facebook
twitter
linkedin

Montagne in Polonia

Parco Nazionale dei Monti Tatra

Qui sotto alcune foto di Zakopane e del Parco Nazionale dei Monti Tatra.

Presto un racconto sulla zona.

Zakopane vista dal Gubałówka  Monti Tatra

 

Leggi tutto: Parco Nazionale dei Monti Tatra

0
0
0
s2smodern

Parco Nazionale Góry Stołowe

  

Il Parco Nazionale di Góry Stółowe è uno spettacolo geologico di rara fattura. Il nome polacco dice appunto “montagne a tavola” che in geologia ricordano le mesas, ovvero forme geomorfologiche a carattere tabulare.

GEOGRAFIA
Il Parco è ubicato sui monti Sudeti, nella regione della Bassa Slesia, a confine con la Repubblica Ceca. La località principale è Kudowa Zdrój, piacevole paesino conosciuto in Polonia in quanto luogo di cura.
All'interno del parco è possibile muoversi tranquillamente anche in auto, essendo attraversata dalla n. 387, cosa però non certo positivo da un punto di vista ambientale.

GEOLOGIA
La formazione più antica risale al Permiano rappresentata da sabbie e conglomerati di mare basso, affiorante nei dintorni di Radków, a Nord del parco.
Successivamente, nel Cretaceo, si sono create condizioni di mare più profondo generando potenti formazioni arenacee.
Al di sopra di queste troviamo delle marne (metà calcare, metà argilla), per poi riaffiorare le potenti arenarie che rendono il paesaggio di Góry Stołowe così caratteristico.
A causa dell'erosione delle zone di particolare debolezza, infatti, si sono creati veri e proprio labirinti fra le rocce nonché forme geomorfologiche uniche.

Leggi tutto: Parco Nazionale Góry Stołowe

0
0
0
s2smodern

Parco Nazionale di Babia Góra

Diablak visto da Ovest  Cima del Diablak

Si tratta di uno dei più piccoli parchi nazionali della Polonia. Ruota attorno alla cima di Babia Góra, il Diablak, che, con i suoi 1725 m è uno dei principali rilievi.
Durante la salita si affrontano praticamente tutte e 4 le stagioni: sono infatti presenti 4 piani climatici:
Da 700 m a 1150 m si attraversa un clima di bassa montagna, in piena foresta, ricca di picee e faggi.
Da 1150 m a 1360 m ci si trova in un clima di alta montagna, anch'esso in foresta, sempre ricca di picee e piante con foglie ad aghi.
Da 1360 m a 1650 m il cambio è brusco e si passa a un clima sub alpino. Si esce dalla foresta e si passa attraverso cespugli di pini mughi, rose alpine, ribes, in particolare la specie petraeum e salici.
Da 1650 m a 1725 m il clima è prettamente alpino, con presenza di Pulsatille e Anemone a fior di Narciso. Questa fascia climatica interessa esclusivamente la zona nei dintorni del Diablak.

Leggi tutto: Parco Nazionale di Babia Góra

0
0
0
s2smodern

Parco Nazionale di Bieszczady

Połonina Wetlińska, Bieszczady  Chatka Puchatka, Bieszczady

Splendido, selvaggio, unico, queste sono le parole migliori per definire il Parco Nazionale di Bieszczady (Bieszczadzki Park Narodowy).
Un luogo ancora incontaminato dove la natura la fa da padrone, dove fauna e flora si mischiano in un mix di colori notevole, dove il contatto con l'ambiente è piacevole e rilassante, dove si può stare in pace con se stessi e rigenerarsi dai tremendi ritmi cittadini.
Ciò che rende particolare questo parco è il suo carattere selvaggio: è tutto un contatto con la natura, certi rifugi, come Chatka Puchatka, sono appositamente mantenuti come un tempo, semplici, privi di servizi, ciò consente un miglior approccio con l'ambiente e consente di gustare meglio le peculiarità del parco.
Bieszczady è bello da visitare soprattutto in estate. Le temperature sono piacevoli e, se le condizioni climatiche lo consentono, si può godere di bellissimi paesaggi. Spesso nelle cime ci sono notevoli raffiche di vento. Essendo le Połoniny particolarmente esposte, si preferisce concentrare il periodo di vacanza nei periodi più caldi.
Il trekking in montagna si effettua in percorsi molto ben strutturati, che si alternano fra foreste molto fitte e spazi aperti dove si ammira un paesaggio mozzafiato, nel quale è consuetudine passare su ponti di legno costruiti sui vari torrenti.
Per il pernottamento, i luoghi caratteristici sono le bacówke, il cui nome deriva dagli antichi rifugi dei pastori. I luoghi sono molto ben fatti, anche se, certo, alcuni di essi non possono essere definiti proprio confortevoli.
Il parco è visitabile anche in bicicletta, a cavallo o con gli sci di fondo in inverno.

Leggi tutto: Parco Nazionale di Bieszczady

0
0
0
s2smodern

Consigli per i viaggiatori

    

Faccio una premessa, non ho interesse nello spingere un turismo di massa nelle zone meno popolari della Polonia.
Non sono luoghi adatti per tutti, per cui, chi vuole seguire le mie orme, che lo faccia in maniera responsabile.
In questo caso, una regola fondamentale per gli italiani che leggono: NON FACCIAMOCI CONOSCERE, siamo in grado di farci sgamare in tutto il mondo, in Polonia c'è maggiore rispetto per i luoghi e le persone rispetto all'Italia, per cui, evitiamo magre figure.
Se proprio non ce la fate, restatevene in Italia che è meglio.

