Monte Sant'Anna

Monte Sant'Anna è un importante luogo di culto ma anche zona di notevole interesse paesaggistico e soprattutto geologico.

Una piacevole meta fra Katowice e Opole dove passeggiare fra i boschi e le cave dismesse dove ora sorgono un anfiteatro e un interessante geoparco.

Geografia e riserve naturali di Monte Sant'Anna

Monte Sant'Anna o Góra Św. Anny. Panorama sulla pianura slesiana.

 

Il Monte Sant'Anna (in polacco Góra Św. Anny) è il rilievo più alto della pianura slesiana. A dire il vero definirlo tale è un po' una esagerazione in quanto raggiunge un'altezza di soli 408 metri s.l.m. tuttavia spicca al cospetto del paesaggio monotono che arriva fino ai Monti Beschidi.

Si trova all'interno dell'omonimo parco paesaggistico (Park Krajobrazowy "Góra Św. Anny) ed è uno dei quattro nel voivodato di Opole pur essendo molto vicino al confine con la Slesia. Al suo interno si trovano:

  • Quattro riserve forestali "Grafik", "Biesiec", "Boże Oko" e "Lesisko".
  • La riserva floristica "Ligota Dolna".
  • Quella più importante, la riserva Geologica Monte Sant'Anna (Rezerwat Geologiczny Góra Św. Anny).

Qui sotto ti racconto cosa vedere a Monte Sant'Anna e dintorni.

Mausoleo e anfiteatro

Monte Sant'Anna o Góra Św. Anny. Mausoleo e anfiteatro.

 

Iniziamo il nostro percorso presso l'ufficio informazioni situato negli uffici del Gruppo dei parchi paesaggistici del voivodato di Opole in ul. Leśnicka 10. Oltre a ricevere informazioni sugli eventi e prelevare alcuni cataloghi insieme alla mappa, al suo esterno si trova una esposizione di casette per gli uccelli suddivise in base alle specie.

Attraversando l'adiacente ul. Dunikowskiego si arriva al mausoleo dedicato alle insurrezioni slesiane (Pomnik Czynu Powstańczego). Inaugurato nel 1938, inizialmente i nazisti lo costruirono in contrapposizione al santuario in memoria dei caduti per la difesa della Slesia tedesca. Sotto forma di rotonda, nel 1945 è stato raso al suolo e ricostruito com'è al giorno d'oggi.

Scendendo attraverso il bosco a Nord si arriva all'anfiteatro. Venne costruito dai tedeschi in un periodo fra il 1934 e il 1938 insieme al mausoleo e si trova dove una volta sorgeva una cava di calcare. I posti a sedere sono scavati all'interno della roccia e può contenere fino a cinquantamila persone.

L'anfiteatro si trova di fronte al rilievo dove sorge il mausoleo sotto al quale c'è un affioramento di ventisette metri. È caratterizzato da strati orizzontali di calcarei conchigliari del Triassico medio conosciuti in tedesco come Muschelkalk e interrotti da una faglia diretta.

Nella parte Sud dell'anfiteatro si trova ancora uno dei forni utilizzati nella fase di estrazione del calcare.


Geoparco e resti dell'antico vulcano

Monte Sant'Anna o Góra Św. Anny. Cava di nefelinite.

 

Riprendendo la salita si arriva al Geoparco nella Riserva Naturale di Monte Sant'Anna (Rezerwat Przyrody Góry Św. Anny). Inaugurato nel 2010, giace all'interno di una cava di nefelinite dismessa e che per decenni è rimasta abbandonata e per lo più utilizzata come discarica di materiali edilizi.

Recuperandola è stata reinserita della vegetazione allo scopo di ripristinarne i valori naturalistici ed educativi e a oggi ci sono circa duecento specie di piante.

Inoltre rappresenta una delle principali attrazioni geoturistiche in Polonia soprattutto per la testimonianza della presenza di un vulcano spento dove oggi sorge il Monte Sant'Anna dovuta alla nefelinite e al ritrovo di alcuni blocchi piroclastici.

