Kielce. Cosa vedere fra cave, fiere e giocattoli

Kielce è una gemma nascosta della Polonia, una città che ha molto da offrire ma che è ancora poco conosciuta dal turismo di massa. Situata nella regione della Santa Croce, Kielce è una città dalle mille sfaccettature: con il suo centro storico ben conservato, le sue fiere internazionali e il suo incredibile parco naturale, offre una varietà di esperienze che accontenteranno tutti i tipi di viaggiatori.

In questo articolo, esploreremo tutto ciò che c'è da sapere su Kielce, dalle sue attrazioni principali ai suoi luoghi nascosti e alle attività che la rendono una meta ideale per una vacanza indimenticabile.

Dove si trova Kielce

Kielce è il capoluogo del voivodato di Santa Croce, conosciuto anche come woj. Świętokrzyskie, e si trova nella zona centro-orientale della Polonia, tra Cracovia a sud e Varsavia a nord. Con una popolazione di oltre duecentomila abitanti, Kielce è una città dal fascino unico, la cui pronuncia corretta in italiano è simile a "chielze".

La zona circostante la città è prevalentemente pianeggiante, ma le montagne più alte si trovano nell'adiacente Parco Nazionale Góry Świętokrzyskie, con vette che raggiungono poco più di seicento metri.

 

Cava di calcare Kadzielnia: un parco naturale geologico

Kadzielnia. Cava di calcare e riserva naturale

La Cava di calcare Kadzielnia è un sito di grande valore geologico e naturalistico situato a Kielce, in Polonia. L'area è stata attiva come cava dal diciottesimo alla seconda metà del ventesimo secolo e, successivamente, è stata recuperata e convertita in un parco. Oggi è diventata uno dei principali luoghi di ritrovo per gli abitanti di Kielce e un'attrazione turistica per i visitatori.

La riserva naturale di Kadzielnia è costituita dalla Roccia dei Geologi, anche conosciuta come Skałka Geologów, che è la parte più alta della cava e raggiunge un'altezza di 295 metri. I calcari risalenti al Devoniano Superiore e le venticinque grotte formatesi in seguito a erosione carsica rendono l'area un luogo affascinante per gli amanti della geologia e della natura.

Il nome Kadzielnia deriva dai ginepri utilizzati per la produzione dell'incenso. Un'altra origine è quella del kadzielnik, ovvero la chiesa proprietaria del terreno che l'aveva concessa in affitto.

Per visitare la Jaskinia na Kadzielni, una delle grotte visitabili gestite dal Geoparco di Kielce, è necessaria una prenotazione almeno un giorno prima della visita. I biglietti costano quindici złoty per l'ingresso normale e dieci per l'ingresso ridotto. Le visite sono consentite dal Lunedì al Venerdì dalle dieci alle diciassette e nel weekend dalle undici alle diciotto.

All'interno del parco, è possibile trovare l'Anfiteatro Kadzielnia, un esempio dell'architettura tipica del periodo socialista. Dalla cima della collina adiacente, dove si trova il monumento ai combattenti (in polacco Pomnik Bojowników o Wyzwolenie Narodowe i Społeczne), si può ammirare la Roccia dei Geologi da un lato e, dall'altro, la città e le Góry Świętokrzyskie, montagne che si trovano a est della Polonia.

Inoltre, all'interno del parco è possibile sorvolare l'area tramite la teleferica Tyrolka, che collega la cima della collina ad altri punti del parco. Questa attrazione è molto popolare tra i visitatori e offre una vista panoramica unica dell'intera area.

 

Parco dedicato a Stanisław Staszyc

Viale dei personaggi famosi

Dopo aver visitato la cava di calcare Kadzielnia, ho continuato la mia escursione a Kielce dirigendomi verso il centro della città.

Ho attraversato ul. Krakowska e sono entrato nel parco dedicato a Stanisław Staszyc, famoso scrittore, filosofo e geologo polacco. Il nome del parco in polacco è "Park im. Stanisława Staszyca".

Attraverso Aleja Sław, ovvero il "Viale dei personaggi famosi", un percorso ciclabile e pedonale dove si possono ammirare le statue in bronzo di vari personaggi celebri. Tra questi ci sono personalità di spicco della storia polacca come Stanisław Lem, Krzysztof Kieślowski e Krzysztof Penderecki, così come figure famose a livello internazionale come Jimi Hendrix, John Lennon e Mark Chagall.

Passeggiando nel parco si può ammirare una vegetazione eterogenea, con enormi salici e querce, mentre il fiume Silnica scorre accanto. Per i più piccoli, c'è anche un parco giochi. Sugli alberi si possono notare i segnali turistici rossi, simili a quelli che si trovano nelle montagne polacche, che indicano il percorso cittadino che stiamo seguendo.

Arrivato sulla trafficata ul. Ogrodowa, ho attraversato la strada e mi sono addentrato nella parte opposta del parco. L'attrazione principale è lo stagno, che salta all'occhio grazie ai salici adiacenti alle sue rive, accanto alle quali è piacevole passeggiare.