Leggi tutto: Consigli per i viaggiatori

0
0
0
s2smodern

Parco Nazionale di Pieniny

Trzy Korony, Pieniny  Dunajec

GEOGRAFIA
Il Parco Nazionale di Pieniny si trova nel Voivodato della Piccola Polonia (woj. Małopolskie) al confine fra la Polonia e la Slovacchia. Si tratta di un posto pittoresco che si estende fra i due Stati, separati dal fiume Dunajec (confine naturale fra i due paesi), fino al Lago Czorsztyn.
E' situato a poco più di 100 km a Sud di Cracovia, i paesi più vicini sono quelli di Szczawnica e Krościenko (dove si trova la sede del parco) a Est e Czorsztyn a Ovest.

Leggi tutto: Parco Nazionale di Pieniny

0
0
0
s2smodern

Parco Nazionale di Magura

Allocco degli Urali (Stryx uralensis)  Cinciallegra

Il Parco Nazionale di Magura (Magurski Park Narodowy in polacco) è uno dei più a Sud della Polonia. Si trova nella catena montuosa dei Bassi Beschidi (Beskid Niski), situato in gran parte nel voivodato dei Precarpazi (woj. Podkarpackie) e solo per il 10% in quello della Piccola Polonia (woj. Małopolskie). Il parco è presente anche nella confinante Slovacchia.
A differenza di molti altri luoghi di montagna in Polonia, non è molto frequentato dagli sciatori, per cui si rivela un posto ideale per chi vuole riposare e godersi delle belle e piacevoli passeggiate senza salite particolarmente impegnative.
Chiaro però che, data la localizzazione geografica, in inverno le temperature sono abbastanza rigide e possono capitare piccoli inconvenienti come quello di incontrare ruscelli sepolti sotto la neve affrontare guadi senza alcun supporto.
Ma è forse anche questo il fascino di Magura, un posto selvaggio e tranquillo dove godersi la natura e anche qualche piccola avventura.

Leggi tutto: Parco Nazionale di Magura

0
0
0
s2smodern

Parco Nazionale di Gorce

Bulandowa kapliczka  Vista sui Tatra dal Turbacz

Il Parco Nazionale di Gorce è uno dei più piccoli fra i 23 in Polonia. Si trova a Sud, nel Voivodato della Piccola Polonia (woj. Małopolskie) a circa 70 km da Cracovia e non lontano dal confine con la Slovacchia.
E' stato istituito nel 1981 ed è esteso circa 70 km2. Le località più grandi nei dintorni sono Rabka-Zdrój e Nowy Targ, mentre la sede del Parco si trova presso Poręba Wielka, piccolo centro situato a pochi km all'esterno dello stesso parco.

KONINKI
E' un piccolo centro a Nord del parco, con case isolate dov'è possibile pernottare sia in agriturismi attrezzati sia da privati molto ospitali e disponibili a prezzi decisamente accessibili.
Dopo una vistosa chiesa sulla sinistra, venendo da Nord, si passa un ponticello e, dopo alcune centinaia di metri comincia la pista verde che porta fino a Obidowiec.
Proseguendo invece dritto sulla strada principale, si raggiunge un parcheggio da dove poi c'è l'ingresso del parco (a pagamento da marzo a ottobre).
A quel punto si possono scegliere più percorsi: la pista blu porta, dopo circa un'ora di salita non molto impegnativa fino al Turbacz, oppure, se si è in bicicletta, c'è un percorso apposito, molto impegnativo, che fa il giro di tutta la montagna.
Spesso, dopo la pioggia, il percorso ciclabile è pieno di fango, il che lo rende ancora più difficile.

Leggi tutto: Parco Nazionale di Gorce

0
0
0
s2smodern

Sanok

Giusto dare un po' di risalto ai paesini della Polonia, inizierò a parlare dei posti meno popolari che è mia consuetudine visitare durante il mio pellegrinaggio per la Polonia.
Sanok è un paesino dei Precarpazi, a Sud di Rzeszów in direzione Bieszczady.
Un po' sfortunata la sua posizione, chi viene da queste parti va a Bieszczady e Sanok è troppo lontana per fermarsi prima di scalare il Tarnica.
Tuttavia, vanta il più grande museo all'aperto (Skansen) di tutta la Polonia, con tante piccole costruzioni rappresentanti l'evoluzione storica della zona.
Anche il piccolo Rynek merita di essere visitata, con la chiesa di Santa Croce e la Sanocka Strefa Kultury.
Inoltre, dalla adiacente piazza di San Giovanni si può ammirare un bel panorama sul fiume San e sulle colline adiacenti.
Durante il socialismo era conosciuta soprattutto per la produzione di autobus, ma adesso l'attuale azienda è ormai uno sbiadito ricordo della storica San.
Chi vuole visitare il Parco Nazionale di Bieszczady, farebbe bene a fare una pausa presso questa piacevole località.

0
0
0
s2smodern
2017  italia-polonia.eu