Stettino. Cosa vedere nel Nord Ovest polacco

Stettino è una città affascinante e dinamica situata nel nord-ovest della Polonia, al confine con la Germania. Conosciuta per il suo porto vivace sul Mar Baltico e la ricca storia che risale all'XI secolo, questa città polacca offre una combinazione unica di bellezze architettoniche, patrimonio culturale e vitalità moderna.

In questo articolo, esploreremo le principali attrazioni di Stettino, dalla storica Cattedrale di San Giacomo al moderno Wały Chrobrego, e vi forniremo consigli utili per scoprire al meglio questa perla della Pomerania Occidentale. Preparatevi a scoprire una città che, nonostante sia stata teatro di numerosi eventi storici, continua a brillare come un importante centro culturale e commerciale.

 

 

Alla scoperta di Stettino

Stettino, nota in polacco come Szczecin (si pronuncia scecin), è una città con circa quattrocentomila abitanti e si trova nel nord-ovest della Polonia, lungo le rive del fiume Oder. Questa posizione strategica la pone vicino al confine con la Germania e a breve distanza dal Mar Baltico.

La città è il capoluogo del voivodato della Pomerania Occidentale, rendendola un importante nodo logistico, economico e culturale della regione. La vicinanza al confine tedesco e la presenza di un ampio porto sul Baltico contribuiscono alla sua importanza come centro di commercio e di trasporto nella regione.

Stettino è gemellata con Bari.

 

Storia di Stettino

Stettino, nota in polacco come Szczecin, è una città ricca di storia e cultura, situata nel nord-ovest della Polonia sulla riva del fiume Oder. Essendo il capoluogo del voivodato della Pomerania Occidentale, Stettino è una città strategica sia dal punto di vista geografico che storico.

Le origini di Stettino risalgono all'VIII secolo quando era un insediamento slavo. La città fu menzionata per la prima volta in documenti storici nell'XI secolo e iniziò a crescere significativamente come un importante centro commerciale grazie alla sua posizione lungo le rotte commerciali che collegavano il Mar Baltico con l'Europa centrale.

Nel XII secolo, Stettino divenne una delle principali città del Ducato di Pomerania, sotto il regno di Bogusław I. Durante questo periodo, la città fu fortificata e furono costruiti molti edifici importanti, tra cui il Castello dei Duchi di Pomerania, che diventò il centro della vita politica e culturale della regione.

Nel corso del XVII secolo, a seguito delle Guerre del Nord, Stettino passò sotto il controllo della Svezia. Durante questo periodo, la città conobbe un'ulteriore espansione e modernizzazione. Tuttavia, nel 1720, dopo la Grande Guerra del Nord, Stettino fu ceduta al Regno di Prussia. Sotto il dominio prussiano, Stettino si sviluppò rapidamente come un importante porto marittimo e centro industriale. La sua posizione strategica ne fece un punto nevralgico per il commercio e la difesa militare.

Il XX secolo fu un periodo turbolento per Stettino. Durante la Seconda Guerra Mondiale, la città fu un significativo centro di industria bellica per la Germania nazista e, di conseguenza, fu pesantemente bombardata dalle forze alleate. La guerra lasciò la città in rovina, con la gran parte dell'infrastruttura distrutta e una grande parte della popolazione decimata o sfollata.

Dopo la guerra, in seguito alle decisioni prese durante la Conferenza di Potsdam nel 1945, Stettino fu assegnata alla Polonia. La popolazione tedesca fu in gran parte trasferita ad ovest e la città fu ripopolata da polacchi, molti dei quali erano sfollati dalle aree orientali che la Polonia aveva perso in favore dell'Unione Sovietica. Negli anni del dopoguerra, Stettino fu ricostruita e divenne nuovamente un importante porto e centro industriale.

Oggi, Stettino è una città vibrante e in crescita, con un ricco patrimonio culturale e una serie di attrazioni turistiche, tra cui teatri, musei e parchi. Il suo porto rimane uno dei più attivi del Mar Baltico. La città è anche un importante centro di istruzione e scienza, con numerose università e istituti di ricerca.

