Beschidi di Żywiec

Boschi, brulli rilievi, passeggiate impegnative, panorami mozzafiato, questi sono i Beschidi di Żywiec.

Sono parte dei Beschidi Occidentali nella catena dei Carpazi Occidentali e nella sua area si trovano i rilievi principali della zona. 

Dove si trovano i Beschidi di Żywiec

Il Beskid Żywiecki  è suddiviso in una parte orientale dove domina Babia Góra la cui cima massima, il Diablak, con i suoi 1.725 metri e quella occidentale dove il Re indiscusso è il Pilsko la cui zona sottostante è spesso frequentata da sciatori. 

Il limite della parte occidentale si trova sulla linea fra Żywiec (da cui prende il nome la catena montuosa) e Zwardoń per poi proseguire in territorio slovacco fino a Čadca.

L'area fa parte del Parco Paesaggistico di Żywiec (Żywiecki Park Krajobrazowy).

 

Geologia

Il confine occidentale è dato dal fiume Soła che separa la catena dai Beschidi Slesiani mentre la zona nord è separata dai Piccoli Beschidi dalla valle dove scorrono i fiumi Lękawka e Koconka fino al lago di Żywiec.

I rilievi sono di pendenze non proibitive a parte in alcuni punti come la pista gialla del Perć Akademików dove alcuni tratti sono di arrampicata.

Geologicamente è dominata dalla presenza dei depositi torbidici Cretacei del Flysch dei Carpazi.

 

Babia Góra

Babia Góra - Diablak

 

Riguardo alla montagna più alta della catena montuosa, vi inoltriamo al nostro articolo sul Parco Nazionale di Babia Góra.

 

Pilsko

Salita verso la cima del Pilsko


È uno dei rilievi principali con i suoi 1.557 metri e giace in territorio slovacco a soli 400 metri dal confine.

Le località di partenza principali sono Sopotnia Wielka e Korbielów, quest'ultima parecchio frequentata in inverno per i suoi impianti sciistici.

Da Sopotnia Wielka si può raggiungere Hala Miziowa a 1.271 metri in poco meno di due ore di cammino attraverso la pista verde oppure da Korbielów percorrendo la gialla o quella verde.

Entrambi i percorsi giacciono all'interno della foresta del Parco Naturale.

Da Hala Miziowa le pendenze sono maggiori ma non richiedono arrampicate. Si raggiunge la Góra Pięciu Kopców a 1.534 metri che funge da confine di Stato.

La cima del Pilsko si raggiunge dopo cinque minuti di cammino. Dalla cima si godrà del panorama sulla valle fino al lago di Żywiec o a Sud verso i Monti Tatra.

Durante i giorni di cielo sereno sarà ben visibile la cima di Babia Góra.

 

Rysianka

Panorama dal Rysianka


Si tratta di una delle cime più frequentate nella parte Ovest del parco.

È raggiungibile sia da Ovest da Milówka e Węgierska Górka oppure da Nord da Sopotnia Wielka.

Il percorso si alterna in aree forestali con altre maggiormente esposte con cespugli tipici dei climi alpini.

Da Węgierska Górka parte la pista rossa che prosegue per circa 15 km nel parco per raggiungere la cima in circa 4 ore e mezza.

Un'alternativa più breve si trova seguendo la pista blu fino a Hala Boracza per poi proseguire sulla cresta per il Rysianka.

Da Milówka il percorso  leggermente più breve ma con pendenze iniziali elevate. Sia la pista verde che la blu attraversano Hala Boracza.

Un punto di partenza suggestivo può essere il confine polacco-slovacco a Glinka che è tra l'altro attrezzato con un parcheggio. Il percorso segue interamente la linea di confine fino a Trzy Kopce da dove si può raggiungere Rysianka nel giro di mezz'ora.

Da Sopotnia Wielka la salita è decisamente più breve e si può raggiungere la cima del Rysianka in un'ora e mezza seguendo la pista blu.

In un percorso di più giorni si può raggiungere Pilsko da Rysianka seguendo la pista rossa che Incrocerà la blu per poi proseguire sulla cresta attraversando la cima del Palenica fino a Pilsko.

Il percorso dura poco più di due ore. La cima del Rysianka così come quella di Hala Boracza sono attrezzate per accogliere i turisti.

 

Consigli pratici

Panorama in salita verso il Pilsko con Hala Miziowa sullo sfondo

 

Per una passeggiata domenicale, il lago di Żywiec o i paesini circostanti sono delle valide mete per trascorrere una giornata in famiglia.

Per raggiungere vette come il Rysianka o Pilsko spesso occorre programmare almeno un pernottamento nelle zone attrezzate.

In questi casi un weekend può essere sufficiente per attaccare una cima e rientrare il giorno dopo.

Importante tenere presente le differenze climatiche rispetto alla base. Essendoci dislivelli anche di mille metri, è importante essere attrezzati per affrontare improvvise intemperie a cui si può andare incontro in cima.

Importante consultare le previsioni del tempo per la cima.

 

Mappa dei Beschidi di Żywiec