 

Collina del Castello di Kielce

Kielce. Antica prigione

Dopo aver visitato il Parco dedicato a Stanisław Staszyc, mi dirigo lungo ul. Zamkowa, verso la Collina del Castello di Kielce, che si erge imponente sulla città.

La mia prima tappa è la Prigione di Kielce, che ha operato dal 1939 al 1956 ed è ora un luogo di memoria nazionale. Anche se non ho potuto visitare l'interno della prigione, ho ammirato i suoi cortili esterni, caratterizzati dagli ingressi con inferriate, una torre di avvistamento e le foto delle persone imprigionate sul muro di cinta, molte delle quali indossavano le divise riconoscibili dei campi di concentramento.

Dal lato opposto del cortile, si può ammirare uno spazio più ampio, usato per mostre. Qui, tra le altre cose, si trova un vecchio cannone senza targa riconoscitiva accanto.

 

Palazzo dei Vescovi di Cracovia

Palazzo dei vescovi di Cracovia

Attraversando il portale del Palazzo dei Vescovi di Cracovia, situato di fronte alla Prigione di Kielce, si entra in un edificio imponente che risale al XVII secolo e che presenta uno stile architettonico barocco.

Originariamente la residenza dei vescovi di Cracovia, oggi il Palazzo dei Vescovi di Cracovia ospita il Museo Nazionale di Kielce, che racchiude una vasta collezione di opere d'arte, archeologia e storia polacca.

All'interno del museo, i visitatori possono ammirare una vasta gamma di opere, tra cui dipinti, sculture, oggetti d'arte applicata, manufatti archeologici e documenti storici che illustrano la storia della Polonia e la sua cultura.

Il museo ospita anche mostre temporanee che presentano le opere di artisti polacchi contemporanei, offrendo così una panoramica completa dell'arte polacca dal passato al presente.

Inoltre, il Palazzo dei Vescovi di Cracovia, con i suoi ampi cortili interni, è anche uno spazio per eventi culturali e concerti, come il famoso Festival del Castello di Kielce, che si svolge ogni estate.

 

Rynek. Il centro di Kielce

Dopo aver percorso ul. Mała, attraversando varie attività commerciali, si arriva al Rynek, il cuore pulsante della città di Kielce.

A differenza degli altri centri storici con la sede del comune in posizione centrale, il Ratusz di Kielce si trova sulla parte occidentale della piazza, sulla sinistra uscendo da ul. Mała.

Sul lato nord del Rynek, adiacente al Museo del Dialogo e della Cultura, e in varie altre parti della città, si possono notare le iniziali "CK". Queste rappresentano l'acronimo di "Civitas Kielcensis", termine che identifica gli abitanti di Kielce. Una corona sormontata da queste iniziali è uno dei simboli più rappresentativi della città.

Durante la mia visita a metà ottobre, ho trovato la piazza tranquilla e poco affollata. Tuttavia, mi aspetto che in estate il Rynek sia pieno di vita e di tavoli all'aperto.

 

Museo dei giocattoli

Museo dei giocattoli

Il Museo dei giocattoli di Kielce si trova nel vecchio palazzo che ospitava i mercati nel diciannovesimo secolo, lungo la via Piotrkowska. Il museo è una vera e propria tappa obbligata per chiunque visiti la città, sia adulti che bambini.

L'ingresso a pagamento permette di visitare diverse sale che offrono un'esperienza unica, sebbene durante la mia visita alcune di esse fossero in fase di ristrutturazione.

La prima sala del museo può suscitare un po' di inquietudine, grazie alla sua esposizione di vecchie bambole e giochi con pagliacci, ma è comunque una parte importante della storia del gioco. Le sale successive invece sono dedicate ai giocattoli più moderni, dalle vecchie macchinine ai peluche, passando per i personaggi dei cartoni animati polacchi, fino alle opere di modellismo aereo e navale.

Il Museo dei giocattoli di Kielce rappresenta un'opportunità unica per immergersi nel mondo del divertimento e della creatività, e apprezzare i giochi di diverse epoche. Nonostante la visita sia stata un po' limitata a causa della ristrutturazione, sono sicuro che i visitatori potranno godere di una ricca e coinvolgente esperienza.

Inoltre, per i turisti più attenti alla sostenibilità ambientale, il museo offre un'occasione per riflettere sui cambiamenti del mondo dei giocattoli nel corso degli anni e sui materiali utilizzati per la loro produzione.

 

Ul. Sienkiewicza

Kielce. Ul. Sienkiewicza

Ul. Sienkiewicza è una delle strade più importanti di Kielce, situata nel centro della città. La strada si estende dal monumento dedicato allo scrittore Henryk Sienkiewicz, autore di "Quo Vadis", fino alla stazione centrale dei treni. Gran parte della strada è un'isola pedonale ed è un luogo molto frequentato dai residenti locali per le passeggiate e lo shopping.

La strada è piena di negozi di ogni genere, dalle grandi catene di abbigliamento alle piccole boutique indipendenti. Inoltre, ci sono molte banche e uffici governativi lungo la strada.