 

Il Castello dei Duchi di Pomerania

Il Castello dei Duchi di Pomerania, conosciuto localmente come Zamek Książąt Pomorskich, si erge maestosamente nel cuore di Stettino, offrendo una panoramica storica unica sulle vicende della Pomerania e della Polonia nel suo complesso. Questo castello, una volta centro del potere ducale, oggi si trasforma in un vivace museo che attrae visitatori da tutto il mondo grazie alla sua ricca storia e alla sua architettura affascinante.

Costruito originariamente nel XIV secolo, il Castello dei Duchi di Pomerania ha subito numerosi ampliamenti e restauri nel corso dei secoli. Ogni epoca ha lasciato il proprio segno sull'architettura del castello, che presenta elementi gotici, rinascimentali e barocchi. Questa commistione di stili fa del castello un esempio eccezionale dell'evoluzione architettonica nella regione.

Durante la sua lunga storia, il castello ha servito come residenza per i duchi della Pomerania, e successivamente, è diventato una sede importante per varie istituzioni amministrative. Gravemente danneggiato durante la Seconda Guerra Mondiale, il castello è stato meticolosamente restaurato negli anni '60, riportandolo al suo antico splendore.

Oggi, il Castello dei Duchi di Pomerania ospita il Museo Nazionale di Stettino, che offre una vasta gamma di collezioni che spaziano dall'arte medievale alla moderna, oltre a manufatti storici e reperti archeologici. Le esposizioni del museo sono progettate per educare i visitatori sulla ricca storia della regione, con un'attenzione particolare al ruolo della Pomerania nella storia europea.

Tra le collezioni di maggior interesse del museo si trovano quelle di arte medievale, che includono dipinti, sculture e artigianato provenienti da tutta la Polonia e dall'Europa. Inoltre, la sezione di armi e armature offre uno sguardo affascinante sull'evoluzione della tecnologia militare nel corso dei secoli.

Una delle gemme del Castello dei Duchi di Pomerania è la Cappella del Duca Boguslaw X, un capolavoro del Rinascimento adornato con stucchi intricati, affreschi e sculture. La cappella, restaurata con cura, è spesso utilizzata per concerti di musica classica, conferendo un'atmosfera magica alle esibizioni.

Un'altra attrazione imperdibile è la Torre dell'Orologio, che offre una vista panoramica sulla città e sul fiume Oder. L'orologio, installato nel 1537, è uno dei più antichi in Europa e continua a misurare il tempo con la sua melodia storica che riecheggia attraverso il cortile del castello.

Il Castello dei Duchi di Pomerania è aperto tutto l'anno, con orari e tariffe specifici disponibili sul sito ufficiale del museo. I visitatori sono invitati a partecipare a tour guidati, che offrono approfondimenti dettagliati sulla storia e le collezioni del castello. Durante l'estate, il castello diventa anche il fulcro di numerosi eventi culturali, inclusi festival, mostre d'arte e workshop, rendendo ogni visita un'esperienza nuova e entusiasmante.

 

La Cattedrale di San Giacomo

Panorama di Stettino - Image by <a  data-cke-saved-href="https://pixabay.com/users/neufal54-54756/?utm_source=link-attribution&utm_medium=referral&utm_campaign=image&utm_content=890380" href="https://pixabay.com/users/neufal54-54756/?utm_source=link-attribution&utm_medium=referral&utm_campaign=image&utm_content=890380">neufal54</a> from <a  data-cke-saved-href="https://pixabay.com//?utm_source=link-attribution&utm_medium=referral&utm_campaign=image&utm_content=890380" href="https://pixabay.com//?utm_source=link-attribution&utm_medium=referral&utm_campaign=image&utm_content=890380">Pixabay</a>

La Cattedrale di San Giacomo, o Bazylika archikatedralna św. Jakuba w Szczecinie, si erge come uno dei simboli più emblematici e spiritualmente significativi di Stettino. Questa maestosa chiesa, con la sua imponente architettura gotica e la sua ricca storia, attira non solo fedeli ma anche ammiratori dell'arte e dell'architettura da tutto il mondo.

