Piccoli Beschidi (Beskid Mały)

Blandi rilievi a Ovest di Bielsko-Biała dove vive una delle principali comunità di italiani. Tappe ideali per una passeggiata domenicale nella natura con piacevoli paesaggi sul Lago di Żywiec e sulla Slesia.

Come per i Beschidi Slesiani, questi sono i luoghi ideali per la comunità di italiani concentrata nel Sud della Polonia. Si tratta dei rilievi a Ovest di Bielsko-Biała e della superstrada S1 che porta in Slovacchia.

A Nord si trovano le città di Kęty e Andrychów mentre a Sud si trova Żywiec con il suo lago. La località di Międzybrodzie Żywieckie si trova nel cuore del parco proprio sotto Góra Żar.

Dal nome si capisce subito che i rilievi non sono elevati: la cima più alta, il Czupel, arriva fino a 930 metri. Tuttavia a partire dagli 800 metri il clima è tipicamente di montagna. Motivo per cui rispetto al clima a valle possono esserci sostanziali differenze sia di temperatura che di precipitazioni.

PREMESSA: buona parte dei rilievi possono essere raggiungibili in auto attraverso strade tortuose. Tuttavia parlando di natura ci focalizzeremo sui percorsi pedonali di montagna con qualche accenno alle funivie.

 

Geologia

È la continuazione dei Beschidi Slesiani. Entrambi fanno parte della catena dei Beschidi Occidentali (Beskidy Zachodnie) e la linea di separazione è data dalla Brama Wilkowicka, ovvero la valle scavata dal fiume Biała lungo formazioni maggiormente friabili.

Strutturalmente sono formati da una monoclinale inclinata verso Sud. Pur essendo formata prevalentemente da arenarie, si possono trovare affioramenti calcarei più antichi nella zona di Targanice a Sud di Andrychów. Riguardano il Klippen di Andrychów (Skałka Andrychowska). Sono maggiormente presenti lungo il torrente che attraversa la località e sono spesso meta dei geologi locali.

Nel quartiere di Straconka, sulla salita per Równica, si trova una cava abbandonata. In quel punto si può visitare un affioramento della parte superiore della Formazione Godula. Si tratta di sedimenti di mare profondo costituiti da un'alternanza di calcareniti a granulometria molto fine e argilliti formatasi nel Senoniano (Cretaceo Superiore) sopra il Bacino Slesiano.

 

Góra Żar

Panorama da Góra Żar

 

Si tratta del rilievo che domina Międzybrodzie Żywieckie. Sul versante Sud sono stati installati dei binari che portano direttamente in cima, quindi per salire si può utilizzare un trenino che porta su in pochi minuti.

A piedi si può salire seguendo la pista rossa attraverso i boschi per circa 3,5 km da percorrere in meno di due ore fino a incrociare quella verde.

Dalla cima, ben attrezzata per i turisti, si può godere del panorama sulla valle verso i laghi di Żywiec e di Międzybrodzie. Accanto all'area attrezzata è presente una piccola centrale elettrica alimentata da un lago artificiale.

La pista rossa prosegue verso Est in direzione del punto panoramico Kiczera per poi proseguire fino ai limiti della Riserva Stretta dei Piccoli Beschidi. A un certo punto si attraversa l'incrocio con la pista blu che porta al punto panoramico Jaworzynka verso Sud. Il percorso si può chiudere nuovamente a Międzybrodzie seguendo la pista gialla o all'altezza della diga Tresna.

 

Czupel e il Magurka

Panorama dalla cima del Czupel

 

Si trova nella parte occidentale dei Piccoli Beschidi. Ci sono diversi percorsi che portano in cima sia da Bielsko-Biała, sia da Łodygowice che da Międzybrodzie Bielskie.

Un modo per attraversare il Czupel da Nord a Sud è seguendo la pista rossa Łodygowice-Wilkowice.

Partendo da Łodygowice si raggiunge la cima del Czupel seguendo la pista rossa e poi blu fino in cima. Da lì si prosegue in cresta fino alla cima del Magurka dove incrociano tutte le piste della zona. La discesa può essere chiusa a Wilkowice vicino Bielsko-Biała

La zona è attrezzata per i turisti e da lì si può proseguire a valle verso Bielsko-Biała e Wilkowice oppure tra le cime a Nord verso Gaiki.

 

Laghi di Żywiec e di Międzybrodzie

Lago di Żywiec

 

Sono due laghi di ritenzione costruiti artificialmente sul fiume Soła. Si trova nella stretta valle fra Żar e il Czupel e sono separati da una diga costruita nel 1966 come centrale idroelettrica.

I laghi sono meta di velisti durante il periodo estivo grazie alla presenza di numerosi club privati. Date le temperature medie sempre più alte, sono ormai rare le condizioni adeguate per lo slittino a vela (bojer in polacco), sport invernale praticato in Polonia con slitte monoposto con solo una randa (niente fiocco), due coltelli laterali e uno a prua che consente di manovrare sul ghiaccio.

Una parte a Ovest del Lago di Żywiec è attrezzata con una lungolago e con alcune spiagge. Sulla Diga Tresna si gode di un bel panorama dei laghi e delle montagne a ridosso.

 

Come raggiungere i Piccoli Beschidi

Da Katowice si percorre la DK1 fino a Bielsko Biała. Da lì si può proseguire a Sud sulla S1 in direzione di Zwardoń uscendo a Żywiec.

Chi vuole visitare il versante Nord può proseguire lungo la DK52 in direzione di Kęty e Andrychów. La stessa strada può essere percorsa da Est per chi arriva da Cracovia.

 

Mappa dei Piccoli Beschidi