Hala Rysianka. Escursione sui Monti Beschidi

Rysianka è una delle cime maggiormente frequentate sui Monti Beschidi per i suoi panorami e i molteplici sentieri che vi conducono.

Vi racconto uno dei percorsi più semplici da chiudere in circuito.

Złatna

Il percorso scelto parte dal villaggio di Złatna. Occorre percorrerlo interamente fino alla fine dove si trova un parcheggio. Per trovare il punto esatto su Google Maps o su Waze occorre cercare Złatna Huta ruiny pieca hutniczego.

Il parcheggio in fondo è gratuito mentre un tratto sul lato a Ovest è su terreno privato, quindi a pagamento. Il proprietario fa pagare fino a venti złoty per tutto il giorno.

Il sentiero di colore nero parte sul lato Est oltre il torrente Bystra. Il segnale per Hala Rysianka è di aiuto.

Sulla sinistra si trovano i resti dell'antica fonderia del vetro di Złatna risalente ai primi del diciannovesimo secolo. Il luogo era stato appositamente scelto per la disponibilità di legna e d'acqua.

A oggi sono presenti i resti di uno dei due forni sotto una tettoia di legno.

 

Salita per Hala Lipowska

Sentiero estivo per Hala Rysianka

 

Tutto il circuito è accessibile un po' a tutti, sono frequenti nei weekend carovane di famiglie con bambini a seguito che raggiungono la cima senza particolari problemi.

Il tratto iniziale lungo il sentiero nero ha delle pendenze alquanto blande. Lungo il percorso si attraversa un ponte di legno sul torrente per poi proseguire fino al primo dei tanti incroci.

Vale la pena sottolineare che questo circuito è fra i meglio segnalati su tutti i Beschidi di Żywiec per cui le possibilità di sbagliare sentiero sono alquanto remote.

Al primo incrocio occorre proseguire dritto sul sentiero giallo e nero. quello a destra verrà affrontato al ritorno. Tuttavia nulla vieta di affrontare il circuito in senso inverso.

Dopo un breve tratto, si prosegue a sinistra verso Hala Lipowska. Dritto si prosegue lungo il sentiero nero che porta direttamente a Hala Rysianka. Dalla partenza sono passati circa cinquanta minuti e meno di due chilometri di marcia.

Sul sentiero giallo le pendenze aumentano fino al tratto finale che rappresenta il punto più duro di tutta l'escursione.

Una volta superato si passa sul sentiero blu su un altopiano che porta direttamente a Hala Lipowska.

Tutto questo tratto lungo i sentieri giallo e blu può essere affrontato in circa un'ora di marcia.

Da Hala Lipowska a Hala Rysianka

Si tratta dei due rifugi PTTK sulla cima. Entrambi sono molto frequentati dai turisti tutto l'anno.

Il primo si trova nei pressi dell'omonima Riserva Naturale Lipowksa (Rezerwat Lipowska) ed è il punto più alto dell'escursione a quota 1269 metri.

Per proseguire per Hala Rysianka occorre affrontare il sentiero verso Nord-Est. Qui incrociano i sentieri blu, verde e giallo.

Si attraversa la foresta adiacente la riserva in un tratto pressoché pianeggiante che in soli quindici minuti di marcia porta a Hala Rysianka.

 

Hala Rysianka

Hala Rysianka d'inverno con vista sul Pilsko

 

Il rifugio è il crocevia di parecchi sentieri e si trova a quota 1254 metri.

Su tutti spicca il Sentiero Principale dei Beschidi. Il sentiero rosso porta a Trzy Kopce e Hala Miziowa sotto il Pilsko mentre a Nord si dirige verso Węgierska Górka.

Ciò che attrae gli escursionisti è lo spendido panorama verso il Pilsko e i Monti Tatra nei giorni di buona visibilità.

 

Trzy Kopce

Per scendere in direzione di Złatna ci sono due opzioni. Il sentiero nero che in poco più di un'ora riporta al parcheggio, oppure si può allungare in direzione del confine con la Slovacchia affrontando un breve tratto del Sentiero Principale dei Beschidi.

Il sentiero attraversa la Riserva Naturale sotto il Rysianka (Rezerwat pod Rysianką) nel bel mezzo della foresta.

Dopo una ripida discesa il sentiero risale fino ai 1216 metri del Trzy Kopce, riconoscibile dal paletto di confine e dall'abbondante segnaletica.

La cima è interamente immersa nella foresta per cui non c'è alcun panorama da godere dei monti circostanti. Chi vuole proseguire verso il Pilsko può seguire il sentiero dritto, in questa escursione si svolta a destra in direzione di Krawców Wierch sul sentiero blu

 

Discesa verso Złatna

Il sentiero blu segue la linea di confine polacco-slovacco. I paletti bianchi e rossi faranno compagnia lungo tutto il tratto.

La discesa prosegue con blande pendenze interamente immersi nella foresta. La segnaletica è frequente per cui non c'è alcuna possibilità di sbagliare sentiero.

Dopo circa trentacinque minuti e oltre due chilometri, si giunge a un incrocio. Il sentiero verde sulla sinistra porta in Slovacchia, in questa escursione si svolta a destra sul lato opposto lungo quello giallo.

Questo breve tratto ha delle pendenze elevate tanto da creare qualche difficoltà con terreno fangoso o ghiacciato. Tuttavia con un minimo di prudenza può essere affrontato senza problemi.

Terminata la discesa occorre attraversare il torrente Bystra su un ponte di legno. In caso di forte discesa di acque può essere necessario affrontare un breve guado.

Dopo una breve salita si giunge al primo incrocio affrontato in salita. Da qui si scende sul sentiero nero fino al parcheggio.

 

Dove si trova il Rysianka

Si trova nel Voivodato della Slesia all'interno del Parco Paesaggistico dei Beschidi di Żywiec Il modo più comodo per raggiungere Złatna è in macchina. Da Katowice occorre affrontare la statale n. 1 e da Bielsko-Biała la superstrada S1.

Uscendo a Węgierska Górka si attraversano Milówka, Rajcza e Ujsoli per poi svoltare a sinistra in direzione di Złatna.

Le stazioni ferroviarie sono alquanto distanti, tuttavia possono essere dei validi punti di partenza per lunghe escursioni di due o più giorni.

Chi vuole cominciare il trekking da una delle stazioni può partire da Milówka affrontando il sentiero verde per Hala Boracza o da Rajcza per la stessa direzione. Da Hala Boracza si prosegue per Hala Lipowska e Hala Rysianka.

Quest'ultima è un'opzione comunque valida soprattutto nel periodo estivo e adatta anche a chi pernotta presso uno dei rifugi.

 

Attrezzatura

Il circuito non presenta particolari difficoltà, tuttavia è fondamentale indossare delle buone scarpe da trekking.

I bastoncini telescopici sono consigliati. In inverno i ramponi turistici possono essere di grande aiuto.

 

Mappa del sentiero

Ti è piaciuto il mio articolo? Vuoi rimanere aggiornato sulle mie ultime novità? Allora iscriviti alla Newsletter e seguimi sulle mie pagine social Facebook, Instagram e Pinterest.


VUOI RIMANERE AGGIORNATO SULLE MIE ULTIME NOVITÀ? ISCRIVITI ALLA MIA NEWSLETTER.

Una volta iscritto potrai scaricare gratuitamente la mia guida «Valli dei Monti Tatra» in formato PDF.

Abilita il javascript per inviare questo modulo