La costruzione della Cattedrale di San Giacomo iniziò nel XIV secolo e si protrasse per diversi secoli, con continui ampliamenti e restauri che hanno arricchito il suo stile architettonico originario. La chiesa è stata testimone di numerosi eventi storici che hanno plasmato Stettino e la Pomerania, sopravvivendo a guerre, incendi e restauri.

Il profilo distintivo della cattedrale è dominato dalle sue torri gemelle e dal tetto aguzzo, elementi caratteristici dello stile gotico baltico. L'interno della cattedrale è altrettanto maestoso, con volte a crociera che sovrastano un'ampia navata, creando un ambiente di solenne bellezza.

Uno degli aspetti più interessanti della Cattedrale di San Giacomo sono le sue vetrate colorate. Queste opere d'arte non solo filtrano la luce creando giochi di colore all'interno della navata, ma raccontano anche storie bibliche e scene della vita di San Giacomo, patrono della cattedrale.

Altro punto di orgoglio è l'imponente organo barocco, uno dei più grandi e tecnicamente sofisticati al mondo. L'organo è famoso per il suo suono ricco e potente, che risuona durante le funzioni religiose e i concerti, attirando appassionati di musica da tutto il globo.

La Cattedrale di San Giacomo ha subito un importante processo di restauro che ha mirato a preservare la sua struttura storica pur integrando elementi moderni per garantirne la sostenibilità. Questi lavori hanno permesso di salvaguardare l'integrità dell'edificio, assicurando che continui a essere un punto di riferimento per la comunità di Stettino e per i visitatori da tutto il mondo.

La cattedrale non è solo un luogo di culto; è anche un centro culturale attivo. Ospita regolarmente eventi musicali, tra cui concerti di organo e corali, che sfruttano l'acustica eccezionale della nave principale. La torre della cattedrale, accessibile ai visitatori, offre una vista panoramica di Stettino, rendendo la visita un'esperienza memorabile.

 

Wały Chrobrego

Wały Chrobrego, noto anche come Terrazza di Chrobry, è uno dei luoghi più spettacolari e significativi di Stettino, offrendo una combinazione unica di storia, cultura e panorami mozzafiato. Questo imponente terrazzo, che si estende lungo il fiume Oder per circa 500 metri, è non solo un'attrazione turistica di prim'ordine, ma anche un vivace centro sociale e culturale della città.

Inaugurato all'inizio del XX secolo, Wały Chrobrego fu progettato dall'architetto Wilhelm Meyer-Schwartau. Il design originale era parte di un più ampio piano di modernizzazione urbana che intendeva trasformare Stettino in una città più grandiosa e organizzata. Il terrazzo è stato costruito con l'intento di celebrare il regno di Guglielmo II di Germania, riflettendo l'opulenza e la grandiosità dell'epoca imperiale tedesca con il suo stile neo-romanico e neo-barocco.

Wały Chrobrego non è solo un luogo per ammirare il panorama; è un hub culturale vibrante. Lungo il terrazzo si trovano importanti istituzioni culturali, tra cui il Museo Nazionale, il Teatro dell'Opera di Stettino e l'Università Marittima. Questi edifici non solo arricchiscono l'offerta culturale della città, ma conferiscono al terrazzo un'atmosfera di costante vivacità e dinamismo.

Wały Chrobrego ospita numerosi eventi culturali e sociali durante tutto l'anno, tra cui concerti all'aperto, festival e cerimonie ufficiali. La sua ampia area pedonale e i giardini ben curati sono luoghi prediletti per passeggiate giornaliere sia dai locali che dai turisti, offrendo un rifugio dalla frenesia urbana. Durante l'estate, il terrazzo diventa una delle principali aree di ritrovo per gli abitanti di Stettino, che si riuniscono qui per godere delle serate fresche e delle splendide viste sul fiume.

