Krawców Wierch. Escursione sul confine slovacco

Krawców Wierch è una delle cime più interessanti dei Beschidi di Żywiec per i suoi panorami lungo il sentiero.

Un percorso semplice e piacevole da affrontare anche con le famiglie.

Salita verso Krawców Wierch

L'escursione per la cima di Krawców Wierch parte dalla località di Glinka, paesino di confine incastonato fra le colline.

Per trovare il punto esatto occorre cercare su Google Maps o Waze Plac Zabaw Glinka. Si trova un parcheggio con una ventina di posti accanto a un campetto sportivo e un parco giochi lungo al torrente da cui prende in nome il paese.

Il sentiero di colore giallo si trova di fronte e comincia subito con una ripida salita. Il tratto è asfaltato e attraversa alcune villette monofamiliari.

Procedendo lungo il sentiero l'asfalto lascia spazio a dei blocchi forati di cemento.

Prima degli ultimi edifici in legno si giunge finalmente al sentiero sterrato mentre sulla sinistra si trova la cima del Kubiesówka a quota 868 metri, rilievo non attraversato da sentieri turistici.

Salendo il panorama dei Beschidi di Żywiec rende piacevole l'escursione sin dall'inizio.

Entrando nella foresta ci si trova immersi fra pini e faggi. Le pendenze sono minori rendendo la salita semplice e piacevole. In alcuni tratti la foresta si apre lasciando spazio al panorama di fronte verso le colline slovacche e i Monti Tatra in tutta la loro maestosità.

Il tratto più in cima è interessato da alcune aree disboscate, con ogni probabilità anche qua i tarli hanno colpito le conifere mentre la forestale ha rimosso il legno rendendo alcune zone brulle mentre altri pini autoctoni stanno lentamente crescendo generando nuova foresta.

Il rifugio PTTK di Krawców Wierch, situato a 1041 metri a poche centinaia di metri dal confine con la Slovacchia, si raggiunge dopo circa due ore di marcia con una distanza di oltre cinque chilometri.

Si tratta di una bacówska, ovvero una capanna in legno con tetto spiovente in un'area aperta con uno splendido panorama delle montagne slovacche nei dintorni di Námestovo e i Monti Tatra sullo sfondo mentre sul versante settentrionale si nota la cima del Rysianka.

Per raggiungere la vera e propria cima di Krawców Wierch occore proseguire per poche centinaia di metri sul sentiero giallo fino al confine con la Slovacchia a quota 1071 metri.

Come proseguire da Krawców Wierch

Da Krawców Wierch si può proguire verso Nord lungo il confine attraversato dal sentiero blu verso Trzy Kopce e poi proseguire in direzione Hala Rysianka per un totale tre ore di marcia oppure Pilsko dopo cinque.

Proseguendo verso Sud, sempre lungo la linea di confine, dopo circa quattordici chilometri e quasi cinque ore di marcia si può raggiungere la cima del Wielka Rycerzowa.

Per tornare a Glinka non ci sono piacevoli sentieri da chiudere in cerchio. Si potrebbe proseguire verso Sud lungo il confine fino al parcheggio ma si dovrebbe tornare indietro seguendo una strada asfaltata accanto al traffico automobilistico.

Per questo la soluzione migliore è quella di ripercorrere il sentiero giallo a ritroso.

 

Come prepararsi all'escursione

Fondamentali sono un buon paio di scarpe da trekking. Date le piogge, il terreno potrebbe essere spesso infangato. Le scarpe da tennis sono sconsigliate.

In inverno si consigliano i ramponcini turistici così come i bastoncini telescopici.

Non sono richieste conoscenze tecniche, un buono stato di forma fisica è più che sufficiente. Il sentiero può essere comodamente affrontato da bambini in età scolastica.

 

Come raggiungere Krawców Wierch

Glinka si trova nel Voivodato della Slesia. Il miglior modo per raggiungerla è in macchina.

Seguendo la superstrada S1 in direzione di Zwardoń occorre uscire a Węgierska Górka (uscita obbligata dati i lavori di costruzione del tratto mancante) e attraversare paesini come Mikówka, Rajcza e Ujsoli lungo il fiume Ujsola che poi sfocia sul Soła, fiume che attraversa la città di Żywiec.

In treno da Katowice in direzione Zwardoń occorre scendere alla stazione di Rajcza ma la notevole distanza rende l'opzione ferroviaria decisamente scomoda.

Ti è piaciuto il mio articolo? Vuoi rimanere aggiornato sulle mie ultime novità? Allora iscriviti alla Newsletter e seguimi sulle mie pagine social Facebook, Instagram e Pinterest.