A pochi chilometri da Stettino e dal confine tedesco, esiste un luogo con degli alberi...storti.
Un centinaio di pini silvestri sono piegati di novanta gradi verso Nord a partire da poche decine di centimetri dalla base formando una ampia curvatura a C prima di raddrizzarsi.

Foresta Storta di Gryfino - Foto Kalasancjusz from Pixabay

 

La causa è legata a una volontaria ingerenza umana: la foresta era stata piantata nel 1934 quando era ancora territorio tedesco. I pini, quando avevano un'età fra i sei e i dieci anni (almeno osservando i nodi alla base) sono stati piegati meccanicamente. Con ogni probabilità l'obiettivo finale era legato all'utilizzo del legno nella nautica o nella produzione di mobili. È stata anche avanzata l'ipotesi del passaggio di carri armati nel 1945 ma non sembra avere riscontri.
Questa rimane comunque un'ipotesi in quanto non ci sono dirette testimonianze. Dopo pochi anni era scoppiata la guerra e alla fine la foresta era finita in territorio polacco. Impossibile poi trovare testimonianze dirette, nessuno sa chi abbia piantato gli alberi nè chi abbia direttamente interferito piegandoli. Difficile pensare ad altre ipotesi "naturali" in quanto attorno crescono altri pini, probabilmente piantati nello stesso periodo e sono cresciuti perfettamente dritti.
Attualmente è sotto l'amministrazione della Forestale di Gryfino e gli alberi sono stati dichiarati Monumenti Naturali. Si trova nella zona adiacente il Parco Paesaggistico della Valle Bassa dell'Odra.

COME RAGGIUNGERE LA FORESTA STORTA

Per raggiungerla da Stettino occorre seguire la statale DK31 oppure in treno fino alla stazione Dolna Odra tramite collegamenti diretti dalla stazione di Stettino Centrale (Szczecin Główny in polacco) per poi raggiungerla anche a piedi. Si tratta di un territorio che va preservato per cui va ricordato il massimo rispetto per il territorio.