Uno degli aspetti più interessanti di Wały Chrobrego è la sua straordinaria vista panoramica sul fiume Oder e oltre. Da qui, i visitatori possono godere di una vista ininterrotta del porto di Stettino e delle vaste aree verdi che circondano la città. Il punto di vista elevato offre opportunità fotografiche uniche, specialmente all'alba e al tramonto, quando il cielo e l'acqua sembrano fondersi in uno spettacolo di colori.

Wały Chrobrego è facilmente accessibile sia a piedi che tramite i mezzi pubblici di Stettino e non vi è alcun costo di ingresso, rendendolo accessibile a tutti. I visitatori sono incoraggiati a prendersi il tempo per esplorare non solo il terrazzo stesso, ma anche i musei, i teatri e le altre attrazioni che si trovano nelle sue immediate vicinanze.

 

Museo del Mare di Stettino

Museo del Mare a Stettino - Image by <a href="https://pixabay.com/users/neufal54-54756/?utm_source=link-attribution&amp;utm_medium=referral&amp;utm_campaign=image&amp;utm_content=890389">neufal54</a> from <a href="https://pixabay.com//?utm_source=link-attribution&amp;utm_medium=referral&amp;utm_campaign=image&amp;utm_content=890389">Pixabay</a>

Situato lungo il pittoresco Wały Chrobrego, il Museo del Mare di Stettino offre una finestra affascinante sulla ricca storia marittima della città e della Polonia. Questo museo è un tesoro di conoscenze e reperti che illustrano l'importanza del mare per la regione, rendendolo una tappa obbligatoria per chiunque visiti Stettino.

Il Museo del Mare di Stettino è ospitato in un imponente edificio che si affaccia direttamente sul fiume Oder, una posizione che sottolinea il legame storico della città con il mare. All'interno, i visitatori possono scoprire una vasta gamma di esibizioni che coprono tutto, dalla costruzione navale all'archeologia marittima, fino alla vita degli antichi marinai polacchi.

Una delle collezioni più intriganti del museo include modelli di navi storiche e moderne, che mostrano l'evoluzione delle tecniche di costruzione navale nella regione. Ogni modello è accuratamente dettagliato, offrendo agli appassionati di storia marittima uno sguardo approfondito sulle innovazioni e i design che hanno cambiato il mondo della navigazione.

Il museo vanta anche una notevole raccolta di strumenti nautici, tra cui antichi sextant e bussole, che raccontano la storia della navigazione e dell'esplorazione marittima. Le esibizioni sono arricchite da pannelli informativi e installazioni multimediali che rendono la visita educativa e coinvolgente per tutte le età.

Il Museo del Mare di Stettino è impegnato nell'educazione marittima e offre una varietà di programmi e workshop per scuole e gruppi. Queste attività sono progettate per aumentare la consapevolezza sull'importanza della conservazione marittima e per ispirare la prossima generazione di scienziati, storici e esploratori del mare.

Oltre alle sue collezioni permanenti, il museo ospita regolarmente mostre temporanee che esplorano temi specifici legati al mare e alla navigazione. Questi eventi speciali offrono ai visitatori l'opportunità di vedere manufatti rari e di partecipare a discussioni e seminari tenuti da esperti del settore marittimo.

Facilmente accessibile dal centro di Stettino, il Museo del Mare è aperto tutto l'anno e offre tariffe d'ingresso ragionevoli. È consigliabile dedicare alcune ore alla visita per poter apprezzare pienamente tutte le esibizioni e le attività disponibili.

 

Monumento del marinaio a Stettino

 

Come raggiungere Stettino

A Goleniów, città a Nord Est di Stettino, si trova l'aeroporto internazionale "Solidarność". Tuttavia non sono presenti, al momento, voli diretti dall'Italia. Gli stettinesi prediligono solitamente l'aeroporto di Berlino in quanto distante circa centocinquanta chilometri e ben collegata sia in auto che in treno.

