Wrocław e le bellezze sull'Oder

Wrocław è una delle perle architettoniche della Polonia, famosa per la sua bellezza architettonica e il suo ricco patrimonio culturale. Oltre ai suoi monumenti storici, la città offre anche un ambiente naturale tutto da scoprire.

Conosciuta in Italia come Breslavia, una volta parte della Germania e ora meta ambita di tanti italiani alla ricerca di lavoro per le multinazionali, Wrocław è una destinazione ideale per un viaggio in Polonia. Ecco una guida completa su cosa vedere a Wrocław.

 

Come si pronuncia Wrocław?

Wrocław viene pronunciata approssimativamente "vrocuav". Tuttavia, gli italiani preferiscono chiamarla a volte Breslavia, più accessibile come nome per i miei connazionali ma lontano dalla sua attuale nomenclatura.

Breslavia ha maggiori similitudini con il tedesco "Breslau". Se andate in Polonia, suggerisco di esercitare l'utilizzo del suo nome polacco anche perché i polacchi preferiscono di gran lunga il suo nome originale.

 

Dove si trova Wrocław

Con i suoi 640.000 abitanti, Wrocław è la quarta città più grande della Polonia. Dal 1945 al 1998 è stata capitale del Voivodato di Wrocław, oggi sostituito dal Voivodato della Bassa Slesia.

La città ha una diocesi, un gran numero di scuole superiori e istituti di ricerca, così come teatri e musei ed è un centro culturale ed economico della regione.

Bagnata fiume Oder, si trova al centro di una ricca regione agricola; è tuttavia anche un centro importante nel settore della meccanica e dell'industria del metallo.

 

Stary Rynek: il Centro di Wrocław

Il centro storico di Wrocław è stato ricostruito dopo la Seconda Guerra Mondiale e il risultato è una miscela unica di stili architettonici che spaziano dal gotico al barocco. Passeggiando per le strette vie lastricate, si possono ammirare antiche chiese, edifici medievali e numerosi ponti che attraversano il fiume Odra.

Per quanto riguarda i luoghi da visitare a Wrocław, il primo che viene in mente è sicuramente lo Stary Rynek, la vecchia Piazza del Mercato, fiore all'occhiello della città non solo per le sue perle architettoniche ma anche per le numerose attività commerciali come ristoranti e locali notturni.

La piazza è circondata da edifici storici, tra cui il Municipio gotico del XIV secolo, la Torre degli Ologrammi e la Casa d'Oro. Al centro della piazza si trova una fontana barocca del XVIII secolo.

Stary Rynek è una delle piazze più affascinanti della Polonia e presenta molte similitudini con le piazze delle principali città polacche come Poznań, Opole, Rzeszów e molte altre, con il Municipio situato al centro della piazza e circondato da antiche kamienice medievali.

Il centro storico di Wrocław ospita numerosi musei, tra cui il Museo Nazionale di Wrocław, il Museo Archeologico e il Museo delle Arti Contemporanee. Ci sono anche numerosi caffè, ristoranti e negozi che vendono souvenir e prodotti artigianali locali.

 

Panorama Racławicka

Panorama Racławicka è uno dei tesori nascosti della città polacca di Wrocław. Situata nel quartiere di Śródmieście, questa struttura ospita uno dei più grandi dipinti panoramici del mondo, che rappresenta la Battaglia di Racławice del 1794.

Il dipinto panoramico misura quindici metri di altezza e circa centoquattordici di lunghezza, ed è stato realizzato da un gruppo di artisti polacchi e austriaci a partire dal 1893. La tecnica utilizzata per creare il dipinto è quella del trompe-l'œil, che permette di creare l'illusione di una scena tridimensionale all'interno di uno spazio bidimensionale.

La vista panoramica rappresenta la battaglia di Racławice, che fu combattuta dalle truppe polacche guidate dal generale Tadeusz Kościuszko contro le truppe russe, durante la Rivolta di Kościuszko del 1794. Il dipinto è stato realizzato con un elevato livello di dettaglio, in modo da rappresentare in modo preciso i vestiti, le armi e gli equipaggiamenti dei soldati.

Panorama Racławicka è stato inaugurato nel 1894, in occasione del centenario della Rivolta di Kościuszko. Dopo la Seconda Guerra Mondiale, il dipinto fu rimosso dalla città e trasportato in Germania come bottino di guerra. Nel 1946, il dipinto fu restituito alla Polonia e nel 1980 è stato aperto al pubblico.

