Cosa mangiare in Polonia - Foto pasja1000 Pixabay

La cucina polacca è ricca di sapori e tradizioni, molto legata alla sua storia, al suo clima e alle caratteristiche dei singoli voivodati che la rendono una delle principali attrazioni per i turisti provenienti da ogni parte del mondo.

Se ti trovi in Polonia e non sai cosa mangiare a pranzo, questo articolo ti illustrerà alcune prelibatezze della cucina polacca.

Lo so, questo è un blog di viaggi nella natura, ma raccontare i paesaggi richiede lo stimolo di tutti e cinque i sensi. Il viaggio va preparato, vissuto e percepito in ogni suo aspetto, e sia l'olfatto che il gusto vogliono la loro parte.

 

 

Piatti tipici della cucina polacca

Conoscere un luogo significa addentrarsi nelle sue particolarità, viverlo e magari gustarlo. La Polonia offre una tradizione culinaria che si è mantenuta nel tempo nella sua genuinità. Come ogni cucina, ha subito l'influenza di popoli e dominazioni del tempo ma ha il pregio di aver sempre mantenuto una propria identità.

La cucina polacca è ben diversa da quella italiana, anche per le condizioni climatiche. In Polonia, si mangia molta carne ed è più calorica, ma posso assicurare che non è semplice sopravvivere agli inverni polacchi mangiando solo insalatine. Semplicemente, la dieta mediterranea non è adatta a un clima così freddo.

In questo articolo, scriverò dei piatti con carne, poiché sono quelli dominanti nella cucina polacca. Tuttavia, l'offerta nei ristoranti per i vegetariani sta aumentando grazie alle crescenti richieste. Per questo motivo, per i vegetariani e i vegani, è sempre più facile entrare in un locale senza il timore di uscire morti di fame. Se sei vegetariano o vegano, puoi consultare il mio articolo sulla cucina polacca vegetariana.

Chiaro che non ci si può ridurre a un articolo scritto da un italiano che tratta i piatti nostrani a livello semi-religioso. Tuttavia, anni di vita in Polonia fra i piatti di moglie e suocera mi hanno consentito di selezionare dieci piatti della cucina polacca adatti ai nostri palati.

In questo articolo, ho selezionato dieci piatti della cucina polacca, anche se l'offerta è ben più ampia. Quindi, buon appetito! Smacznego!

 

Pierogi: i ravioli polacchi

Con ogni probabilità, i pierogi (si pronunciano pieroghi) sono il piatto più conosciuto della cucina polacca al mondo e sono simili ai nostri ravioli. L'impasto è composto principalmente da farina, sale e acqua, ma a seconda delle ricette, può essere aggiunto un uovo o del burro. Inoltre, gli standard polacchi della farina sono diversi da quelli italiani e si basano su una numerazione che tiene conto della percentuale di sostanze minerali, utilizzando per i pierogi la farina tortowa che ha un numero di circa 450.

I pierogi sono disponibili in diverse varianti, a seconda della regione. Ci sono quelli classici come quelli russi, che sono farciti con patate e formaggio o funghi e crauti, con carne tritata e così via. Inoltre, ci sono molte varianti regionali come i pierogi con il bryndza tipico dei Monti Tatra e del Podhale o il pieróg biłgorajski della zona di Roztocze a Sud di Lublino.

I pierogi possono essere cucinati in vari modi, come bolliti e conditi con burro, cipolla o pancetta, fritti o cotti in forno. In Polonia, ci sono anche alcuni ristoranti specializzati in questa prelibatezza chiamati pierogarnie, dove si possono gustare le diverse varianti di pierogi. I migliori ristoranti cucinano i pierogi sul momento e in alcuni di essi, si può osservare il cuoco mentre li prepara davanti a noi, proprio come nelle migliori pizzerie.

 

Zapiekanka: lo street food polacco per eccellenza

Cucina polacca. Zapiekanka. Foto tookapic Pixabay

Lo street food è una delle esperienze culinarie più amate dai viaggiatori di tutto il mondo, e la Polonia non fa eccezione. Tra le numerose prelibatezze del cibo da strada polacco, la zapiekanka è sicuramente una delle più popolari e amate.