La nefelinite si inserisce come intrusione nella geologia del territorio e affiora in fondo alla cava dove si può scendere seguendo il percorso indicato. A dire la verità ne affiora solo una piccola parte in quanto il resto della cava è ormai ricoperto dalla vegetazione mentre accanto sono più evidenti degli strati basaltici fortemente inclinati.

Per visitarla interamente consiglio di seguire il sentiero sulla piattaforma in acciaio e di scendere fino in fondo alla cava per visitarne gli affioramenti. Il giro in cerchio dura circa sei minuti ma vale la pena visitarlo tutto con calma e leggere le descrizioni lungo il percorso anche se sono interamente in lingua polacca.

A Sud della cava si trova un punto panoramico da dove si può ammirare la pianura slesiana con vista sui Monti Beschidi nei giorni di cielo limpido.


Basilica di Sant'Anna

Monte Sant'Anna o Góra Św. Anny. Scalinata per la basilica.

 

Tornando nel centro del paese si può proseguire per ul. Szkolna fino a raggiungere la cima della collina dove si trova la Basilica di Sant'Anna (Bazylika pw św. Anny).

Le prime informazioni storiche su una chiesa sul Monte Sant'Anna risalgono al 1516 ma solo con l'arrivo dei francescani è stato costruito il primo monastero in legno sostituito nel 1748 da uno in muratura.

Passando accanto alla basilica si arriva alla grotta di Lourdes risalente al 1914. Attorno si trovano quattordici grotte in roccia rappresentanti le stazioni della Via Crucis.


Kalwaria

Monte Sant'Anna o Góra Św. Anny. Kalwaria.

 

Uscendo dal parco i più intraprendenti possono seguire la strada di fronte seguendo il percorso per Kalwaria dove si trovano quaranta cappelle immerse fra gli alberi.

Le prime cappelle risalgono al XVIII secolo mentre le più recenti sono state costruite nel 1910. Si consiglia di seguirle in base alla mappa fornita presso il centro informazioni.

All'altezza della prima cappella (Kaplica Koronacji Matki Bożej) si trova il palco dove nel 1983 Giovanni Paolo II incontrò una folla di centinaia di migliaia di pellegrini. L'accesso al palco non è però concesso al pubblico.

Lungo il percorso si trova il Museo della Rivolta Slesiana (Muzeum Czynu Powstańczego w Górze Świętej Anny). Al suo interno si possono visitare esposizioni sulla rivolta e sulla storia del monastero francescano.


Come arrivare a Monte Sant'Anna

Si trova molto vicino all'autostrada A4 fra Wrocław e Katowice ed è ben visibile anche dal piazzale della basilica.

Arrivando in macchina da Katowice occorre uscire allo svincolo di Strzelce Opolskie mentre da Wrocław bisogna seguire l'indicazione per Krapkowice/Gogolin seguendo la strada provinciale n. 409.

Per arrivare in treno occorre scendere alla stazione di Strzelce Opolskie lungo la linea fra Opole e Katowice. Monte Sant'Anna dista circa tredici km, non dovrebbero mancare collegamenti in autobus tuttavia è bene informarsi anzitempo sugli orari aggiornati.

La stazione più vicina è quella Zdzieszowice ma si trova lungo la linea fra Opole e Kędzierzyn-Koźle quindi con meno collegamenti. Tuttavia la distanza con Monte Sant'Anna è di soli sei chilometri.

In aereo i migliori collegamenti sono per Katowice ma sono da tenere in considerazione anche quelli da Wrocław.


Quando visitare Monte Sant'Anna

L'accesso è consentito tutto l'anno e non presenta particolari difficoltà logistiche a parte alcune brevi salite.

Nel periodo estivo la fitta vegetazione rende piacevole la passeggiata fra i boschi a discapito del panorama della basilica.

 

Mappa con i punti principali

Se ti è piaciuto il mio articolo e vuoi rimanere aggiornato sulle mie ultime novità, iscriviti alla Newsletter e seguimi sulle mie pagine social Facebook, Instagram e Pinterest.