Cosa vedere a Poznań

Poznań ha un affascinante centro storico medievale nonchè un importante centro fieristico che ne fa una delle città più visitate in Polonia.

Questa perla sulle rive del fiume Warta è una meta sempre più ambita dai turisti anche per la sua vicinanza alla Germania.

Centro di Poznań

La principale attrazione è il Rynek, il centro nevralgico della città dove si svolge si concentra anche il flusso turistico.

La struttura è simile a quella di Cracovia, Wrocław, Opole e molte altre con il Ratusz, ovvero con la sede del Comune di Poznań nel centro della piazza attorno a degli edifici di epoca medievale.

È proprio la sede del Comune una delle attrazioni principali. Oltre al fascino della sua architettura, dalla facciata orientale ogni mezzogiorno da una porticina in alto escono i koziołki, due capre che si scornano per dodici volte prima di rientrare.

Se siete in piazza a quell'ora non perdetevi l'occasione di ammirare la loro uscita. Individuarlo non sarà difficile perchè al di sotto si troveranno sicuramente un gruppo di turisti in attesa del quotidiano evento.

Accanto al Ratusz, sempre sul lato orientale, ci sono le Case dei Mercanti chiamate in polacco Domki budnicze. Risalenti al XVI secolo, sono state rase al suolo durante la II guerra mondiale per poi ricostruite fedelmente alla vecchia struttura. Ciascuna di essere è alquanto stretta e decorata con variegate facciate una diversa dall'altra. Al di sotto ci sono degli archi al di sotto dei quali capita di trovare alcuni artisti impiegati nelle loro opere.

Di fronte si trova la vecchia gogna (pręgierz in polacco), strumento di tortura costruito nel 1533 con una colonna ottagonale e una statua del boia in cima con una spada nella mano destra.

Sulla parte opposta della piazza si trova l'antica Bilancia Comunale. Situata in un edificio a due piani anch'esso risalente al medioevo, una volta veniva utilizzata per la pesa della merce acquistate e vendute dai mercanti.

Accanto, sempre nella parte occidentale, si può visitare il Museo della Rivolta della Grande Polonia nel 1918-1919 (Muzeum Powstania Wielkopolskiego). Al suo interno i visitatori possono ammirare la mostra sulla Strada per l'Indipendenza contro la Repubblica di Weimar per la restituzione delle terre. La vittoria sancì anche il ritorno di Poznań in territorio polacco.

Agli angoli della piazza sono presenti quattro fontane con le statue di Apollo, Marte e Nettuno e Proserpina, quest'ultima proprio di fronte al Ratusz. Risalenti al XVI secolo, hanno subito nei secoli diversi interventi di ristrutturazione fino agli ultimi interventi da parte di artisti locali.

 

Malta

Quartiere occidentale dove si trova il principale parco di Poznań.

Al suo interno, fra le varie attrazioni, si trova l'omonimo lago artificiale (Jezioro Małtańskie in polacco) e uno degli zoo più grandi in Polonia.

Durante il periodo estivo, il parco può essere attraversato anche tramite un vecchio trenino a vapore.

 

Orto Botanico

Nei pressi del Parco Wilson si trova la Palmiarnia, il più grande orto botanico in Polonia nonchè uno dei principali in Europa.

Costruito nel 1911, al suo interno vengono tenuti oltre un migliaio di specie di piante provenienti da ogni parte del mondo.

L'Orto Botanico di Poznań è una piacevole attrazione soprattutto in inverno dove si può godere di temperature e umidità tropicali al cospetto del rigido freddo polacco del periodo.


Fiera Internazionale

A Poznań si trova il principale centro fieristico in Polonia.

La Fiera Internazionale di Poznań (Międzynarodowe Targi Poznańskie) spinge aziende da tutto il mondo a esporre le loro attività nei vari eventi organizzati tutti gli anni.

Alcuni eventi come il BUDMA, ovvero la fiera dell'edilizia e il DREMA dedicato al mercato del legno e molti altri vengono annualmente visitati da migliaia di persone che riempiono la città e di conseguenza gli hotel.

La fiera di Poznań attira anche parecchie aziende italiane sia con che senza presenza diretta in Polonia interessate a introdursi e ad affermarsi nel mercato polacco.

 

Stadio di calcio

Si trova nella parte occidentale della città e può ospitare fino al 45.000 spettatori.

Al suo interno vengono giocate le partite del Lech Poznań, una delle squadre più forti e titolate dell'Ekstraklasa, ovvero la serie A polacca. Nelle sue file ha militato fino al 2010 anche il forte attaccante Robert Lewandowski prima del suo trasferimento in Germania.

Questo è inoltre uno dei quattro stadi che insieme a Varsavia, Wrocław e Danzica, ha ospitato i campionati europei di calcio del 2012 giocati in Polonia e in Ucraina, per il quale ha subito importanti lavori di ristrutturazione in preparazione all'evento.

Oltre alle partite di calcio, lo stadio è sede di concerti anche di livello internazionale.

 

Cosa vedere nei dintorni di Poznań

A Sud di Poznań si trova il Parco Nazionale della Grande Polonia (Wielkopolski Park Narodowy), unico del voivodato vero e proprio giardino di Poznań fra foreste e laghi incontaminati in cui i cittadini usano spostarsi in massa nei weekend per immergersi nella natura.

Per raggiungere il parco, oltre alla macchina ci sono anche frequenti collegamenti in treno che portano alla stazione di Puszczykowo nel giro di undici minuti.

 

Come arrivare a Poznań

La città si trova lungo l'autostrada A2 che collega Varsavia e Łódź al confine tedesco proseguendo per la non lontana Berlino.

Poznań è collegata con Wrocław tramite la superstrada S5 che prosegue verso Nord alla volta di Bydgoszcz.

Arrivando in macchina dall'Italia, solitamente viene preferito il percorso attraverso la Germania anche se il futuro miglioramento dei collegamenti fra Wrocław e la Repubblica Ceca potrebbe far cambiare le tendenze nei prossimi anni.

Per raggiungere l'aeroporto di Poznań dall'Italia ci sono voli settimanali da Bergamo e Roma Ciampino tramite la compagnia Ryanair.

Se ti è piaciuto il mio articolo e vuoi rimanere aggiornato sulle mie ultime novità, iscriviti alla Newsletter e seguimi sulle mie pagine social Facebook, Instagram e Pinterest.