Si tratta di una baguette tagliata a metà per la sua lunghezza, farcita con formaggio fuso, funghi e cipolle, il tutto annaffiato da una generosa quantità di ketchup. Sebbene la zapiekanka classica sia una prelibatezza onnivora, i vegetariani possono facilmente adattarla alle proprie esigenze eliminando il prosciutto o scegliendo varianti vegane.

Tuttavia, è importante fare attenzione al menu, in quanto la parola "zapiekanka" deriva da "zapiekana", che significa cotto in forno. Ciò significa che la zapiekanka può indicare una vasta gamma di piatti cotti in forno, sia a base di carne, pesce o verdure.

Molti fast food polacchi, infatti, si sono specializzati nella preparazione della zapiekanka e offrono una vasta scelta di varianti. È quindi consigliabile consultare il menu attentamente per scegliere tra le numerose opzioni disponibili.

 

Zuppe polacche: tra tradizione e regionalità

Zuppa di funghi o zupa grzybowa tipico della cucina polacca. Foto zozz Pixabay

La zuppa è un piatto fondamentale della cucina polacca, soprattutto durante i mesi invernali. Ogni regione ha la propria versione di zuppa, spesso influenzata dalla tradizione e dalla disponibilità degli ingredienti locali.

Questo è un po' il fiore all'occhiello della cucina polacca nonché piatto gradito durante le giornate fredde in cui si cerca tepore e una discreta quantità di calorie.

Anche in questo caso ci sono piatti "polacchi" e altri che sentono l'influenza regionale. Viene servito come primo piatto e difficilmente un polacco ordina un secondo senza aver gustato una zuppa a prescindere dalla stagione.

La cucina polacca offre molte zuppe come la grzybowa a base di funghi o la grochowa con i piselli. In questa sezione racconterò solo quelle più rappresentative della tradizione culinaria polacca.

 

Żurek Śląski

Una delle zuppe più rappresentative della Polonia ma soprattutto dell'Alta Slesia è lo "Żurek Śląski", una zuppa a base di farina di segale, acqua e aglio chiamata "zakwas" che conferisce alla zuppa un caratteristico sapore acido. La zuppa viene solitamente arricchita con patate, salsiccia, uovo sodo, funghi essiccati e spezie.

La preparazione dello zakwas può essere un processo laborioso, ma esistono anche preparati industriali che si trovano facilmente nei supermercati o nei mercati rionali fatti dai commercianti stessi.

Lo "Żurek Śląski" è spesso servito all'interno di un pane svuotato e tagliato nella parte superiore, che può essere mangiato insieme alla zuppa.

Tuttavia, è importante tenere presente che fuori dalla Slesia, la zuppa che viene spesso servita con il nome di "Żurek" potrebbe essere differente, somigliando di più al "barszcz biały".

 

Barszcz czerwony, zuppa a base di barbabietole

Barszcz rosso tipico della cucina polacca. Foto Alina Braha Pixabay

Il Barszcz czerwony è una zuppa tipica della cucina polacca a base di barbabietole che le conferiscono un caratteristico colore rosso intenso. Questa zuppa può essere accompagnata da łazanki, una pasta simile ai tortellini, ed è tradizionalmente consumata durante la Vigilia di Natale, soprattutto nelle regioni meridionali della Polonia. In alternativa, il Barszcz czerwony può essere servito come bevanda in accompagnamento ai paszteciki, dei fagottini ripieni di funghi.

Da notare che le barbabietole possono macchiare, quindi attenzione a non sporcarvi!

 

Rosół, la minestra tipica polacca

Rosół è un brodo di pollo con spaghettini e carote, condito con prezzemolo che ricorda un po' la nostra minestrina, tipica delle giornate fredde in cui siamo colpiti dall'influenza. In Polonia, tuttavia, questo piatto non è riservato solo ai giorni di malattia, ma viene spesso servito anche durante i pranzi domenicali. Molti polacchi non possono immaginare un fine settimana senza la loro minestra preferita, anche se fuori ci sono trenta gradi di caldo.