Oggi, il dipinto panoramico di Panorama Racławicka è una delle principali attrazioni turistiche di Wrocław, che attira migliaia di visitatori ogni anno. All'interno della struttura, i visitatori possono ammirare il dipinto panoramico e godere della sensazione di trovarsi al centro della scena rappresentata. Inoltre, il museo offre anche visite guidate, spettacoli audiovisivi e mostre temporanee, che permettono di approfondire la storia della battaglia di Racławice e della Polonia in generale.

 

Parco Szczytnicki

Il Parco Szczytnicki è uno dei tesori più preziosi di Wrocław, in Polonia. Fondato nel 1785, è il parco più grande e antico della città e ospita numerose attrazioni, tra cui il famoso Giardino Giapponese.

Il Giardino Giapponese, fondato nel 1913 e ricostruito più volte, rappresenta la principale attrazione del parco. Il suo fascino sta nell'originalità della struttura e delle composizioni floreali, grazie alle quali il giardino sembra diverso in ogni stagione, mentre gli elementi dell'architettura giapponese restano invariati.

Il giardino è composto da numerosi elementi tipici dell'architettura giapponese, tra cui ponti, cascate, laghetti e torri. Gli alberi di ciliegio, che fioriscono in primavera, creano uno spettacolo unico e mozzafiato, rendendo il giardino un luogo romantico e suggestivo.

Oltre al Giardino Giapponese, il Parco Szczytnicki ospita anche l'Orangerie, un edificio neoclassico risalente al XIX secolo, che attualmente ospita mostre temporanee e eventi culturali. Inoltre, nel parco si trovano anche il Centennial Hall, dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO, e il Wrocław Zoo, uno dei più grandi giardini zoologici in Polonia.

 

Hala Stulecia. La sala del Centenario

Sala del Centenario a Wrocław - Image by Łukasz Tekieli from Pixabay

Hala Stulecia o Sala del Centenario, è uno dei monumenti architettonici più importanti di Wrocław. Costruita alla fine del XIX secolo, la struttura è stata progettata dall'architetto tedesco Max Berg e rappresenta uno dei capolavori dell'architettura modernista europea.

Inaugurata nel 1913, in occasione del centenario della vittoria polacca nella Battaglia di Lipsia, la Sala del Centenario è stata concepita come una grande sala per esposizioni e concerti. La struttura ha una forma a ferro di cavallo, con una grande cupola centrale alta 42 metri e un diametro di 65 metri, sostenuta da 52 pilastri in cemento armato.

L'interno di Hala Stulecia è caratterizzato dalla sua grande ampiezza e dall'uso di materiali moderni, come il ferro, il vetro e il cemento armato, che permettono di ottenere una struttura solida e stabile, ma allo stesso tempo leggera e ariosa. La cupola centrale, in particolare, è una vera e propria opera d'arte, con le sue forme sinuose e le sue grandi vetrate che permettono alla luce naturale di penetrare all'interno.

Nel corso degli anni, Hala Stulecia è stata utilizzata per ospitare numerosi eventi, tra cui concerti, spettacoli teatrali, esposizioni e manifestazioni sportive. Nel 2006, la struttura è stata inserita nella lista dei patrimoni dell'umanità dell'UNESCO, che ne ha riconosciuto il valore architettonico e storico.

Oggi, Hala Stulecia è uno dei luoghi più visitati di Wrocław, con migliaia di turisti che ogni anno si recano qui per ammirare la sua bellezza e partecipare agli eventi che vi si tengono. La struttura è anche sede di numerosi festival e manifestazioni culturali, come il famoso Wrocław Non Stop Festival, che si tiene ogni anno a maggio e che vede la partecipazione di artisti da tutto il mondo.

 

Isole di Wrocław

Lungo il fiume Oder sorgono diverse isole che segnano la storia e la vita odierna di Wrocław.

Ostrów Tumski è un'antica penisola situata nel centro storico di Wrocław. Il nome "Ostrów Tumski" in polacco significa "isola cattedrale", poiché è qui che la città di Wrocław ha avuto origine nell'VIII secolo, con la costruzione della prima chiesa cristiana della Polonia.

La penisola di Ostrów Tumski è circondata dal fiume Oder su tre lati ed è collegata alla terraferma attraverso il Ponte Tumski. La penisola ospita molti edifici storici, tra cui la Cattedrale di San Giovanni Battista, una delle chiese più importanti della Polonia. La cattedrale è stata costruita tra il XIII e il XIV secolo e presenta una combinazione di stili architettonici gotico e romanico.

