Quando si parla di montagne in Polonia la mente fionda sistematicamente a Zakopane, alle vette attorno alla capitale polacca invernale e ai panorami di Morskie Oko e da Kasprowy Wierch.

A pieno diritto la catena montuosa dei Tatra si può definire il Tetto della Polonia.

  

Montagne dei Tatra

Valle nel Parco Nazionale dei Monti Tatra

 

I Monti Tatra sono la principale catena montuosa dei Carpazi e si estende sia in Polonia che in Slovacchia. Le quote sono ben più alte rispetto alla media dei rilievi polacchi. Quando in tutto il Sud della Polonia le quote non arrivano ai 2.000 m, sui Tatra polacchi si arriva fino ai 2.500 m.

Il Rysy è la quota più alta in Polonia e la sua cima giace al confine con la Slovacchia così come il Kasprowy Wierch e il Wołowiec, mentre sulla parte polacca si estendono rilievi come il Giewont e il Kozi Wierch che è il rilievo principale interamente in territorio polacco.

Geologicamente si sono formate durante l'orogenesi alpina. Il nucleo è composto da granodioriti, tonaliti e pegmantiti, rocce metamorfiche come gneiss e migmatiti e rocce sedimentarie come calcari e dolomiti.

 

Zakopane

Zakopane vista dal Gubałówka

 

È la "Cortina D'Ampezzo" o spesso definita come la capitale invernale polacca. Meta di turisti da tutta la Polonia per le località sciistiche e per il turismo sui Tatra che dominano il paese.

La città è un susseguirsi di hotel e ristoranti, trafficatissima durante i weekend e i festivi.

Oltre a visitare la sede direzionale del Parco Nazionale dei Monti Tatra (Tatrzański park Narodowy o TPN), si consiglia di salire sul Gubałówka, ovvero un blando rilievo a Nord Ovest di Zakopane da dove si può godere di uno dei migliori panorami sui Monti Tatra.

Può essere raggiunto a piedi così come tramite funivia. Facilmente accessibile ai bambini e attrezzata con vari negozi.

 

Dolina Kościeliska

Una delle valli scavate dall'erosione glaciale che tagliano da Nord a Sud i Tatra Occidentali.

È la seconda valle più lunga dei Tatra dopo la Dolina Chochołowska nonchè importante meta turistica.

L'ingresso è all'altezza di Kira Leśnicka dove si trova un parcheggio. L'intero tratto è facilmente percorribile a piedi anche con i più piccoli e sempre adiacente il Torrente Kościeliska.

Il percorso si sviluppa lungo la pista verde con alcune deviazioni verso alcune grotte come la Grotta Mrozna o la Grotta Raptawicka. 

 

Morskie Oko

Morskie Oko - Profilo altimetrico

 

Lago glaciale sotto il Rysy situato a 1.395 m s.l.m.. Il percorso è interamente asfaltato e su sampietrino percorribile a piedi.

Il tragitto inizia a Palenica Białczańska e si estende su un percorso di 7,8 km. Si può raggiungere Morskie Oko tramite carretti trainati da cavalli, ma dato l'enorme sforzo a cui sono soggetti gli animali dovuto al massiccio sfruttamento turistico, consigliamo vivamente di proseguire a piedi.

A Morskie Oko, oltre a un rifugio PTTK solitamente affollato, si possono visitare le rive attraverso i percorsi turistici.

Trattandosi di un luogo protetto e dall'acqua limpidissima, non è consentito immergersi. Inoltre può essere un valido punto di partenza per raggiungere il Rysy

Kasprowy Wierch

Vista da Kasprowy Wierch

 

È una delle principali vette dei Tatra occidentali. La vetta può essere facilmente raggiunta tramite funivia situata nei pressi della Direzione del Parco Nazionale dei Monti Tatra oppure a piedi percorrendo la pista verde.

La funivia è molto frequentata e la salita alla vetta richiede spesso pazienza per le lunghe code. In cima le condizioni climatiche cambiano repentinamente.

Oltre a poter visitare l'Osservatorio Meteorologico (Wysokogórskie Obserwatorium Meteorologiczne IMGW-PIB na Kasprowym Wierchu) si può percorrere la pista rossa lungo il confine polacco-slovacco verso lo Świnica a Est e Kondracka Kopa a Ovest.

 

Monti Tatra con i bambini

Si consiglia di visitare le valli come Dolina Kościeliska dove il percorso alquanto pianeggiante consente di muoversi in sicurezza godendo di panorami unici.

Per salire allora il percorso migliore è quello per Morskie Oko. Chi scrive ha avuto modo di provare il percorso con il proprio figlio quando aveva nove mesi. È bene però avere con sé una carrozzina ben strutturata con ruote gonfiate ad aria. Non è il caso con una normalissima da passeggio.

Qualora i bambini fossero già più indipendenti, bisogna tenere presente che ci sono un po' di chilometri dove c'è solo da camminare e da guardarsi intorno. Tutto dipende da come è preparato il bambino e dalla sua volontà.

Importante stare attenti al già accennato passaggio delle carrozze con i cavalli.

Volendo si può salire anche sul Kasprowy Wierch con la funivia ma la passeggiata con i bambini più piccoli sarebbe comunque limitata alla zona dell'osservatorio. I venti sono forti e si andrebbe incontro a rischi ingiustificati.

Un eventuale trekking sulla cresta andrebbe effettuato con tutte le dovute precauzioni in base alla preparazione del bambino.

 

Come raggiungere i Tatra

Monti Tatra visti dal Gubałówka

 

Zakopane è raggiungibile da Cracovia tramite la superstrada S7 che poi prosegue per la DK47.

Può essere raggiunta anche in treno sempre da Cracovia mentre da Katowice ci sono alcuni treni diretti nei periodi di alta stagione.

Considerato la massiccia presenza turistica, nei weekend il tragitto verso Zakopane è spesso soggetto a lunghissime code.

Trattandosi di cime elevate, bisogna essere ben attrezzati per queste quote. Il vestiario deve essere ben adeguato ed è sempre bene documentarsi in anticipo sulle condizioni climatiche in vetta.

 

Mappa del Parco Nazionale dei Tatra