Per preparare il rosół, si utilizzano prevalentemente parti di pollo come petto, ali o zampe. È importante seguire la ricetta tradizionale, che prevede una lenta e accurata cottura, in modo da ottenere un brodo limpido e saporito. Il rosół può essere servito come primo piatto o come base per altre ricette, come il riso o le zuppe di verdure.

 

Zuppa di pomodoro

La zupa pomidorowa è una deliziosa zuppa di pomodoro, solitamente servita con riso o spaghettini come quelli usati nel rosół. Tuttavia, bisogna stare attenti a non macchiarsi i vestiti a causa del suo colore intenso.

Questa zuppa è spesso presente nei menu dei ristoranti e nelle tavole delle case polacche durante le festività. Se vedi solo "zupa pomidorowa" sul menu, ti chiederanno se preferisci il riso o la pasta come accompagnamento.

 

Wodzianka

La wodzianka è una zuppa di pane semplice ma saporita condita con aglio, lardo e sale. Questo piatto povero rappresenta un simbolo di austerità e di non sprecare nulla.

Con questa zuppa si recupera il pane vecchio creando un piatto semplice quanto aromatico.

 

Bigos. Piatto a base di crauti

Il Bigos è un altro piatto tradizionale "leggerino" della cucina polacca che vanta una lunga storia e una grande varietà di ingredienti. Si tratta di un piatto a base di crauti bianchi e fermentati che conferiscono al piatto un sapore unico e intenso. Grazie alla fermentazione, i crauti diventano più morbidi e facili da digerire, inoltre sono una fonte di probiotici, sostanze benefiche per l'intestino.

Per preparare il Bigos, si inizia cuocendo i crauti in acqua, a cui vengono aggiunti funghi, spezie e carne di maiale o salsiccia. La carne viene cotta a parte in una padella con pancetta e cipolla in olio di semi. Una volta cotta, la carne viene aggiunta ai crauti e si lascia cuocere il tutto insieme per alcune ore, in modo che i sapori si amalgamino e diventino ancora più intensi.

Il Bigos può essere servito come piatto principale, accompagnato da pane scuro o patate bollite, oppure come contorno per piatti di carne o pesce. È un piatto sostanzioso e calorico, ideale per le fredde giornate invernali.

 

Rolada e kluski

Rolada e kluski. L'arrosto polacco

Quando abitavo in un palazzo nella mia Tychy nel cuore della Slesia, per cinque anni la mattina alle nove spaccate, delle martellate hanno dato inizio alle mie domeniche. Non per eterni lavori in corso ma perché la vicina al piano di sopra iniziava sistematicamente il rituale di preparazione della carne per l'arrosto. Posso assicurare che non ha saltato una domenica.

Rolada e Kluski sono due piatti tipici della cucina polacca che rappresentano la tradizione culinaria della Slesia, una regione situata nel sud-ovest della Polonia. La Rolada è un arrosto di carne ripieno, preparato con fettine di carne di manzo o maiale, farcite con una miscela di pancetta, cipolle, funghi e spezie. Una volta farcito, il rotolo di carne viene arrotolato e legato con uno spago da cucina, quindi viene cotto in forno o in pentola a pressione. La Rolada è un piatto molto saporito e sostanzioso, ideale per le occasioni speciali come le festività natalizie.

I Kluski, invece, sono una specie di gnocchi di patate, ma più grandi e con un foro al centro, che permette di raccogliere la salsa e di avere un sapore ancora più intenso. I Kluski vengono preparati con patate, farina e uova, impastati insieme fino a ottenere una consistenza morbida e compatta. I Kluski possono essere serviti come contorno per la Rolada o come piatto principale, accompagnati da salsa o formaggio grattugiato.

La Rolada e i Kluski sono un piatto molto amato dai polacchi e rappresentano una parte importante della loro cultura culinaria. Sono piatti ricchi di sapori e aromi intensi, che racchiudono la tradizione e la storia della Slesia e della Polonia in generale.

 

Golonka: lo stinco di maiale

Golonka, piatto tipico della cucina polacca. Foto Jason Goh Pixabay

Potrei dire che qui si va sul pesante e in effetti al confronto i piatti di prima sono dei piatti macrobiotici.