Anche per raggiungere Stettino dall'Italia in macchina (viaggio lunghissimo), la soluzione migliore è attraversare la Germania e passare dalla circonvallazione di Berlino. Per chi si trova in Polonia, la superstrada S3 collega Stettino alla Repubblica Ceca mentre la superstrada A6 che collega la città con Danzica è al momento in costruzione.

 

Cosa vedere nei dintorni di Stettino

Data la sua ubicazione nell'estremità Nord Occidentale della Polonia, da Stettino è decisamente più facile raggiungere Berlino rispetto a Varsavia o altre città polacche.

Il Castello di Ujście, situato a nord-est di Stettino, noto anche come Castello dei Pomerania, è un'importante roccaforte medievale. Sebbene in rovina, il castello offre una suggestiva finestra sul passato della regione e splendide vedute della campagna circostante.

Il Parco Nazionale di Wolin si trova su un'isola nel Mar Baltico, a breve distanza in auto da Stettino. È un luogo ideale per gli amanti della natura, con le sue foreste dense, le spiagge sabbiose e una ricca fauna selvatica. Il parco è perfetto per escursioni, osservazione degli uccelli e relax sulla spiaggia.

Międzyzdroje è una popolare località balneare sull'isola di Wolin, nota per le sue belle spiagge e le vivaci attrazioni turistiche. Durante l'estate, Międzyzdroje attrae molti visitatori con festival, concerti e mercati all'aperto.

Goleniów è una piccola città a pochi chilometri da Stettino, nota per il suo bellissimo centro storico e per le annuali rievocazioni storiche medievali. Goleniów offre un piacevole contrasto con l'ambiente urbano di Stettino, offrendo uno scorcio della vita tranquilla della Polonia rurale.

Il Lago Miedwie è situato a sud-est di Stettino, il Lago Miedwie è uno dei laghi più grandi della regione. È un luogo popolare per le attività all'aperto come il kayak, la vela e la pesca, oltre ad essere un ottimo posto per il birdwatching e pic-nic in famiglia.

A circa 40 chilometri a sud di Stettino, vicino alla cittadina di Gryfino, si trova una delle meraviglie naturali più insolite della Polonia: la foresta degli alberi storti. Questo piccolo tratto di bosco è famoso per i suoi circa 400 pini, i quali crescono con curve strane e sinuose alla base del tronco. Plantati negli anni '30, si ritiene che queste forme insolite siano il risultato di tecniche di coltivazione praticate quando gli alberi erano giovani, forse per creare mobili naturalmente curvi o per altri scopi legati alla carpenteria navale, anche se la vera origine rimane avvolta nel mistero.

La Foresta Storta è diventata un'attrazione popolare per fotografi e amanti della natura, attratti dalla straordinaria e surreale bellezza del paesaggio. Il sentiero ben curato attraverso la foresta permette una facile esplorazione, rendendo questa area accessibile a visitatori di tutte le età. Oltre al suo fascino visivo, la foresta offre una tranquilla fuga dalla città, con l'opportunità di rilassarsi in un ambiente naturale unico.

Da un punto di vista naturalistico, il  merita una visita. Si estende su una superficie di oltre diecimila ettari ed è caratterizzato da una flora e fauna uniche. Al suo interno si trova anche il Monte Golgota, la montagna più alta della zona, dalla cui sommità si può ammirare una vista mozzafiato sulla costa del Mar Baltico.

 

Ti è piaciuto il mio articolo? Seguimi su Facebook e Instagram per far parte della community.

Utilizziamo i cookie sul nostro sito web per offrirti l'esperienza più pertinente ricordando le tue preferenze e le tue visite ripetute.

Cliccando su "Approvo", acconsenti all'utilizzo di TUTTI i cookie. Tuttavia, puoi visitare "Impostazioni cookie" per fornire un consenso controllato. Per saperne di piu'

Approvo