmente la famosa città "del Papa dove non c' è niente da vedere" (secondo il mio amico e compagno di viaggio del 2007 attraverso tutta la Polonia ad eccezione di Cracovia, per l appunto) era sotto i miei occhi!!!!.. arrivo in aeroporto (dopo un viaggio estenuante dalla stazione di Marotta all aeroporto di Bologna) all 8.55, navetta, stazione degli autobus, pullman direzione Zakopane..
Dopo un interminabile viaggio siamo arrivati a destinazione.. beh devo dare ragione a Paolo, il paese non è che sia piaciuto molto neanche a me.. solo un enorme mercatino in cui potevi trovare, fra le altre cose, il tipico formaggio (penso sia di capra) affumicato da arrostire e mangiare accompagnato da confettura di mirtillo...
Però la mattina dopo siamo saliti sui monti Tatri (Kasprowy Wierch) e avanzato un paio di cime più in là oltre la stazione d arrivo della funivia(quota intorno ai 2000 metri), a piedi prima di ridiscendere fino a valle dopo una camminata di oltre 3 ore (ho ancora i polpacci in fiamme!!) :p


chi volesse dare un occhiata alle foto scattate in giro per Cracovia e dintorni(Zakopane, miniere di sale di Wieliczka,Fabbrica di Schindler,Santuario Giovanni Paolo II,Campi di concentramento...) ho tutto su FB, trovarmi non è difficile ;)
Immagine
Immagine
NOT ONLY I M PERFECT.. I' M S A L E N T I N O TOO!!! :)
Immagine

Avatar utente
pimme
Esordiente - Debiutant
Esordiente - Debiutant
Messaggi: 18
Iscritto il: lunedì 17 ottobre 2011, 11:07

Re: I miei viaggi (col cuore) a Cracovia

#19 Messaggio da pimme » mercoledì 19 ottobre 2011, 20:26

Paber ha scritto:Per facilitarne la lettura e renderlo più facilmente accessibile agli utenti, ho pubblicato, col consenso dell'autore, l'esperienza di viaggio nell'apposita sezione della home.
Buona lettura.

Greenhouse.
Ciao Paolo/Paber,
leggendo il tuo racconto, non posso negarlo, un po' mi sono emozionato, perchè se avessi scritto io o la mia compagna avremmo scritto le stesse cose.
Prima di scoprire questo forum e leggere i post non potevamo credere che fossimo solo noi ad aver percepito quel qualcosa di speciale dalla Polonia e dai polacchi. Condivido tutto quello che hai detto su Cracovia, penso di condividere anche le sensazioni che hai avuto e anzi, ti dirò di più, le stesse sensazioni le ho avute anche a Varsavia, Torun, Danzica, Poznan, Breslavia, Stettino... ovunque.
Spero di ritornarci il più presto possibile, forse già dalle prossime ferie estive, per poter visitare, approfondire e conoscere di più questa straordinaria terra e questo incredibile popolo.

lucas
Esordiente - Debiutant
Esordiente - Debiutant
Messaggi: 8
Iscritto il: martedì 25 ottobre 2011, 16:08

Re: I miei viaggi (col cuore) a Cracovia

#20 Messaggio da lucas » martedì 25 ottobre 2011, 16:54

Ciao Paolo.
Come già hanno detto altri, avrei potuto scriverlo io il tuo racconto, il fatto è che sono 20 anni che sono innamorato di Cracovia come te ma non ho mai trovato parole cosi giuste come le tue, cosi mi sono iscritto al forum soprattutto per ringraziarti delle emozioni.
A differenza tua io ho una moglie Polacca e dopo tanti anni passati in Italia e stanchi di quello che c'è qui e che tu hai descritto molto bene, abbiamo trovato la forza di rischiare col lavoro e comprarci un piccolo appartamento aldilà della vistola in fronte al vawel .
Adesso viviamo metà dell'anno a Cracovia (da novembre a Giugno) e metà a Rimini (mia città d'origine) per il momento siamo soddisfatti di questa scelta che, per certi versi ci pone in veste di osservatori privilegiati dei due mondi per altri in una costante via di mezzo. Io ho fatto la scelta di non parlare Polacco, all'inizio probabilmente per pigrizia, ma adesso per convinzione, ovvero voglio "conoscere" senza il filtro (quasi sempre falso) del linguaggio, con al massimo l'utilizzo di una lingua "neutra" l'Inglese.
In estate sono quasi sempre contento di tornare, per i profumi il mare e sopratutto il cibo, però passate un paio di settimane sento già forte la mancanza di Cracovia e soprattutto quel "lasciarsi prendere" che hai descritto e allora inizio a contare i giorni che mancano al ritorno.....
Mi fermo qui perché come sempre mi succede coi conoscenti che mi domandano, mi sento inadeguato a descrivere cosa provo per la Polonia i Polacchi e Cracovia.

Luca

Rispondi

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 1 ospite