La golonka è un piatto tipico della cucina polacca, molto amato per la sua consistenza e il suo sapore intenso. Si tratta di uno stinco di maiale cotto a lungo, fino a diventare morbido e succulento, servito con patate e crauti.

La Golonka è un piatto molto sostanzioso e calorico, ideale per i mesi invernali o per chi ama i sapori forti e decisi. Non è un piatto leggero, ma rappresenta la tradizione culinaria della Polonia e della sua cultura contadina.

Per gustare al meglio la Golonka, è consigliabile ordinarla presso un ristorante specializzato nella cucina tradizionale polacca, dove il piatto viene preparato secondo le ricette tradizionali e con ingredienti di alta qualità.

 

Formaggi tipici polacchi

Oscypki. Formaggio tipico della regione dei Monti Tatra. Foto Jan Kosmowski Pixabay

Qui subentra un po' di patriottismo perché pur essendoci una valida offerta a mio avviso siamo ben lontani dalle tradizioni regionali italiane.

Uno dei formaggi più tipici della Polonia sono gli oscypki, formaggi di capra originari delle regioni montane del paese. Gli oscypki sono disponibili sia salati che affumicati e vengono solitamente accompagnati da una marmellata di mirtillo rosso chiamata żurawina, molto popolare in Polonia. Il loro sapore forte e deciso può non piacere a tutti, ma sono una vera delizia per chi ama i sapori intensi.

I pierogi più buoni che abbia mai mangiato sono invece ripieni con la bryndza, un formaggio fresco a base di latte di pecora, dal sapore intenso e speziato dei Monti Tatra. Il forte sapore delle sue spezie compensato dalla delicatezza dell'impasto li rende una prelibatezza da testare.

 

Smalec: il lardo polacco da spalmare

Lardo o Smalec. Antipasto tipico della cucina polacca. Foto czesia Pixabay

Se sei stato in un ristorante polacco, potresti esserti imbattuto in una ciotola di colore bianco-giallastro contenente una sostanza grassa con pancetta o cipolla, accompagnata da cetrioli acidi e pane a fette. Questo è lo smalec, una prelibatezza tipica della cucina polacca.

Lo smalec è una sorta di paté di lardo, molto popolare in Polonia, che viene spalmato sul pane e servito come antipasto o come snack durante una serata con gli amici. Solitamente, lo smalec viene preparato con del lardo di maiale fuso insieme a cipolla o pancetta, e viene insaporito con spezie come il pepe nero, il cumino o il papavero.

In alcune regioni della Polonia, lo smalec viene servito con dei cetrioli acidi, conosciuti come kiszone, che aiutano a bilanciare il gusto grasso del lardo. La combinazione di smalec, pane e cetrioli acidi rappresenta una vera prelibatezza per gli amanti dei sapori intensi.

 

Gołąbki

Cercando su Google troverete la traduzione "piccioni" ma non c'entrano niente.

Per quanto riguarda la preparazione dei gołąbki, le foglie di cavolo vengono sbollentate in acqua salata per ammorbidirle, poi vengono farcite con un impasto di carne macinata, riso e spezie. A volte vengono aggiunti anche funghi o verdure.

Una volta farciti, i gołąbki vengono arrotolati e sistemati in una pentola con acqua calda e cipolla affettata. Vengono lasciati cuocere a fuoco lento per un'ora circa, finché la carne e il riso all'interno non sono completamente cotti.

I gołąbki sono un piatto molto apprezzato in Polonia, spesso serviti durante le festività e le occasioni speciali. Possono essere accompagnati da patate bollite, crema acida o salsa di pomodoro.

 

Kotlet schabowy, la cotoletta polacca

Cotoletta o kotlet schabowy. Foto takedarhs Pixabay

La cucina polacca è conosciuta per la sua generosità, sia in termini di qualità che di quantità delle porzioni. Uno dei piatti più amati è la kotlet schabowy, una cotoletta di maiale impanata e fritta, spesso servita con patate bollite e l'immancabile surówka, un'insalata di crauti, carote e mele grattugiati condita con prezzemolo.

