Estate in Polonia

L'estate è una stagione difficile per un siciliano in Polonia. Anzi questo è il periodo più difficile proprio per la mancanza delle notti afose e dell'odore della salsedine mentre ci si crogiola sulla propria spiaggia preferita.

Eppure l'umore è buono perché dopo un lungo inverno polacco finalmente le temperature sono piacevoli. Non sempre lo è per i nostri poveri polacchi mentre camminano come zombie per il caldo mentre noi italiani sorridenti e con gli occhiali da sole zampettiamo a un metro da terra.

Non per infierire nei loro confronti ma dopo mesi di grigiore è giunto il momento di godersi il tepore dei raggi solari. Questo sebbene temperature raramente sfiorino i trenta gradi.

Precauzioni

Non è però così per tutta l'estate perché il tempaccio è sempre in agguato. Dovete sapere che mentre in Italia quando fa caldo rimane così ed è una costante per la bella stagione, in Polonia l'acquazzone è sempre in agguato per portare di nuovo giù le temperature e poi ancora su.

Finisce in una eterna lotta fra cicloni e anticicloni dove siamo sempre lì a controllare scrupolosamente le previsioni del tempo in attesa della prossima burrasca estiva. 

Avete mai provato a uscire la sera in pantaloncini e maniche corte in Polonia? Beh non fatelo a meno che non vogliate prendervi una botta di freddo rovinandovi le vacanze.

Nella mia Sicilia si passa dai quaranta gradi del giorno ai trentotto della sera, lo sbalzo termico è pressoché trascurabile e i pantaloni lunghi un accessorio per masochisti. In Polonia il termometro cala insieme al sole anche di una quindicina di gradi e l'irritante felpina purtroppo è necessaria.

È una pratica necessaria per cui consiglio agli italiani in visita di essere sempre pronti a una diminuzione repentina della temperatura al calar del sole.

Anche le zanzare sono una spiacevole compagnia all'imbrunire soprattutto in luoghi umidi come le foreste e le lagune. Credo di non averne mai viste così tante come nel Parco Nazionale di Wolin nella zona del Delta Świny a punto tale da far fatica a tenere la bocca aperta anche se le bellezze del luogo sono valse uno sforzo.

Qualora nel il periodo estivo affrontate una passeggiata nella natura, portate con voi un buon repellente e qualcosa per coprirvi.

Data la bella stagione, i polacchi approfittano di qualsiasi finestra di bel tempo per scappare dalla routine alla ricerca di relax nella natura. È vero che le mete straniere sono sempre più frequentate ma nel periodo estivo le strutture turistiche in Polonia non hanno di che lamentarsi.

 

Siccità in Polonia

Importante sottolineare che anche in Polonia non solo il clima sta cambiando ma, strano a dirsi, c'è il rischio siccità. Non è uno scherzo anzi in alcuni luoghi come il Parco Nazionale del Biebrza o del Polesie l'abbassamento del livello dell'acqua è palese e ha una influenza notevole per il loro equilibrio naturale.

Naturalmente in estate il problema si fa più evidente.

Chi ha avuto modo di visitare questi luoghi nel corso degli anni avrà potuto notare le differenze. Aree una volta perennemente immerse ora sono sopra il pelo dell'acqua se non trasformate in praterie. Le precipitazioni sono fondamentali per l'equilibro naturale pena la perdita di alcuni paesaggi naturalistici per non parlare per i rischi legati all'agricoltura.

 

Montagne

Le località montanare del profondo Sud della Polonia in estate si riempiono talmente di escursionisti e turisti della domenica che in alcuni sentieri sembra di stare nel centro di Cracovia in ora di punta.

Luoghi come Zakopane e Morskie Oko sui Monti Tatra sono una calamita per chi vuole approfittare del bel tempo per una passeggiata fra i boschi o nella famosa Krupówki nel centro della capitale invernale polacca.

Non è semplice scampare alla folla perché anche località meno popolari agli stranieri come i Monti Beschidi o Karkonosze soffrono dell'invasione. Però non preoccupatevi, le soluzioni per una piacevole passeggiata nella natura si trovano sempre, per fortuna diversi percorsi sono accessibili alle masse.

 

Mar Baltico e laghi della Masuria

Anche se le spiagge del Mar Baltico sono prese d'assalto per lo più da turisti polacchi, in estate non si troveranno mai le folle da riviera romagnola grazie a una costa lunga e sabbiosa. Lo stesso si può dire delle ondate di ombrelloni, al loro posto ci sono i parawan che trasformano le spiagge in una struttura poligonale a incastro.

Gli appassionati di barca a vela e di canoa optano di solito per la Masuria, la terra dei mille laghi solita mecca per i velisti polacchi. Chi ha un minimo di esperienza può noleggiare una barca a vela e viverci per alcuni giorni immersi nella natura navigando nei laghi.

I fiumi sono invasi da turisti in canoa e qui non manca certo l'imbarazzo della scelta anche se i corsi d'acqua che maggiormente attraggono i visitatori sono nel Nord della Polonia.

 

Parchi nazionali nelle foreste

L'affluenza nei parchi in estate dipende dalla loro popolarità. Non sempre però il periodo estivo è il migliore per visitarli perché la vegetazione può essere talmente fitta da impedire di godere dei paesaggi come dovuto. Per luoghi come Białowieża o Roztocze è meglio organizzare una visita a inizio estate. Ciò nonostante restano delle mete piacevoli durante tutto il periodo estivo.

Allora goditi la Polonia in estate ma prima di farlo leggi gli articoli sul nostro sito, troverai sicuramente la meta che fa per te.

Ti è piaciuto questo articolo? Allora iscriviti alla nostra Newsletter e seguici sulle nostre pagine social Facebook e Instagram.