Castello di Malbork

Il castello di Malbork è una delle principali attrazioni del Nord della Polonia ed è una tappa obbligata per i turisti che visitano i dintorni di Danzoca.

È uno dei meglio conservati e imponenti al mondo ed è stato dichiarato nel 1997 Patrimonio Culturale dell'UNESCO.

 

Storia del castello di Malbork

Il Castello di Malbork fu costruito dai Cavalieri Teutonici nel tredicesimo secolo. La fortezza faceva parte della "rete" teutonica, costituita da castelli, distanti 1-3 giorni di strada a cavallo, in tutta l'Europa dalla Sicilia alla Svezia.

L'Ordine Teutonico fu invitato nelle terre polacche da Konrad Mazowiecki nel 1226 per proteggere dai pagani i confini del proprio principato e per conquistare la Prussia.

I Cavalieri invece avevano come piano quello di costruire sulle terre conquistate di un paese indipendente. Alla fine ci riuscirono e il castello di Malbork divenne la più grande fortezza gotica in Europa.

Durante i secoli, la fortezza ha cambiato diversi proprietari; nel 1457 il re polacco l'aveva comprato pagando praticamente i debiti dell'Ordine, cioè i salari dei soldati cechi.

Nel 1772 venne preso dall'esercito prussiano. Successivamente ristrutturato divenne anche sede dei nazisti ancora prima della seconda guerra mondiale, un periodo in cui una parte del castello viene rasa al suolo.

 

Cosa vedere nel castello di Malbork

Visitando Mariengurg (il nome tedesco di Mabork) si nota subito la perfetta organizzazione dei i cavalieri: le gole delle porte che conducevano al cortile, appositamente curvate, allo scopo di proteggere dalle pallottole le persone durante un eventuale attacco.

I fogli di verdure sostituivano la carta igienica nelle latrine. Gli "ascensori" portavano acqua ai piani superiori del castello e alla chiusura dei pozzi. Questo sia per igiene che per paura di avvelenamento da parte dei nemici).

Il castello è diviso in tre parti: alto, medio e basso. È posizionato sulla riva del fiume Nogat e circondato da una fossa la cui acqua proviene da un lago artificiale creato appositamente.

Il castello di Malbork è noto per la sua architettura gotica, con torri, bastioni e cortili ornati da affreschi e decorazioni scultoree. Il cortile centrale del castello medio ospita anche un grande pozzo e una scala a chiocciola che conduce alle camere superiori.

Oltre all'architettura, il castello di Malbork ospita anche una vasta collezione di oggetti d'arte, armi, armature e strumenti di tortura medievale. Il museo ospita anche mostre temporanee su temi come la storia della Prussia, la vita degli ordini religiosi e la storia del castello.

A Malbork si può visitare il più antico impianto di riscaldamento a pavimento e il ponte levatoio, entrambi ancora perfettamente funzionanti.

Dall'esterno, per avere una sensazionale visuale del castello, occorre oltrepassare il ponte di legno e passare dall'altra parte del fiume Nogat. Durante il passaggio lungo il ponte, sono palesi le sue oscillazioni. Si sconsiglia vivamente di saltarci apposta nonostante la forte tentazione.

 

Come arrivare a Malbork

Da Danzica ci sono ottimi collegamenti in treno. La durata del viaggio è di circa cinquanta minuti. In macchina bisogna percorrere la superstrada S7 alla volta di Elbląg uscendo allo svincolo per la DK55 a Nowy Dwór Gdański.

Arrivando da Katowice o da Łódź occorre l'autostrada A1 uscendo allo svincolo Swarożyn. Da Varsavia si percorrerà la DK7 e S7 fino a Elbląg. Arrivando da Katowice in treno si cambierà a Varsavia. Da Varsavia Centrale ci sono Intercity diretti per Malbork con tempi di percorrenza di due ore e mezzo circa.

Ti è piaciuto il mio articolo? Seguimi su Facebook e Instagram per far parte della community.

Utilizziamo i cookie sul nostro sito web per offrirti l'esperienza più pertinente ricordando le tue preferenze e le tue visite ripetute.

Cliccando su "Approvo", acconsenti all'utilizzo di TUTTI i cookie. Tuttavia, puoi visitare "Impostazioni cookie" per fornire un consenso controllato. Per saperne di piu'

Approvo