Città

Zamość, una perla patrimonio UNESCO

Zamość è sinonimo Natura, arte, cultura, odori e paesaggi di tempi passati, ecco cosa si può trovare in questa località dell'estremo oriente polacco.

Questo piccolo paese di soli 30.000 abitanti, situato nel voivodato di Lublino, vanta molti legami con l'Italia.

È nata dalla volontà del cancelliere Jan Zamoyski, con l'intenzione di creare un centro sociale e culturale nell'oriente polacco.

Cieszyn - La piccola Venezia

Cieszyn mi ricorda i valori di una Europa unita fra i popoli e senza confini. Una piccola cittadina nel profondo Sud della Polonia a confine con la Repubblica Ceca definita la piccola Venezia.

Questa città insegna che è meglio costruire ponti che muri e a Cieszyn di certo non mancano.

Leopoli (Ucraina)

Direte: ma che c'entra una città dell'Ucraina su un sito dove si parla di Polonia? C'entra invece, perchè Leopoli è un luogo particolare. 

Oltre a essere bellissima, merita una menzione per il sentimento polacco ancora molto forte. Racconto di viaggio nell'Ucraina del 2007.

Wrocław e le bellezze sull'Oder
Vi raccontiamo una delle perle architettoniche della Polonia, conosciuta in Italia come Breslavia, una volta parte della Germania e ora meta ambita di tanti italiani alla ricerca di lavoro per le multinazionali.

Varsavia e le magie della capitale

Varsavia o Warszawa nel '700 e nell' '800 era famosa per la sua bellezza, tanto che era conosciuta con il nome di Parigi del nord. Purtroppo durante la Seconda Guerra Mondiale la città venne quasi del tutto distrutta e venne velocemente ricostruita tale e quale grazie ai dipinti del pittore italiano Bernando Bellotto.

Lublino, il fascino dell'Est polacco

Sebbene il suo centro non sia patrimonio dell'UNESCO così come Zamość, Lublino (Lublin in polacco) possiede un fascino stilistico e architettonico unico nel suo stile. Per le vie del centro si respira la storia e le vicissitudini del passato magari con un sottofondo di musica ebraica.

Katowice e l'agglomerato della Slesia. Foto by Łukasz Calango Tadla

Un agglomerato conosciuto al mondo per la sua industria mineraria. Il cuore della Slesia è però ben altro. Architetture tipiche, paesi talmente vicini da renderne irriconoscibili i confini.

Una zona in transizione da un radicamento al passato a un futuro moderno ed europeo. La strada da percorrere è però ancora lunga. 

Danzica, la città che ha cambiato il mondo

A Danzica gli eventi del XX secolo hanno fatto la storia. A Westerplatte è scoppiata la Seconda Guerra Mondiale e quarant'anni dopo gli scioperi dei Cantieri Navali hanno dato il via alla caduta del comunismo in Europa.