Castelli medievali di Mirów e Bobolice

I castelli di Mirów e Bobolice sono due delle principali tappe del Sentiero dei nidi d'aquila.

Due castelli adiacenti fra loro costruiti con le rocce carbonatiche del posto nonché fra i meglio conservati dell'Altopiano di Cracovia-Częstochowa e del Parco Paesaggistico dei Nidi d'Aquila.

Storia del castello di Mirów e di Bobolice

Secondo i dati a disposizione, i due castelli erano stati eretti da Casimiro III il Grande fra il 1350 e il 1352 e cambiando vari proprietari nel corso dei secoli.

Entrambi facevano parte del sistema difensivo lungo il confine occidentale del Regno di Polonia chiamato appunto Orle Gniazda o Nidi d'aquila.

I due castelli hanno subito in passato diversi attacchi come quello del 1655 da parte degli svedesi con seri danni alle strutture.

Con il passare del tempo sono stati via via abbandonati e parzialmente smontati sia per la ricerca di tesori nascosti che per la costruzione della strada che collega Mirów a Bobolice dopo la fine della seconda guerra mondiale.

A questi si aggiunge l'abbandono delle aree adiacenti lasciate alla mercè di bivacchi e quad che hanno necessitato delle intense bonifiche dai rifiuti per recuperarle.

Solo dal 1961 sono stati effettuati i primi lavori di messa in sicurezza per poi finire, verso la fine del XX secolo, nelle mani private dei fratelli Dariusz e Jarosław Lasecki che si stanno occupando del recupero e della ristrutturazione supportati dai migliori esperti polacchi.

 

Castello di Mirów

 

Il castello di Mirów o zamek w Mirowie è costruito su un cocuzzolo calcareo attorniano da delle mura sulla cui torre sventola la bandiera polacca.

Si tratta di quello più a Ovest nonchè l'unico con gli interni al momento non fruibili ai turisti.

Attualmente (2020) sono in corso dei lavori di ricostruzione sulla base degli antichi disegni per renderlo il più simile possibile alla struttura originaria.

Pagando un biglietto d'ingresso di sette złoty per gli adulti e cinque ridotto (dati 2020) si può accedere all'area adiacente e ammirare il castello dall'esterno.

L'area naturalistica adiacente al castello di Mirów è quella più ampia fra i due castelli. Oltre ad ammirare l'esterno del castello si può infatti passeggiare nei dintorni verso Est sugli affioramenti carbonatici giurassici dove sono presenti anche alcune grotte.

 

 

Ti è piaciuto l'articolo fino ad ora? Iscrivendoti alla Newsletter potrai scaricare gratuitamente il mio ebook «Valli dei Monti Tatra» in formato PDF.

 

Castello di Bobolice

Come il castello di Mirów, anche quello di Bobolice (zamek w Bobilicach in polacco) giace su un cocuzzolo di rocce giurassiche nonché l'unico fra i due con gli interni accessibili ai turisti.

Fra i due è quello che ha subito il primo processo di ristrutturazione. Fino agli anni sessanta era infatti ridotto in rovina con sole le pareti esterne e destinato a un inesorabile decadimento.

L'accesso al territorio del castello è a pagamento allo stesso prezzo di quello di Mirów. I biglietti per i due castelli non sono collegati e vanno acquistati separatamente presso le biglietterie all'ingresso.

Entrando si attraversa un selciato fino a raggiungere Brama Laseckich, un suggestivo affioramento carbonatico che funge da portale per accedere al castello.

L'ingresso al castello è preceduto da un fossato e da dei muri di cinta mentre l'area attorno è attrezzata con hotel e un ristorante.

 

Collegamento fra il castello di Mirów e quello di Bobolice

L'unico modo per raggiungere a piedi i due castelli è tramite la strada asfaltata lungo il sentiero rosso parte del Sentiero dei nidi d'aquila.

Pur potendo passeggiare ampiamente all'interno dei territori fra i due castelli, i collegamenti fra i due sono transennati.

Questo perché l'area compresa fra i due castelli appartiene ad altri proprietari che, a causa di mancati accordi, hanno deciso di sbarrare l'ingresso impedendo l'accesso ai turisti.

Si tratta di uno dei nei della visita in questi luoghi in quanto un collegamento del genere fra i due castelli renderebbe l'area ancor più suggestiva.

Il consiglio è quello di lasciare il mezzo presso uno dei parcheggi e di muoversi a piedi.

I due castelli distano fra loro circa un chilometro e mezzo, una volta visitato uno si può raggiungere l'altro dopo una passeggiata di un quarto d'ora.

 

Come raggiungere i castelli

I castelli di Mirów e Bobolice si trovano nella parte orientale del Voivodato della Slesia fra Częstochowa e Katowice.

In macchina da Katowice occorre seguire la strada statale n. 78 attraversando Zawiercie mentre da Częstochowa il percorso migliore è attraverso la n. 46 nei pressi del Castello di Olsztyn.

Fra gli aeroporti, il più vicino è quello di Katowice-Pyrzowice ma anche quello di Cracovia è un buon punto di partenza.

In treno la stazione più vicina è quella di Myszków collegata direttamente con Katowice e Częstochowa e che dista circa quindi chilometri.

Da Myszków si possono raggiungere i castelli tramite autobus.

 

Ti è piaciuto il mio articolo? Vuoi rimanere aggiornato sulle mie ultime novità? Allora iscriviti alla Newsletter e seguimi sulle mie pagine social Facebook, Instagram e Pinterest.