Come imparare il polacco

Sei italiano e vivi in Polonia? Oppure vivi in Italia ma vieni spesso in terra polacca? Magari non parli la lingua locale e ti è capitato di sentirti a disagio? È quello che è capitato a me in passato. Forse è ora d'imparare il polacco?

Se sei un lettore di questo sito, sai che racconto una Polonia lontana dai grandi flussi turistici internazionali. Uno dei miei obiettivi è quello di raccontarti quella parte del paese meno conosciuta, quella vera e genuina magari popolare a livello locale ma del tutto sconosciuta all'estero.

Ora, non per scoraggiarti altrimenti il mio lavoro sarebbe vano, ma per conoscere a fondo certi luoghi avere delle nozioni di polacco può essere importante. Ti permetterebbe di capire meglio i luoghi, le persone e di tornare a casa con un nuovo bagaglio culturale e con una forte esperienza.

Perché è importante imparare il polacco se vuoi conoscere a fondo la Polonia?

Te lo spiego in base alla mia esperienza focalizzandomi sul lavoro svolto per  lo sviluppo di questo sito:

  • I miei viaggi non si limitano ai paesaggi ma si estendono alla conoscenza della geologia, della natura, della storia e della cultura del territorio. Per me è importante non solo visitare i luoghi che racconto ma anche poter comunicare con la gente locale. Avere una visione di quello che pensano gli abitanti del luogo mi aiuta ad avere un quadro completo di dove mi trovo. 

    Un esempio pratico, ho ascoltato con interesse quello che gli abitanti nei dintorni di Białowieża avevano da dire sulla protezione della foresta. Ciò non nascondo ha portato anche ad alcune discussioni in quanto sono sostenitore dell'estensione del parco nazionale. Se non avessi conosciuto il polacco sarebbe stato difficile farmi un quadro della situazione. 
  • Mi aiuta a trovare i migliori alloggi. Alcuni di questi sono fuori dai canali dei principali portali internazionali. Per questo cerco fra i portali locali. Il fatto è che non sempre chi si trova dall'altra parte parla in inglese e il polacco è di grande aiuto. Oltretutto non cerco mai strutture troppo frequentate dai turisti, al contrario prenoto in quelle meno popolari e non certo attrezzate al flusso internazionale. 
  • Mi permette di documentarmi. Prima di visitare un luogo sfoglio decine di siti e di guide. Prima di arrivare sono già preparato sugli itinerari e su cosa c'è da vedere. Il problema è che quasi tutto il materiale a disposizione è in polacco. Per alcuni luoghi ci sono informazioni in inglese ma sono ben poche e poi m'interessa quello che scrivono i locali.

    Senza una opportuna documentazione sarebbe per impossibile avere una conoscenza tale del territorio da permettermi di scrivere un articolo e di godermi il paesaggio. Non nascondo  che leggere testi di geologia in polacco non è affatto semplice.

Tornando a me, mi sono trasferito in Polonia nel 2008 ma già due anni prima ho deciso d'imparare questa lingua senza dubbio ostica. Le difficoltà comunicative iniziali erano per me fonte di disagio. 

Chi parlava solo polacco non poteva comunicare direttamente con me ed era necessario un intermediario, mentre i gruppi si adeguavano alle mie lacune parlando fra di loro in inglese in maniera innaturale. Allora ho preso la situazione di petto e ho applicato l'unico metodo che conoscevo per imparare una lingua, ho iniziato a studiare.

Non è un metodo scientificamente approvato, qui racconto solo la mia esperienza. Posso dirti solo che oggi ho un'ottima conoscenza del polacco che uso nella vita comune e nel business da oltre una decina d'anni che mi porta dei vantaggi non indifferenti.

Come ho imparato il polacco?

Due premesse:

  • Non ascoltare chi ti dice che per imparare una lingua occorre essere predisposti. Le lingue si imparano solo con studio e tanta pratica. Se vuoi imparare il polacco devi faticare. Bisogna conoscere la grammatica, la sintassi, fare gli esercizi, parlare e ascoltare. Devi vivere il polacco. Una lingua imparata dalla strada senza conoscere le basi non sarà mai completa.
  • Non ascoltare quelli che dicono che il polacco è troppo complicato. La cosa impossibile è quella che non si sa fare. Per me è difficile l'arabo perché non conosco una parola. Una volta lo era anche il polacco ma adesso non lo è più.

Ti ho convinto? Adesso devi crearti un obiettivo. Studiare tanto per farlo non ha senso, per questo ho deciso di seguire il programma per la certificazione europea di lingua polacca. Il  mio traguardo era quello di superare l'esame. Se si vuole seguire un programma occorre nell'ordine superare i livelli A1, A2, B1, B2, C1 e C2.

Nel mio caso, nel 2008 ho ottenuto la certificazione europea di lingua polacca per il livello B1 presso la Jagiellonian University di Cracovia. Ai tempi esistevano solo gli esami per il B1, C1 e C2. Adesso mi risulta si possano superare tutti.

Quando ho superato l'esame vivevo in Polonia da pochi mesi ed ero l'unico italiano nonché uno dei pochissimi di lingua latina. Dopo non ho più affrontato esami ma ho continuato a studiare seguendo il programma.

Ora, superare l'esame può avere la sua utilità per dimostrare ufficialmente le proprie conoscenze, ma ciò che è importante è raggiungere il proprio obiettivo imparando la lingua. Considera che studiare non significa solo leggere e ripetere. Occorre fare gli esercizi, parlare, scrivere e provare a superare i vari test presenti in rete e sui libri.

Un grosso aiuto per me è stata la radio. Quando vivevo in Italia e lavoravo davanti al PC ascoltavo in continuazione Trójka. Ai tempi era una gran bella radio, trasmetteva ottima musica e i programmi erano interessanti. O almeno credo perché non capivo una sola parola di quello che dicevano. Tuttavia il mio cervello continuava ad assimilare e mi sono abituato alla lingua.

Altro aiuto, fatti seguire da un insegnante. Non uno qualunque, cercate qualcuno che sia specializzato nell'insegnamento della lingua polacca agli stranieri. Un comune insegnante di lingua polacca che magari insegna a scuola oppure un polacco che parla italiano sarà di aiuto ma non avrà lo stesso metodo di qualcuno abituato a insegnare la lingua a uno straniero.

E poi, bisogna buttarsi. Scegli qualcuno di fidato con cui hai parlato fino a ora in inglese o in italiano e chiedi di parlare solo in polacco. Non farlo magari con il proprio partner perché sarà innaturale e subentreranno le emozioni. Ma un amico lo farà con piacere, chiedigli solo di essere paziente e di correggerti. Non tornate indietro alla vecchia lingua, avrai vanificato ogni sforzo.

Ma soprattutto, non avere paura a sbagliare. Gli errori li commettono chi ci prova. Fatti correggere e fai tesoro delle raccomandazioni. Dopo tanti anni li commetto ancora e la mia pronuncia ben più morbida dell'accento duro dei polacchi si sente. Ma vedrai che grandissima parte dei polacchi apprezzerà i tuoi sforzi.

Finisco con dirti...ucz się ucz, bo nauka to potęgi klucz! Se vuoi sapere cosa vuol dire, prendi i libri e datti da fare.