Sentiero dei nidi d'aquila

Il Sentiero dei Nidi d'aquila (Szlak Orlich Gniazd) é un percorso turistico di 164 km che si estende da Częstochowa a Cracovia all'interno del Parco Paesaggistico dei Nidi d'Aquila (Park Krajobrazowy Orlich Gniazd).

Storia del Sentiero dei Nidi D'Aquila

Il nome «Sentiero dei Nidi d'Aquila» proviene dal sistema di castelli medievali costituenti i confini del Regno Polacco vigente dal 1025 al 1385. 

Viene segnalato con il simbolo rosso, parte da Jasna Góra a Częstochowa e termina alla cattedrale di Wawel di Cracovia, passando per varie località del Voivodato della Slesia e della Piccola Polonia.

Esiste anche un sentiero alternativo, con il colore blu, che attraversa i posti di maggior interesse non presenti su quello rosso. Il percorso può essere seguito a piedi così come in bici.

Si attraversano vari castelli e zone di particolare interesse naturalistico dagli splendidi paesaggi.

 

 

Castelli lungo il Sentiero dei Nidi D'Aquila

Il Sentiero dei Nidi d'Aquila attraversa un territorio lungo una rete di castelli medievali utilizzati nel medioevo a difesa dei confini del Regno di Polonia definiti Nidi D'Aquila.

Il castello di Ogrodzieniec si annovera fra quelli meglio conservati. Si tratta di uno dei pochi visitabili al suo interno e salito alla ribalta in quanto scenario del film «Vendetta» del grande regista polacco Andrzej Wajda.

Anche il castello di Bobolice è visitabile al suo interno grazie a un'opera di ristrutturazione dopo secoli di abbandono mentre lo stesso destino spetta a quello di Mirów, di proprietà della stessa famiglia, che attualmente si sta occupando del suo completo recupero.

Il Castello di Olsztyn è quello più a Nord ed è fra quelli maggiormente visitati per via della vicinanza a Częstochowa. Al momento è visitabile solo una torre da cui godere del panorama dell'altopiano.

Le principale tappe storiche lungo il sentiero, partendo da Częstochowa sono:

Voivodato della Slesia

Voivodato della Piccola Polonia

 

Parco Paesaggistico dei Nidi D'Aquila

Qui occore fare una distinzione necessaria onde evitare confusione fra i lettori.

Il Parco Paesaggistico dei Nidi d'Aquila o Park Krajobrazowy Orlich Gniazd è una delle principali aree protette fra il Voivodato della Slesia e della Piccola Polonia con un'estensione di circa 600 km2 dal Castello di Olsztyn fino al deserto di Błędów visitabile tutto l'anno.

Il Sentiero dei Nidi d'Aquila è un percorso campestre e ciclabile che attraversa il suo territorio.

 

Geologia

Il Parco Paesaggistico dei Nidi D'Aquila comprende parte dell'Altopiano di Cracovia-Częstochowa, un sistema di rocce carbonatiche giurassiche con quote poco elevate al cui interno si sono create parecchie grotte alcune delle quali visitabili.

La loro formazione è dovuta al carsimo, ovvero un fenomeno di erosione chimica dovuto allo scioglimento dei calcari a opera delle acque.

Le quote basse e la morfologia del territorio hanno reso quest'area di particolare interesse per gli appassionati di arrampicata alla ricerca di bassi affioramenti per le loro esercitazioni.

 

Riserve naturali

Un tempo il Parco Paesaggistico dei Nidi d'Aquila faceva parte del Gruppo di parchi paesaggistici del Giura o Zespół Jurajskich Parków Krajobrazowych mentre oggi è gestito sia dai rispettivi gruppi del Voivodato della Slesia e della Piccola Polonia.

Nel suo territorio si trovano ben dodici riserve naturali di cui solo due nel voivodato della Piccola Polonia e dieci in quello della Slesia.

Alcune di queste come quella di Ostrężnik, Sokołe Góry e Zielona Góra si trovano nei pressi del Castello di Olsztyn.

 

Istituzione del Parco Nazionale del Giura

Lo Jurajski Park Narodowy è un progetto risalente ai primi anni del duemila che avrebbe dovuto portare all'istituzione del ventiquattresimo parco nazionale in Polonia.

Parte del territorio si trova all'interno del Parco Paesaggistico dei Nidi d'Aquila.

Il Parco Nazionale del Giura avrebbe compreso un territorio di 3.500 ettari fra Częstochowa e Zawiercie comprendendo il maniero Krasiński a Złoty Potok, la riserva naturale Parkowe e quella di Sokołe Góry nei pressi del Castello di Olsztyn.

Tuttavia il progetto è da anni a un punto morto a causa dell'opinione negativa delle autorità locali vincolante per la sua istituzione.

Per ulteriori approfondimenti segnalo il mio articolo relativo l'istituzione di nuovi parchi nazionali in Polonia.

 

Come affrontare il Sentiero dei Nidi D'Aquila

Pur considerata la lunghezza del percorso, sono parecchi gli escursionisti intenti ad affrontare il Sentiero dei Nidi d'Aquila a piedi.

Le esperienze passate dicono che l'intero percorso può essere affrontato in nove giorni di marcia considerando le pause per visitare i luoghi di maggiore interesse culturale.

Il Sentiero dei Nidi d'Aquila può essere attraversato anche in bicicletta nel giro di tre giorni. Pur essendo prevalentemente asfaltato, esistono diversi tratti nei boschi con fondale roccioso e sabbioso. Di conseguenza è opportuno affrontare il sentiero con una buona mountain-bike.

 

Mappa del sentiero

 

Se ti è piaciuto il mio articolo e vuoi rimanere aggiornato sulle mie ultime novità, iscriviti alla Newsletter e seguimi sulle mie pagine social Facebook, Instagram e Pinterest.