Oltre alla cattedrale, Ostrów Tumski ospita anche il Palazzo Arcivescovile, una struttura in stile barocco costruita nel XVIII secolo, e numerose altre chiese storiche, come la Chiesa di San Martino e la Chiesa di San Pietro e Paolo.

Inoltre, Ostrów Tumski è considerata un luogo di grande importanza spirituale, grazie alla presenza di numerose chiese e luoghi di preghiera. Molti visitatori si recano qui per trovare pace interiore e meditare, godendo della tranquillità del luogo.

Un'altra isola importante di Wrocław è quella di Piasek, situata a sud del centro della città. Questa isola è famosa per i suoi giardini botanici, che includono piante provenienti da tutto il mondo. L'isola di Piasek è anche un'area ricreativa popolare, con numerosi sentieri per passeggiate e piste ciclabili.

L'isola di Słodowa è una delle isole più popolari di Wrocław. Situata nel centro della città, l'isola è famosa per la sua vita notturna e i suoi eventi culturali. Durante l'estate, ospita numerosi festival, concerti e proiezioni di film all'aperto. L'isola è anche un luogo di incontro per studenti e giovani, con numerosi bar e ristoranti.

L'isola Młyńska è situata nella parte occidentale della città ed è famosa per il suo porto fluviale. L'isola è stata utilizzata come porto fin dai tempi antichi ed è ancora oggi un'importante porta d'ingresso per il traffico commerciale di Wrocław. L'isola di Młyńska è anche famosa per il suo ambiente naturale, con numerose specie di uccelli e piante.

Infine, l'isola Zwierzyniecka è situata nella parte nord di Wrocław ed è famosa per il suo zoo. L'isola ospita uno dei più grandi zoo della Polonia, con oltre diecimila animali provenienti da tutto il mondo. L'isola di Zwierzyniecka è anche un'area ricreativa popolare, con numerosi sentieri per passeggiate e piste ciclabili.

In conclusione, le isole di Wrocław offrono un ambiente naturale spettacolare e una varietà di attività ricreative e culturali. Che si tratti di passeggiate romantiche, attività sportive all'aperto o eventi culturali, le isole di Wrocław offrono qualcosa per tutti i gusti.

 

I ponti di Wrocław

Wrocław, per i suoi numerosi ponti e per la sua conformazione è chiamata anche la Venezia della Bassa Slesia. Questo soprannome deriva dal fatto che è formata da dodici isole, connesse tra di loro per mezzo di 112 ponti. I ponti più importanti della città di Wrocław sono veri e propri monumenti architettonici, che sono stati costruiti in epoche diverse.

Il ponte più popolare di Wrocław è il Grunwaldzki, un vero e proprio simbolo della città. Esso fu costruito tra il 1908 e il 1910. Nel corso degli anni il nome di questo ponte è cambiato in quanto dapprima esso fu soprannominato il Ponte dell’Imperatore e successivamente fu rinominato Ponte della libertà.

Un altro ponte molto famoso è il Most Zwierzyniecki, che connette la città con il Giardino Zoologico e il Szczytnicki Park (il parco più vecchio di Wrocław).

Per quanto riguarda i ponti più antichi della città, bisogna sottolineare il già citato Most Tumski e il Most Piaskowy.

Il primo fu costruito nel 1889 al posto di un vecchio ponte di legno edificato in epoca precendente. Esso è un vero e proprio monumento storico dal 1976 e connette l’isola della Cattedrale con l’isola di sabbia.

In passato rappresentava il confine giuridico della giurisdizione municipale e della giurisdizione della Chiesa. La particolarità di questo ponte è la presenza di due sculture su di esso. La prima rappresenta San Hedwig, la seconda San Giovani Battista. Queste sculture vennero scolpite da un famoso scultore di Wrocław, Gustaw Grunenberg.

Per quanto riguarda il secondo ponte, bisogna sottolineare che è in assoluto il più vecchio della città. Fu costruito nel 1149 e, per la sua posizione, veniva chiamato il ponte della Vergine Maria. Subì alcuni restauri nel corso dei secoli, l’ultimo dei quali fu fatto nel 1860.

Oltre ai famosi ponti su citati, Wrocław vanta molti ponti gemellli. Il primo di essi è il Trzebnickie, che è formato da due ponti: il ponte a nord e quello a sud. Collega Wrocław alla città di Trzebnica e ha rimpiazzato un vecchio ponte di legno edificato in epoca precedente.

