facebook
twitter
linkedin
image1 image2 image3

Home

Parco Nazionale dell'estuario del Warta

Ingresso del Parco dell'estuario del Warta  Parte sommersa del parco

Il Parco Nazionale dell'Estuario del Warta (Ujście Warty) è l'ultimo dei 23 situati in Polonia. Soltanto nel 2001 è stato istituito allo scopo di proteggere un'area di particolare interesse naturalistico.
Si trova vicino alla foce del fiume Warta (uno dei più lunghi in Polonia) che poi prosegue per alcuni km fino a sfociare sull'Odra, spartiacque con la Germania.
Ma soprattutto, è un importante punto di ritrovo per uccelli di vario tipo che hanno trovato, nelle acque del Warta, un ideale habitat naturale.
Spesso l'area del parco è in buona parte allagata, per cui i punti di ingresso a piedi o in bici sono fortemente limitati.
Per questo, il miglior modo per visitare il parco è in canoa, seguendo il corso del fiume che va da Est verso Ovest, con un percorso non particolarmente impegnativo.
A piedi, il miglior percorso è il Ptasim szlakiem (ovvero percorso con gli uccelli) a Sud e l'Olszyński a Nord, da dove è possibile ammirare una fauna e un paesaggio fuori dal comune.
Per godersi nel migliore dei modi il parco di Ujście Warty lo strumento principale è il binocolo: viste infatti le difficoltà a percorrere l'area e vista la fugacità della fauna, il miglior modo per ammirarle, anche per evitare di disturbarle, è da lontano.

Parte sommersa del parco  Parte sommersa del parco

KOSTRZYN NAD ODRĄ
Località di confine fra la Polonia e la Germania, sta vivendo una serie di cambiamenti soprattutto grazie al recupero della Città Vecchia (Stare Miasto).
Visitando le rovine si può da subito realizzare che quest'area è stata in passato soggetto a diverse guerre e bombardamenti che l'hanno più volte rasa al suolo, sia da parte dei russi nel XVIII sec. che dei tedeschi durante la seconda guerra mondiale.
I bastioni, progettati dall'architetto italiano Francesco Chiaramalli e costruiti fra il 1560 e il 1568, sono già stati ristrutturati e dominano la costa polacca del fiume Odra, mentre sono rimasti solo i ruderi di altre costruzioni come quelle di una chiesa gotica del XIII sec. e del castello di Kostrzyn, costruito nel XIV sec.
Curiose restano le indicazioni turistiche, interamente scritte in polacco e in tedesco, a sintomatica integrazione fra la Polonia e la vicinissima Germania, che si può già vedere semplicemente affacciandosi dalle mura (la località di Kietz, in Germania, dista pochissimi km).

Cicogna sul suo nido  Parte sommersa del parco

CHYRZNO
Villaggio adiacente alla vecchia città di Kostrzyn, sulla strada n. 22, si trova la sede della direzione del Parco Nazionale di Ujście Warty.
Pur essendo di dimensioni alquanto limitate, da apprezzare il buon gusto con cui hanno creato una interessante attrattiva sia i turisti che per le scuole.
Innanzi tutto, vale la pena salire sulla torre panoramica. Pagando un biglietto di 2,20 zł, si può ammirare buona parte della fitta vegetazione del parco e tutte le zone circostanti l'Odra e il Warta.
Nel cortile sul retro, la direzione ha creato un piccolo percorso educativo rivolto soprattutto ai più piccoli, volto al riconoscimento della flora e fauna tipica della zona, con giochi, rappresentazioni di nidi di uccelli e con varie piante e fiori.
L'obiettivo del percorso educativo è quello di sensibilizzare tutti i cinque sensi, con piante dall'odore tipico, oppure particolarmente piacevoli al tatto oppure attraenti per le farfalle.
Interessante un piccolo sentiero da percorrere a piedi nudi realizzato con fondi di vario tipo, con tratti in legna, in ciottoli, in mattoni, con castagne, volto proprio a fomentare la sensibilità sui piedi.

ŻABICE
Piccola località di campagna a sud del parco, di particolare interesse la parte a Nord, sulla strada n. 22, proprio sul suo svincolo, è il Canale Rosso (czerwony kanał) dove si trova una torre panoramica in legno da dove si può ammirare, con ogni probabilità, il più bel panorama dall'alto di tutto il parco.
Dalla sua cima è possibile vedere l'intera area del parco, la vegetazione e l'estesa area coperta dall'acqua, nonché, a Ovest, la distesa che arriva fino alla Germania. L'ingresso è gratuito. Sono presenti parcheggi sia adiacenti alla torre che dall'altra parte della strada, sullo svincolo verso Żabice.

ŚŁOŃSK
Piccola località a Sud del parco, è il miglior punto di partenza per il “Percorso con gli uccelli”. La strada non è asfaltata ma è irrobustita con blocchi di cemento. Non è possibile percorrerla parzialmente in auto, in quanto la strada è molto stretta e si potrebbe trovare interrotta per gli allagamenti, ma soprattutto, in questo modo si evita di disturbare la fauna del luogo.
Lungo il percorso è molto facile incontrare cormorani, gabbiani, cicogne nere e le più svariate forme ornitologiche.

Torre di avvistamento  Parco sensoriale

COME RAGGIUNGERE IL PARCO
L'area si trova a circa 70 km da Berlino e a 150 km da Poznań, è situata nel Voivodato Lubulskie, che vede Zielona Góra capoluogo.
Per il 2012 sarà ultimata l'autostrada A2 che collegherà la Germania (Frankfurt sull'Odra) e Słubice con il resto della Polonia fino alla Bielorussia e ciò renderà molto più semplice l'arrivo nelle zone del parco.
Arrivando da Stettino, si dovrà percorrere la statale n. 31, mentre da Breslavia e Legnica si dovrà prima raggiungere Zielona Góra per proseguire verso la A2 quando sarà ultimata.
Da Berlino, si può raggiungere tramite la strada statale tedesca n. 1.

 

 

0
0
0
s2smodern
2017  italia-polonia.eu