Fabbrica di Schindler. Cosa vedere nel museo

La Fabbrica di Schindler (in polacco Fabryka Emalia Oskara Schindlera) a Cracovia è diventato uno dei luoghi di maggior interesse turistico grazie al bellissimo film di Steven Spielberg "Schindler's List". Adesso è un museo dedicato alla memoria dell'Olocausto e al coraggio di coloro che hanno combattuto per la giustizia e la dignità umana.

La Fabbrica di Schindler è molto più di un edificio industriale ma un simbolo di speranza e coraggio. Questa storia ci ricorda che anche nei momenti più bui della storia, l'umanità può emergere con gesti straordinari di gentilezza e altruismo. La fabbrica di Schindler in Polonia è un luogo che tutti dovrebbero visitare per ricordare e onorare coloro che hanno lottato per la giustizia e la salvezza durante l'Olocausto.


Vi racconto la mia esperienza dopo averla visitata nel Maggio del 2023.

 

 

Chi era Oskar Schindler

Parruccheria risalente al periodo dell'occupazione nazista di Cracovia

Oskar Schindler, un imprenditore tedesco, arrivò a Cracovia nel 1939 dopo l'invasione tedesca della Polonia. Qui aprì una fabbrica di smalti e utensili da cucina. Tuttavia, ciò che lo distinse fu la sua decisione di proteggere i lavoratori ebrei dalla persecuzione nazista.

Schindler iniziò a impiegare e a proteggere gli ebrei, garantendo loro condizioni di lavoro decenti e fornendo loro cibo e alloggio. Sfruttò la sua influenza e il suo ingegno imprenditoriale per garantire che i suoi dipendenti ebrei non venissero deportati nei campi di concentramento.

Nel 1944, a causa dell'avanzata dell'Armata Rossa, Schindler trasferì la sua fabbrica a Brünnlitz, in Cecoslovacchia, portando con sé i suoi dipendenti ebrei. In questo luogo remoto, continuò a proteggerli e a impedire loro di cadere nelle mani dei nazisti.

La Fabbrica di Schindler divenne un rifugio, un'oasi di speranza in mezzo alla barbarie della guerra. Schindler rischiò la sua vita per mantenere viva la speranza per le persone che aveva salvato. Dopo la guerra, Oskar Schindler fu riconosciuto come un eroe e un giusto tra le nazioni.

Nel film Schindler's list è stato ottimamente interpretato da Liam Neeson.

 

Come visitare la Fabbrica di Schindler

Smalti prodotti durante l'occupazione nazista

La fabbrica di Schindler può essere visitata individualmente pagando un biglietto d'ingresso oppure tramite visite guidate, anche in lingua italiana. Prima di entrare nella fabbrica, al piano terra si può visitare una mostra multimediale con video e documenti sull'epoca. All'ingresso spicca una frase di Oskar Schindler in cui sottolinea che la vita ha senso finché si salva qualcuno (in polacco życie ma sens, dopóki się kogoś ratuje).

In realtà, quelli che si visitano sono gli uffici amministrativi della fabbrica. Entrando, si viene proiettati in una ricostruzione della vita a Cracovia durante l'occupazione nazista, dal 1939 al 1945. Si possono vedere fotografie, documenti e registrazioni dell'epoca. Un cinema proietta continuamente interviste agli operai della fabbrica di Schindler, sulla loro vita durante l'occupazione e sui rapporti con Oskar Schindler. Le interviste sono ovviamente in polacco, ma con sottotitoli in inglese.

Durante la passeggiata, vale la pena fermarsi per vedere le varie illustrazioni multimediali sul periodo dell'occupazione, sulla vita nel ghetto e sulle varie restrizioni che hanno dovuto subire gli abitanti di Cracovia in quel periodo. Si tratta di importanti testimonianze ed è importante immergersi nella documentazione per provare a capire la drammaticità di quegli anni.

Camminando tra i corridoi della fabbrica, si possono vedere reperti dell'epoca come cappotti, cappelli, bandiere e manifesti del regime nazista, armi o suppellettili. Si cammina tra gli uffici con le scrivanie ricche di oggetti dell'epoca. Non mancano ricostruzioni come una parrucchieria e il filo spinato del vicino campo di concentramento di Płaszów, spesso citato durante le interviste ai superstiti.

All'interno di una bacheca in vetro sono esposti oggetti vari come pentole, coperchi e piatti prodotti all'interno dello stabilimento. Il percorso termina dopo circa un'ora.

 

Luoghi del film "Schindler's list"

Esterno del museo di Schindler a Cracovia

I luoghi del film possono essere visitati tramite una visita guidata. Parecchi luoghi del film di Steven Spielberg si trovano nella stessa fabbrica o nei dintorni di Cracovia. Oltre alla fabbrica, una delle location è il campo di concentramento di Płaszów, di cui sono rimasti pochi reperti e le cave situate nei dintorni.

Amon Göth, il comandante del campo di concentramento di Płaszów, viveva al 22 di Ul. Heltmana a Cracovia. Nel film, una delle scene più drammatiche sono gli spari da casa sua ai prigionieri proprio da casa sua. Dopo che per decine è rimasta disabitata, solo gli ultimi anni è stata acquistata da privati e adesso ha subito un completo processo di ristrutturazione. Prima della guerra si chiamava Willa Pod Skałą, ovvero villa sotto la roccia ma durante la guerra veniva definita la "casa rossa".

Anche il quartiere ebraico di Kazimierz è stato utilizzato come location e ciò ha contribuito a far conoscere il quartiere in tutto il mondo.

 

Biglietti d'ingresso per la Fabbrica di Schindler

Scale nella fabbrica di Schindler

Nel momento in cui scrivo questo articolo, l'ingresso è consentito il lunedì dalle 10 alle 14 e dal martedì alla domenica dalle 9 alle 19. Chiuso solo il primo martedì del mese.

Per chi decide di visitare la fabbrica individualmente, può prenotare in anticipo l'ingresso oppure acquistarlo presso la biglietteria. Il costo del biglietto normale è di 32 złoty (circa sette euro) a

persona. Ci sono sconti per gli studenti e per le famiglie.

 

Come raggiungere la Fabbrica di Schindler

La fabbrica di Schindler è situata in ul. Lipowa n.4, nel quartiere di Zabłocie a Cracovia. Si trova sulla sponda del fiume Vistola opposta al centro storico. Nei pressi si trova un museo di arte contemporanea  e il centro del vetro e ceramiche di Cracovia. La fabbrica di Schindler si trova poco lontano dalla stazione ferroviaria Kraków Zabłocie, direttamente collegata con la stazione centrale.

In autobus si può raggiungere la fermata Plac Bohaterów Getta e poi proseguire a piedi attraversando il sottopassaggio della stazione, oppure alla fermata Zabłocie.

Se vi trovate nei prezzi del quartiere ebraico di Kazimierz, potete raggiungere la fabbrica a piedi attraversando uno dei ponti pedonali Zabłocie/Grzegórzki o Kładka Ojca Bernatka sul fiume Vistola.

 

Ti è piaciuto il mio articolo? Seguimi su Facebook e Instagram per far parte della community.

Utilizziamo i cookie sul nostro sito web per offrirti l'esperienza più pertinente ricordando le tue preferenze e le tue visite ripetute.

Cliccando su "Approvo", acconsenti all'utilizzo di TUTTI i cookie. Tuttavia, puoi visitare "Impostazioni cookie" per fornire un consenso controllato. Per saperne di piu'

Approvo