Un altro ponte importante è il Most Mieszczańskie, che è costruito da due ponti gemelli, il primo dei quali fu costruito nel 1876 e fu chiamato Wilhelmsbrücke, al fine di ricordare l’Imperatore tedesco Wilhelm. Al giorno d’oggi questo ponte non viene più utilizzato e rimane come una vera e propria opera ingegneristica. Su questo ponte si può trovare due particolarità: una targa commemorativa dei cittadini di Wrocław morti per fronteggiare l’inondazione del 1997.

Infine vi è il ponte dell’Università, sul quale si può vedere una scultura di una donna che ha una pila di libri sulle sue spalle, in onore dei volontari che combatterono la suddetta inondazione.
L’ultimo ponte è il Millenium, che è stato costruito nel 2004 con una modalità di costruzione innovativa e moderna. È l’unico ponte della storia costruito dopo il dopoguerra.

Molti ponti di Wrocław sono stati chiamati così in base alla loro localizzazione. Fa eccezione il Most Osobowicki, che fu chiamato originariamente Gröschelbrücke (deriva dalla parola groschel, usata per indicare la moneta da due pfennig).

 

Gli gnomi di Wrocław

Se passeggiate per le strade di Wrocław....guardatevi bene attorno perché potreste imbattervi in uno dei tanti krasnoludki, gli gnomi di Wrocław.

La storia degli Gnomi di Wrocław risale alla fine degli anni ottanta del secolo scorso. Un gruppo di artisti del movimento "Orange Alternative" decise di utilizzare l'immagine degli gnomi come simbolo di resistenza pacifica contro il regime comunista dell'epoca.

Iniziò così un'operazione di pittura di gnomi sui muri della città, che si trasformò poi in una sorta di gioco del nascondino tra i cittadini, che cercavano gli gnomi per divertimento.

Nel corso degli anni, gli gnomi divennero sempre più popolari e nel 2001 il sindaco di Wrocław decise di creare una serie di statue in bronzo raffiguranti gli gnomi, da collocare in tutta la città. Ad oggi sono presenti più di trecento statuette di gnomi, ognuna con una storia o un'attività differente, che rappresentano la vita quotidiana e la cultura della città.

Potete trovarli sul marciapiede, accanto a un lampione, in un giardino o attaccati a una parete.

 

Monumento dei passanti anonimi

Il Pomnik Anonimowego Przechodnia (Monumento del Passante Anonimo) è una famosa serie di statue in bronzo situate poco lontane dal centro di Wrocław. Questa iconica scultura è stata eretta nel 2005 per commemorare l'opposizione pacifica al regime comunista in Polonia negli anni '80.

Le statue raffigurano delle persone che passeggiano. Solo che queste figure "entrano ed escono" nel marciapiede come se fossero state inglobate a esso. Le figure si trovano a pochi passi dal centro storico della città, sulla ul. Świdnicka, una delle vie più trafficate di Wrocław.

Il monumento è stato ideato e realizzato dallo scultore Jerzy Kalina a Varsavia interamente in gesso per un programma televisivo. La scultura è poi stata conservata presso il Museo Nazionale di Wrocław per poi venir realizzata in bronzo nella trafficata via del centro della città.

La scultura del Pomnik Anonimowego Przechodnia è stato interpretato inizialmente come un simbolo di protesta contro la legge marziale imposta dal regime dell'epoca. Tuttavia lo scultore ha poi dichiarato che l'obiettivo era d'immortalare lo "stato vegetativo" della popolazione polacca.

Il monumento ha suscitato un grande interesse tra i turisti e gli abitanti della città diventando una meta turistica popolare e una delle immagini più iconiche di Wrocław.

 

Come muoversi a Wrocław

Wrocław è una città con un eccellente sistema di trasporti pubblico. Nella città è presente un servizio di tram e un sistema di bus diurni e notturni. I biglietti si acquistano nei Ruch o ai distributori automatici alle fermate principali.

Questa città è collegata al resto della Polonia e all’Europa con un ”piccolo” aeroporto (Port Lotniczy Wrocław S.A.) con l'Italia con voli diretti gestiti dalle compagnie aeree Ryanair e Wizzair.

Wrocław vanta anche un importante nodo ferroviario, che la collega alle città più importanti della Polonia mediante treni regionali o intercity.

Ti è piaciuto il mio articolo? Seguimi su Facebook e Instagram per far parte della community.

Utilizziamo i cookie sul nostro sito web per offrirti l'esperienza più pertinente ricordando le tue preferenze e le tue visite ripetute.

Cliccando su "Approvo", acconsenti all'utilizzo di TUTTI i cookie. Tuttavia, puoi visitare "Impostazioni cookie" per fornire un consenso controllato. Per saperne di piu'

Approvo