Deserto di Błędów

Il Deserto di Błędów è un esempio di come le attività antropiche possano stravolgere un intero territorio fino a renderlo arido e inospitale.

Adesso è un'interessante attrazione turistica per chi vive fra Katowice, Cracovia e Kielce.

Il Sahara polacco

Strano a dirsi ma anche in Polonia esistono i deserti. La Pustynia błędowska è situata a Sud della Polonia fra le località di Olkusz (Sud), Chechło (Nord) e Klucze (Ovest) fra i voivodati della Slesia e della Piccola Polonia.

Per le sue caratteristiche, viene soprannominato il Sahara polacco. Tuttavia, date le ovvie differenze climatiche, l'origine è ben differente.

Proprio nel caso del deserto di Błędów è evidente quanto l'influenza antropica possa avere gravi ripercussioni sull'ambiente: la sua origine risale al XX secolo, periodo in cui nella zona proliferava l'industria pesante a causa della presenza di miniere di piombo e argento.

Per solidificare le strutture delle miniere, sono stati disboscate le aree attorno (il deserto di Błędów si estende per ben 33 ettari), motivo per cui il suolo sabbioso ha cominciato a subire intense azioni eoliche che l'hanno portato allo stato attuale.

Adesso l'industria pesante è stata dismessa e nel frattempo il deserto è stato inserito in zona protetta all'interno del Parco Paesaggistico dei Nidi d'Aquila o Park Krajobrazowy Orlich Gniazd. Tutto intorno è presente un bosco costituito prevalentemente da conifere.

All'interno della zona desertica le uniche forme di vegetazione sono date dal paleo Bianco (koeleria glauca) e dal panico Bianco (Corynephorus canescens), ovvero piante tipicamente presenti sulle dune e volte a frenare l'azione eolica.

La zona è adesso d'interesse turistico. Sono presenti diverse torrette panoramiche e si può notare una notevole presenza di volatili.

 

Deserto di Błędów

Come raggiungere il deserto di Błędów

Si trova a Nord della strada statale n. 94 che collega Katowice e il GOP con Cracovia. Per raggiungere Klucze, chi arriva da Katowice deve svoltare allo svincolo Bolesław, mentre arrivando da Cracovia occorre uscire a Olkusz, ovvero la città più grande in zona.

Per il deserto ci sono vari accessi. Uno dei più interessanti punti panoramici è da Klucze: a Ovest bisogna passare attraverso una strettissima e poco segnalata ul. Górna. Da lì, si può scendere tramite la pista gialla attraverso la foresta di pini, fino ad arrivare a valle verso il deserto.

Un altro accesso è a Sud sulla ul. Bolesławka fra Klucze e Hutki ma non esiste parcheggio e bisogna lasciare la macchina su una strada alquanto trafficata per poi proseguire a piedi attraverso il bosco.

Il deserto si può visitare anche entrando da Nord presso la località di Chechło.

Tutti i punti sono segnalati sulla nostra mappa in fondo alla pagina.

 

Quando visitare il deserto di Błędów

La primavera è un ottimo periodo per visitarlo in quanto le temperature sono piacevoli e c'è un minor rischio d'insolazione. Meglio portarsi con sé delle borracce con una buona quantità d'acqua in quanto la zona non è per niente attrezzata.

Buona passeggiata e...copritevi la testa!

 

Mappa del deserto di Błędów

Se ti è piaciuto il mio articolo e vuoi rimanere aggiornato sulle mie ultime novità, iscriviti alla Newsletter e seguimi sulle mie pagine social Facebook, Instagram e Pinterest.