Durante una passeggiata in questa zona, non si può perdere il negozio di ottica più antico della Polonia, ancora attivo dal 1879. Ul. Sienkiewicza è anche sede di numerosi eventi e manifestazioni culturali, come concerti, mostre e festival gastronomici. La strada è anche una delle mete preferite per la vita notturna della città, con bar, pub e ristoranti aperti fino a tarda notte.

 

Monumento con il cinghiale. La leggenda della nascita di Kielce

Kielce. Monumento con il cinghiale

Una delle attrazioni più interessanti di Kielce è il monumento del Cinghiale, situato nella Piazza degli Artisti. Questa scultura in bronzo raffigura un cinghiale e rappresenta il simbolo della leggenda della nascita di Kielce.

Secondo la leggenda, il Principe Mieszko perse i suoi compagni durante una battuta di caccia nel bosco. Inseguito a un cinghiale, si scontrò con un ramo di quercia e svenne. Nel suo sogno, credeva di essere stato avvelenato, ma grazie a Sant'Adalberto e all'acqua di un ruscello vicino, riacquistò le forze.

I cacciatori lo trovarono, lo curarono e Mieszko trovò due grandi zanne di cinghiale. Dichiarò che era un miracolo che, nel luogo del suo ritrovamento, furono trovate le zanne di cinghiale (kły in polacco). La città, in riferimento a queste zanne, prese il nome di Kielce.

Il monumento in bronzo del cinghiale è circondato dalle raffigurazioni della leggenda della nascita della città. La Piazza degli Artisti, dove si trova il monumento, è anche sede dell'Ufficio delle Mostre Artistiche e del Punto Informazioni Turistiche, ed è un punto di partenza ideale per esplorare la città.

 

Fiera di Kielce

Fiera di Kielce: uno dei maggiori centri espositivi in Polonia

Kielce è uno dei centri fieristici più importanti della Polonia, insieme a Poznań. Le Targi Kielce ospitano eventi nazionali e internazionali che spaziano dall'Agrotech, la fiera dell'agricoltura, alle fiere dell'industria stradale e molte altre.

Molte aziende italiane partecipano a queste fiere, in cerca di nuove opportunità di business sul mercato polacco.

La Fiera di Kielce si trova nella parte nord della città ed è facilmente raggiungibile tramite uno svincolo apposito sulla superstrada S7, con indicazioni chiare e precise

 

Come arrivare a Kielce

Kielce è situata lungo la superstrada tra Varsavia e Cracovia in direzione nord-sud lungo la Superstrada S7 con parecchi svincoli per raggiungere le varie aprti della città.

Un'alternativa all'utilizzo della macchina per raggiungere Kielce è il treno. La stazione centrale si trova infatti poco distante dal centro della città e permette di proseguire da lì a piedi. Il servizio ferroviario è ben sviluppato e offre collegamenti da diverse città polacche.

Se invece preferisci viaggiare in aereo, l'aeroporto più vicino a Kielce è quello di Radom, tuttavia non sono disponibili al momento dei collegamenti diretti con l'Italia.

Al momento ci sono collegamenti migliori per raggiungere l'aeroporto di Chopin a Varsavia. Una volta atterrato a uno dei due aeroporti, è possibile utilizzare il treno o il servizio di autonoleggio per raggiungere Kielce.

 

Cosa vedere nei dintorni di Kielce

Il castello di Chęciny, situato a sud-ovest della città, è una meta storica e panoramica da visitare. Il castello risale al XIII secolo ed è stato costruito per proteggere la città da eventuali attacchi. Oggi è possibile visitare il castello e godere della vista panoramica sulla città e sulla campagna circostante.

Per gli amanti della natura, consiglio di passare qualche giorno nel Parco Nazionale Góry Świętokrzyskie. Il parco si trova a breve distanza da Kielce ed è uno dei parchi nazionali più belli e suggestivi della Polonia. Il parco offre molte attività per gli amanti della natura, tra cui trekking, escursioni, ciclismo e arrampicata. È anche possibile visitare la Riserva Naturale della Foresta Świętokrzyska, dove si possono ammirare faggi secolari, betulle e altre specie di alberi.

 

Quanti giorni dedicate alla visita di Kielce

Una giornata può essere sufficiente per visitare il centro di Kielce, ma se si vuole approfondire la conoscenza della città e godere appieno delle sue attrazioni, consigliamo di dedicarle almeno due o tre giorni.

Già l'effettuare il percorso sotterraneo di Kadzielnia richiedere una certa programmazione per non parlare di altri musei.

Aggiungendo alla visita il castello di Chęciny e il Parco Nazionale Góry Świętokrzyskie si possono dedicare alla zona anche tre o quattro giorni.

Prenota un hotel a Kielce tramite Booking.

Ti è piaciuto il mio articolo? Seguimi su Facebook e Instagram per far parte della community.

Utilizziamo i cookie sul nostro sito web per offrirti l'esperienza più pertinente ricordando le tue preferenze e le tue visite ripetute.

Cliccando su "Approvo", acconsenti all'utilizzo di TUTTI i cookie. Tuttavia, puoi visitare "Impostazioni cookie" per fornire un consenso controllato. Per saperne di piu'

Approvo