Nei ristoranti polacchi, le porzioni di kotlet schabowy possono essere notevoli, ma è possibile dividerla in due porzioni o portare a casa gli avanzi. La cotoletta polacca è un piatto semplice ma gustoso, apprezzato da grandi e piccini.

 

Dolci tipici polacchi

Kremówka. Il dolce di Giovanni Paolo II

La Polonia è nota non solo per la sua ricca cultura e storia, ma anche per i suoi deliziosi dolci. Grazie alla forte industria caseificia del paese, molti dolci polacchi includono formaggio tra gli ingredienti principali. In questo articolo ti parleremo dei dolci polacchi più famosi e di come puoi provarli durante la tua visita in Polonia.

 

Sernik: il dolce al formaggio più conosciuto

Il sernik è probabilmente il dolce polacco più conosciuto. Il suo nome deriva dalla parola polacca "ser", che significa formaggio. Si tratta di un dolce a base di ricotta con uova, zucchero e vaniglia. Spesso presente sia nei ristoranti che nelle pasticcerie (chiamate "piekarnie" in polacco), il sernik è un dolce cremoso e delicato che vale la pena provare.

 

Pączki: i dolci polacchi del giovedì grasso

I pączki sono dolci alla stregua dei nostri bomboloni. Sono dolci fritti e cosparsi di glassa o zucchero a velo. All'interno, la farcitura è solitamente di marmellata, ma si possono trovare anche variazioni con cioccolato, formaggio e molto altro. Anche se si possono gustare in qualsiasi periodo dell'anno, i pączki sono il dolce tradizionale del giovedì grasso in Polonia. Quel giorno, le pasticcerie polacche sfornano grandi quantità di pączki e i polacchi fanno a gara a chi ne mangia di più. Non puoi perdere la tradizione se visiti la Polonia in quel periodo!

Se vuoi assaggiare i migliori pączki e altri dolci polacchi, cerca una pączkarnia, una pasticceria specializzata nella produzione di questi deliziosi dolci. Le pączkarnie si trovano soprattutto nelle città principali.

 

Makówki: il dolce della vigilia di Natale in Alta Slesia

Per la vigilia di Natale, soprattutto in Alta Slesia, i polacchi preparano un dolce speciale chiamato makówki. Si tratta di un dolce a base di semi di papavero (chiamato "mak" in polacco), latte e zucchero, spesso servito con noci e uvetta. Il makówki è un dolce rustico e nutriente che riflette le tradizioni della Polonia.

 

Kremówka: il dolce di Karol Wojtyła

Infine, a Wadowice, città natale di Karol Wojtyła (il futuro Papa Giovanni Paolo II), è famosa la kremówka. Questo dolce è fatto con pasta sfoglia, crema chantilly e crema pasticcera. Si dice che il giovane Karol Wojtyła fosse un un appassionato di questo dolce tanto da diventare uno dei simboli della città.

 

Birre polacche

La birra polacca è un punto di riferimento della tradizione culinaria del paese. La sua abbondanza e il prezzo accessibile rendono la birra un must durante i pasti e gli incontri sociali. In Polonia ci sono molti marchi di birra, alcuni prodotti su larga scala e altri provenienti da birrifici locali.

Tra i marchi più popolari ci sono Tyskie e Żywiec, prodotti entrambi in Alta Slesia e venduti in tutto il paese. Tuttavia, ci sono anche molti altri marchi di birra polacca che meritano di essere provati, come la Łomża, la Leżajsk, la Trybunał, la Okocim e altri ancora.

Vale la pena notare che le birre polacche hanno spesso una gradazione alcolica piuttosto elevata, quindi è necessario bere con moderazione. Inoltre, è importante ricordare che in Polonia è vietato bere alcolici in strada al di fuori dei locali autorizzati.

Ti è piaciuto il mio articolo? Seguimi su Facebook e Instagram per far parte della community.

Utilizziamo i cookie sul nostro sito web per offrirti l'esperienza più pertinente ricordando le tue preferenze e le tue visite ripetute.

Cliccando su "Approvo", acconsenti all'utilizzo di TUTTI i cookie. Tuttavia, puoi visitare "Impostazioni cookie" per fornire un consenso controllato. Per saperne di piu'

Approvo